Dal 2001 ventidue italiani uccisi in attentati jihadisti

Pubblicato il 17 gennaio 2016 da redazione

15 gennaio 2016, Ouagadougou, Burkina Faso: nell'attacco al ristorante Cappuccino muore il bambino Michel Santomenna

15 gennaio 2016, Ouagadougou, Burkina Faso: nell’attacco al ristorante Cappuccino muore il bambino Michel Santomenna

ROMA. – Sono 22 i cittadini italiani (turisti, cooperanti, volontari, lavoratori espatriati) morti in attentati di stampo jihadista nel mondo dopo la data-spartiacque dell’11 settembre 2001. Dall’elenco sono esclusi i militari (compresi i 19 morti nell’attentato di Nassiriya, Iraq), i lavoratori, giornalisti o cooperanti rapiti e uccisi.
12 ottobre 2002, Bali, Indonesia: negli attentati alle discoteche muore Roberto Sbironi.
16 maggio 2003, Casablanca, Marocco: in uno di una serie di attentati muore Luciano Tadiotto.
30 maggio 2004, Al Khobar, Arabia Saudita: Antonio Amato muore nell’attacco di Al Qaida al residence.
7 ottobre 2004, Taba, Egitto: nell’attentato all’hotel Hilton muoiono le sorelle Jessica e Sabrina Rinaudo.
7 luglio 2005, Londra: negli attentati alla metropolitana muore Benedetta Ciaccia.
23 luglio 2005, Sharm El Sheikh, Egitto: nella serie di attentati muoiono Daniela Bastianutti, Paola Bastianutti, Giovanni Conti, Sebastiano Conti, Daniela Maiorana, Rita Privitera.
26 novembre 2008, Mumbai, India: nell’attacco agli hotel muore il pensionato Antonio Di Lorenzo.
13 febbraio 2010, Pune, India: una bomba in un ristorante uccide Nadia Macerini.
26 febbraio 2010, Kabul: in un attacco dei talebani muore il funzionario dell’Aise Pietro Antonio Colazzo.
18 marzo 2015, Tunisi: nell’attacco al Museo del Bardo perdono la vita i turisti italiani Giuseppina Biella e il marito Orazio Conte, Francesco Caldara e Antonella Sesino.
13 maggio 2015, Kabul: in un attacco dei talebani a una guest house resta ucciso Alessandro Abati.
28 settembre 2015, Dacca, Bangladesh: in un agguato rivendicato dall’Isis viene ucciso il cooperante Cesare Tavella.
13 novembre 2015, Parigi: nell’attacco al Bataclan muore Valeria Solesin.
15 gennaio 2016, Ouagadougou, Burkina Faso: nell’attacco al ristorante Cappuccino muore il bambino Michel Santomenna.

Ultima ora

07:14Corea Nord: esercitazione Giappone-Usa in Mare Filippine

TOKYO - Esercitazione congiunta con la Marina giapponese nel Mare delle Filippine per la portaerei americana Uss Carl Vinson nel suo viaggio verso la penisola coreana. La Marina statunitense ha annunciato che due cacciatorpedinieri giapponesi hanno raggiunto oggi la Vinson e due altre navi da guerra americane mentre queste ultime unita' stanno proseguendo il loro viaggio verso nord nell'Oceano Pacifico occidentale. I cacciatorpedinieri della Marina giapponese hanno lasciato il porto di Sasebo venerdi' per unirsi al gruppo navale statunitense guidato dalla Vinson. Il gruppo americano comprende anche un incrociatore lanciamissili e un cacciatorpediniere lanciamissili.

05:23Trump chiama Abe e Xi, punto sulla Corea del Nord

NEW YORK - Giro di telefonate di Donald Trump, molto probabilmente per fare il punto sulla situazione della Corea del Nord. Nelle prossime ore - informa la Casa Bianca - il presidente americano sentira' sia il premier giapponese Shinzo Abe sia il presidente cinese Xi Jinping.

