Roma pari e ancora fischi, Spalletti come Garcia

Pubblicato il 17 gennaio 2016 da redazione

Roma's head coach Luciano Spalletti before the Italian Serie A soccer match As Roma vs Hellas Verona at Olimpico stadium in Rome, 17 January 2016.  ANSA/ ALESSANDRO DI MEO

Roma’s head coach Luciano Spalletti before the Italian Serie A soccer match As Roma vs Hellas Verona at Olimpico stadium in Rome, 17 January 2016.
ANSA/ ALESSANDRO DI MEO

ROMA. – Il Verona non vince mai, la Roma non vince più. Nonostante l’arrivo di Luciano Spalletti sulla panchina al posto dello svuotato Garcia, i giallorossi hanno proposto all’Olimpico una fotocopia delle deludenti prestazioni precedenti, incapaci di battere l’ultima in classifica che più volte li ha anche fatti tremare. E ancora una volta l’uscita dal campo si è svolta tra in fischi.

“Dobbiamo vincere subito, non ci sono alibi. Le altre corrono” era stato l’appello-ordine di Spalletti, ma l’1-1 conferma che non basta una sferzata psicologica per fare ripartire la Roma, balbettante in difesa, lenta nella manovra e imprecisa in attacco, dove anche oggi Dzeko si è segnalato come il re dello spreco.

Il tecnico dovrà lavorare molto per raddrizzare la barca ma domenica c’è la Juve che intanto vola e al momento il confronto appare impari. La Roma che in campionato non agguanta i tre punti dal 2-0 al Genoa del 20 dicembre contava di ritrovarsi contro i gialloblù. I tifosi, esortati a loro volta da Spalletti a tornare in massa all’Olimpico per “cominciare insieme la risalita”, non hanno risposto e gli spalti sono apparsi ancora desolatamente sgombri, la spinta alla squadra quasi inesistente.

Per cominciare, Spalletti ripristina il 4-2-3-1 della sua prima esperienza nella capitale. Rilancia in difesa Castan al fianco di Manolas, con ai lati Torosidis e Digne. La cerniera di centrocampo è composta da De Rossi e Pjanic, mentre alle spalle di Dzeko sono schierati Florenzi, Salah e Nainggolan, a sorpresa trequartista.

Nel Verona di Delneri, votato al 3-4-3, esordio per l’ex viola Rebic in attacco a fianco di Pazzini e Wszolek, un tridente che si è rivelato di difficile gestione per giallorossi.

Il primo tempo della Roma non è di quelli da ricordare e l’Olimpico, complice il clima gelido, tace dubbioso. Dopo il nulla in 15′, la prima azione pericolosa è però del Verona, con Wszolek che si invola sulla destra e impegna Szeczesny. Il ritmo dei giallorossi è compassato, niente sangue agli occhi. Dzeko lotta per aprire varchi, Salah e Florenzi corrono ma senza costrutto e la difesa sbanda.

Niente di nuovo, ma nel finale due sprazzi giallorossi cambiano il risultato e, in apparenza, le prospettive. Al 40 Dzeko da due passi coglie il palo e sugli sviluppi dell’azione De Rossi scodella di tacco un assist per Nainggolan, che non sbaglia per la sua prima rete stagionale. Al 44′ Salah di testa manda fuori di poco.

Risponde però subito il Verona a inizio ripresa, con un uno-due da brividi: prima Wszolek si libera in area e costringe Sczsesny al mezzo miracolo e al 5′ il palo salva il portiere battuto da una conclusione velenosa del croato Rebic. Al nono altro palo, questa volta della Roma, su tiro di Salah deviato da Gollini.

Il Verona, ravvivato dall’ingresso di Fares in avanti al posto di Emanuelson, agisce in contropiede e trova il pari su rigore per un dubbio atterramento di Wszolek da parte di Castan in scivolata. Pazzini colpisce la parte bassa della traversa e la palla si insacca. Nella successiva mezz’ora la Roma mantene la pressione ma Salah e Dzeko sbagliano lo sbagliabile e l’ingresso di Iago Falque non incide. Si ricomincia quindi da dove si era lasciato, un punto a partita e intanto le altre corrono.

Ultima ora

22:06Calcio: Bonucci “Milan di nuovo al vertice, uniti si può”

(ANSA) - MILANO, 20 LUG - "Riportare il Milan ai vertici italiani ed europei. Uniti si può". Leonardo Bonucci inizia l'avventura rossonera ispirandosi ai fasti del passato e alla difesa che ha fatto grande questa squadra. "Quando pensi al Milan, vieni subito attratto dalla sua storia, da quella dei campioni che hanno vestito la sua maglia - ha scritto il difensore su Instagram -. Penso a Baresi, Costacurta, Maldini, Nesta, Tassotti. Li ammiro per quello che hanno dato al calcio e a questo Club. Loro sono nella leggenda, io arrivo oggi, per iniziare a scrivere una nuova pagina della storia rossonera e della mia carriera". Nel post accompagnato dall'hashtag 'più affamato che mai', firmato come sempre con le iniziali e il numero 19 (che ora gli contende il compagno di squadra Kessie), Bonucci aggiunge: "Inizia una nuova sfida, una nuova avventura assieme a compagni che come me hanno tanta fame e voglia di vincere. Ringrazio la Società tutta".

