Spagna: al via consultazioni re Felipe su nome premier

Pubblicato il 18 gennaio 2016 da ansa

(ANSA) – MADRID, 18 GEN – Re Felipe VI di Spagna ha avviato le consultazioni con i partiti rappresentati in Parlamento in vista della designazione del candidato premier che tenterà per primo, in un quadro politico bloccato, di ottenere l’investitura del Congresso dei Deputati. La situazione politica, dopo le legislative del 20 dicembre che hanno portato ad un Congresso frammentato e senza maggioranze chiare, rimane complicata. Il premier uscente Mariano Rajoy, leader del Pp, arrivato primo con 123 seggi su 350 davanti al Psoe di Pedro Sanchez (90), a Podemos di Pablo Iglesias (69) ed a Ciudadanos di Albert Rivera (40) per ora si è scontrato con i ‘no’ di socialisti e post-indignados a una Grande Coalicion. Felipe inizia con i partiti nazionalisti più piccoli. Intanto un sondaggio pubblicato da El Pais indica che il 61% degli spagnoli non vuole un ritorno a breve alle urne e auspica un accordo fra i partiti che eviti nuove elezioni.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

08:06Wp, legali Trump studiano come minare l’inchiesta Russiagate

(ANSA) - WASHINGTON, 21 LUG - Alcuni degli avvocati che assistono il presidente Donald Trump stanno esplorando modi per limitare o minare l'inchiesta del procuratore speciale Robert Mueller sul cosiddetto 'Russiagate', nel tentativo di montare il caso su quanto presumono costituisca conflitto di interesse. Lo scrive il Washington Post citando fonti informate, secondo cui inoltre i legali di Trump stanno esaminando i termini della facolta' del presidente di concedere amnistia. Per il New York Times componenti della squadra del presidente, tra avvocati e collaboratori, stanno passando al setaccio il vissuto professionale e politico degli investigatori che collaborano con il procuratore speciale.

07:58Venezuela: ucciso manifestante 24enne in periferia Caracas

(ANSA) - CARACAS, 20 LUG - Un giovane manifestante è morto e almeno altri due sono rimasti feriti oggi dopo essere stati raggiunti da spari di arma da fuoco nel quartiere di Santa Eulalia, a Los Teques, una zona popolare nell'hinterland di Caracas. La notizia, diffusa da vari media locali, è stata confermata dalla deputata Delsa Solorzano, che ha identificato la vittima come Ronney Tejera, di 24 anni. Si tratta della 96/a persona uccisa dall'inizio delle proteste antigovernative che si susseguono in Venezuela da inizio aprile. Fonti locali citate dalla stessa Solorzano hanno indicato che "uomini vestiti di nero" e presunti agenti della polizia hanno aperto il fuoco contro un gruppo nel quale si trovava Tejera e gli altri manifestanti che sono rimasti feriti.

07:50Gerusalemme: Città vecchia chiusa a chi ha meno 50 anni

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 LUG - La polizia di Gerusalemme ha adottato misure di emergenza per prevenire disordini oggi durante le preghiere del venerdi'. In particolare - ha reso noto una portavoce - l'ingresso in Citta' Vecchia e alla Spianata delle moschee sara' limitato ai musulmani di eta' superiore ai 50 anni, mentre per le donne non ci sono limitazioni. ''Sappiamo - ha precisato - che elementi estremisti vogliono infrangere l'ordine pubblico ricorrendo a violenze''. Ieri in quella zona si sono verificati incidenti. Intanto il governo israeliano ha deciso che i metal detector alla Spianata delle Moschee restano.

07:45Gerusalemme: Città vecchia chiusa a chi ha meno 50 anni

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 LUG - La polizia di Gerusalemme ha adottato misure di emergenza per prevenire disordini oggi durante le preghiere del venerdi'. In particolare - ha reso noto una portavoce - l'ingresso in Citta' Vecchia e alla Spianata delle moschee sara' limitato ai musulmani di eta' superiore ai 50 anni, mentre per le donne non ci sono limitazioni. ''Sappiamo - ha precisato - che elementi estremisti vogliono infrangere l'ordine pubblico ricorrendo a violenze''. Ieri in quella zona si sono verificati incidenti. Intanto il governo israeliano ha deciso che i metal detector alla Spianata delle Moschee restano.

07:41Terremoto Kos: anche piccolo tsunami

(ANSA) - KOS (GRECIA), 21 LUG - Alcuni testimoni oculari sull'isola di Kos hanno visto il mare ''gonfiarsi'' dopo la scossa di terremoto di magnitudo 6.7 che nella notte ha provocato anche uno tsunami circoscritto. Le autorita' avevano avvertito in effetti della possibilita' di un piccolo maremoto dopo il sisma dell'1.30 della notte ora locale. L'acqua ha invaso una strada di fronte al mare e parte dell'abitato principale dell'isola, dove si trova anche la ''citta' vecchia''. Un'imbarcazione e' stata spinta sulla strada principale e diverse automobili si sono scontrate fra loro a causa dell'innalzamento del livello dell'acqua.

07:32Terremoti: Kos, soccorsi cercano persone intrappolate

KOS (GRECIA) - I soccorritori stanno cercando di recuperare persone intrappolate nell'isola greca di Kos dove un terremoto di magnitudo 6,7 ha colpito l'area nella notte. Le autorita' hanno confermato la morte di due persone mentre circa altre 30 sono ferite. Il sindaco di Kos Giorgos Kyritsis ha detto ai media locali che le costruzioni nel centro della localita' turistica sono state danneggiate ma quelle situate nel resto dell'isola sembrano non aver subito danni.

07:16Terremoti: scossa 6,7 in Mar Egeo, due morti a Kos

ATENE - Due persone sono morte e una dozzina sono rimaste ferite nell'isola greca di Kos, nel mar Egeo, a causa di una scossa di terremoto di magnitudo 6,7 che ha colpito la citta' turca di Bodrum (l'antica Alicarnasso), la costa turca meridionale e le vicine isole greche. La notizia e' riportata fra l'altro dal Daily Mail on line, che parla anche di un'allerta tsunami.

Archivio Ultima ora