01:03Morto cardinal Nicora, ex presidente Aif e inventore 8xmille

(ANSA) - ROMA, 22 APR - Il cardinale Attilio Nicora, primo presidente dell' Aif, organismo di controllo delle finanze vaticane e 'inventore' dell' 8xmille, è morto questa sera alla clinica Pio XI di Roma, dove era ricoverato. Nato a Varese il 6 marzo 1937, aveva 80 anni compiuti da poco. Nicora fu uno degli artefici della revisione del Concordato firmata il 15 novembre 1984 con l'allora governo Craxi e, dal 2002 è stato presidente dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (Apsa). Fatto cardinale nel 2003 da Giovanni Paolo II, nel 2005 partecipò al conclave che ha eletto papa Benedetto XVI, che nel 2011 lo nominò primo presidente dell'Autorità di Informazione Finanziaria, l' organismo voluto dall'attuale papa emerito per controllare ogni operazione finanziaria vaticana, adeguando la Città del Vaticano alle nuove norme antiriciclaggio introdotte dall'Unione europea, ruolo che lascerà pochi mesi dopo. Il 16 marzo 2017, al compimento del suo ottantesimo anno, era uscito dal novero dei cardinali elettori.

00:56Bimbo lanciato per incendio, per lui è morte cerebrale

(ANSA) - GENOVA, 23 APR - E' stata dichiarata la morte cerebrale per il bambino di sei anni e mezzo lanciato dal padre dalla finestra nel tentativo di salvarlo dalle fiamme, caduto rovinosamente da un telo che avrebbe potuto salvarlo. Lo ha fatto sapere la direzione sanitaria dell'ospedale Gaslini di Genova, dove è ricoverato. Una commissione medico legale dovrà ora monitorare le sue condizioni e dichiararne il decesso se entro sei ore non saranno riscontrate attività vitali. La madre, ricoverata con lievi ferite ma in stato di choc, ha già concesso l'autorizzazione all'espianto degli organi, ma la procedura per la donazione non potrà essere concretamente avviata prima di domani mattina, sempre che non si riscontrino segni vitali. La donna ha concesso il benestare dal letto dell'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena. Il marito è ancora in coma all' ospedale Galliera di Genova.

00:33Calcio:Pioli’abbiamo toccato fondo, questa non è mia Inter’

(ANSA) - FIRENZE, 22 APR - "Dobbiamo capire perché è successo quello che è successo. Quella del secondo tempo non può essere la mia squadra, che ha fatto bene fino a domenica scorsa. La squadra aveva giocato fino alla fine, ma oggi l'abbiamo fatto solo per 45'. Poi c'è stato il blackout inspiegabile". Così Stefano Pioli ha spiegato il pesante ko dell'Inter a Firenze contro la Fiorentina per 5-4, dopo essere stata in vantaggio per 2-1 e sembrava controllare la gara. Pioli ha parlato ai media dopo una lunga riunione negli spogliatoi del Franchi, mentre i giocatori salivano sul pullman, assieme a Piero Ausilio, Giovanni Gardini, Steven Zhang e Javier Zanetti Pioli ha poi sottolineato che: "Dobbiamo lavorare meglio, e far sì che queste cinque partite ci facciano concludere il campionato per bene. Io in discussione? Sono responsabile della prestazione di stasera, così come lo sono i giocatori. Dall'Atalanta in poi non abbiamo messo il giusto atteggiamento mentale''.

23:52Calcio: Sousa, la Fiorentina ha meritato la vittoria

(ANSA) - ROMA, 22 APR - "Abbiamo fatto una bella partita, tra due squadre che hanno provato a vincere. Alla fine credo che i ragazzi abbiano meritato questa vittoria, per la rimonta dopo lo svantaggio della prima frazione''. A Premium Sport, l'allenatore della Fiorentina Paulo Sousa commenta così il tennistico 5-4 contro l'Inter: ''Bernardeschi era dispiaciuto per il rigore, ma non l'ho cambiato per quello: avevo semplicemente bisogno di un giocatore più fresco. Io più silenzioso in panchina? Solo perché ho un po' di febbre, non ci sono altre spiegazioni. Obiettivo Europa? Noi lavoriamo sempre per migliorare, lo facciamo dall'inizio del campionato e vogliamo farlo fino all'ultima partita''. Quanto le voci di mercato su Bernardeschi possono turbare l'ambiente? ''Federico - spiega il tecnico della Fiorentina - è maturo, è cresciuto molto ma deve ancora farlo: migliorerà sempre".

23:17Serie A: festival gol al Franchi, Fiorentina batte Inter 5-4

(ANSA) - ROMA, 22 APR - Festival del gol al Franchi di Firenze nel secondo dei due anticipi della 33/a giornata del campionato di calcio di Serie A. La Fiorentina ha superato l' l'Inter 5-4 (1-2) grazie alle doppiette di Vecino (23' pt e 19' st) e Babacar (25' e 34' st) e al gol di Astori (17' st). Per l'Inter gol di Perisic (28' pt) e tripletta di Icardi (34' pt, 43' 47' st).

Archivio Ultima ora