21:56Incendi: folla ringrazia pompieri caserma Grosseto

(ANSA) - GROSSETO, 20 LUG - Centinaia di cittadini di Grosseto stasera ringraziano i vigili del fuoco nella caserma del locale comando provinciale per l'impegno profuso nello spegnimento dei numerosi incendi che hanno colpito la Maremma, roghi che hanno arrecato danni ingenti al territorio e alle cose (abitazioni e auto attaccate nella pineta di Marina di Grosseto). Vengono sventolate bandiere tricolori, sono esposti striscioni con scritte tipo 'Milioni di questi vigili, grazie di tutto', sono lanciate frasi di incitamento. Mogli e figli dei vigili del fuoco indossano magliette di colore bianco e rosso in cui si esprime l'orgoglio di essere familiari dei pompieri. I vigili sono schierati in divisa operativa e coi mezzi antincendio nel piazzale della caserma. L'iniziativa di riunirsi presso la caserma 'Carnicelli', per ringraziare i pompieri, è stata proposta su Facebook da alcuni privati cittadini e sta riscuotendo un grande seguito.

21:35Calcio: Donnarumma, strana sensazione allenarsi col fratello

(ANSA) - MILANO, 20 LUG - Oltre all'ingaggio da top player, gli allenamenti con il fratello Antonio sono la principale novità per Gigi Donnarumma, dopo il rinnovo di contratto con il Milan. "È una strana sensazione, non mi ero mai allenato con lui. Con Antonio e Marco Storari lavoriamo bene", ha sorriso il 18enne portiere rossonero, durante una chiacchierata con l'ex compagno di squadra e ora club manager Christian Abbiati, organizzata a Guangzhou, prima della partenza per Shenzhen, sede dell'ultima amichevole della tournée cinese, sabato contro il Bayern Monaco. "Ci sono tanti nuovi, e quelli vecchi li stanno facendo sentire a casa - ha spiegato Donnarumma -. La società sta facendo un grandissimo lavoro, quelli che sono arrivati sono tutti bravissimi giocatori si stanno adattando molto bene". Infine, ad Abbiati che gli domandava quale fosse il suo idolo, Donnarumma ha risposto: "È stato sempre Buffon, poi c'eri tu che facevi il portiere nella squadra per la quale tifavo. In Nazionale Gigi mi aiuta tanto, cerco di imitare Neuer".

21:29O.J. Simpson ottiene libertà condizionale

(ANSA) - NEW YORK, 20 LUG - O.J. Simpson ha ottenuto la liberta' condizionale. La decisione è stata annunciata al termine di 20 minuti di deliberazione. Simpson potrà lasciare il carcere l'1 ottobre.

21:18Tabaccaio morì in tentativo rapina, un indagato dopo 3 anni

(ANSA) - ASTI, 20 LUG - Svolta nelle indagini per l'omicidio di Manuel Bacco, il tabaccaio di 37 anni ucciso a colpi di pistola ad Asti, nel suo negozio di corso Alba nel 2014. A quasi tre anni dal delitto, un astigiano di 24 anni è finito nel registro degli indagati. La rendo noto l'avvocato Claudia Malabaila, che difende il giovane insieme al collega Roberto Caranzano. "Oggi c'è stato un interrogatorio in Procura durato quattro ore - conferma Malabaila - il mio cliente si è dichiarato innocente". Le indagini sull'omicidio proseguono nel più stretto riserbo di Procura e carabinieri. Il delitto la sera del 19 dicembre di tre anni fa. I malviventi puntavano all'incasso della giornata, ma la reazione del tabaccaio, intervenuto per difendere la moglie strattonata da uno dei banditi, ha fatto perdere loro il controllo. Colpita a bruciapelo al torace, la vittima era morta sul colpo.(ANSA).

21:15Governo: Speranza, le ultime scelte non ci convincono

(ANSA) - POTENZA, 20 LUG - "Le ultime scelte del Governo non ci convincono". Così Roberto Speranza (Mdp), a Potenza, ha risposto alle domande dei giornalisti sulle recenti vicende politiche. In particolare, Speranza ha fatto riferimento "alla scelta di rinviare lo Ius soli, non avendo il coraggio di andare avanti, e alla scelta di reinserire i voucher nella manovrina".

21:11Renzi, onore armi a Costa, per governo non cambia niente

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - "Credo che il ministro Costa abbia dimostrato di avere delle idee, che io non condivido, ma alle quali tiene. Onore delle armi". Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi alla presentazione del suo libro a Roma. "Per il governo non cambia niente".

Archivio Ultima ora