Rapporto shock dell’Onu, 19.000 civili morti in Iraq

Pubblicato il 19 gennaio 2016 da redazione

Iraqi men inspect the damage to their house after a mortar attack as Arbain is observed in Karbala, Iraq, 12 December 2014.  EPA/ALAA AL-SHEMAREE

Iraqi men inspect the damage to their house after a mortar attack as Arbain is observed in Karbala, Iraq, 12 December 2014. EPA/ALAA AL-SHEMAREE

BAGHDAD/BEIRUT. – Almeno 19mila civili uccisi, migliaia di donne ridotte in schiavitù, oltre 3 milioni di sfollati di cui un milione di bambini in età scolare: sono queste le cifre “sconcertanti” che danno un’idea del prezzo pagato dalla popolazione irachena in quasi due anni di guerra contro l’Isis, secondo un rapporto reso noto dall’Onu, che punta il dito anche contro le forze governative e le milizie loro alleate.

Il rapporto, realizzato dalla missione di assistenza delle Nazioni Unite per l’Iraq (Unami) e dall’ufficio dell’Alto commissario per i diritti umani (Ohchr), prende in considerazione il periodo che va dal primo gennaio del 2014 al 31 ottobre 2015 e si basa sui racconti di vittime e testimoni.

Ma il numero delle vittime potrebbe essere sottostimato rispetto a quello reale. Inoltre, afferma l’Alto commissario per i diritti umani, Zeid Raad al Hussein, “anche questi dati osceni sulle perdite non riescono a riflettere esattamente quanto terribili siano le sofferenze dei civili in Iraq” perché molti altri “sono morti per il mancato accesso al cibo, all’acqua e alle cure mediche”.

Nei 22 mesi a cui si riferisce il rapporto i civili uccisi risultano essere stati 18.802 e i feriti 36.245. Ma ancora oggi, sottolineano le Nazioni Unite, nonostante le sconfitte subite sul terreno, “il cosiddetto Stato islamico continua a commettere violenze sistematiche e diffuse”. Atti che, “in alcuni casi, sono crimini di guerra, crimini contro l’umanità e forse genocidio”.

Circa 3.500 persone, soprattutto donne e bambini della minoranza Yazidi, sono “attualmente detenute in schiavitù”. A Mosul 800-900 bambini e adolescenti sono stati sottratti alle famiglie per essere sottoposti a corsi di istruzione religiosa e addestramento militare. Mentre testimoni hanno riferito di bambini-soldato uccisi perché fuggivano dai combattimenti nella provincia occidentale di Al Anbar.

L’Onu denuncia inoltre le esecuzioni capitali trasformate in “orribili spettacoli pubblici”, nelle quali i condannati sono stati “decapitati, bruciati vivi, schiacciati con bulldozer, o gettati dall’alto di edifici”.

Ma tra le violenze denunciate vi sono anche rappresaglie compiute da milizie alleate all’esercito di Baghdad, tra le quali formazioni sciite, con uccisioni o sequestri di civili in aree strappate al controllo dell’Isis e sospettati di essere collaborazionisti, in particolare nelle province di Salahuddin e di Diyala.

Il primo ministro Haidar al Abadi, sciita, ha compiuto una visita a Moqdadiya, nella provincia di Diyala, per condannare le violenze perpetrate la settimana scorsa da membri di milizie sciite contro moschee e civili sunniti per vendetta, dopo un doppio attentato dell’Isis che aveva provocato venti morti. Il rapporto dell’Onu, tuttavia, sottolinea che molti civili sono morti anche sotto i bombardamenti delle forze governative.

Numerose anche le fosse comuni scoperte, e non solo in aree già sotto il controllo dello Stato islamico. Nei pressi della città di Bassora, nel Sud del Paese, ne è stata trovata una contenente i resti di 377 persone, compresi bambini e donne, apparentemente uccise durante la sollevazione degli sciiti del 1991, repressa nel sangue da Saddam Hussein.

(Alberto Zanconato/Ansa)

Ultima ora

00:58Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:55Calcio: Var irrompe in Fa cup e regala un gol al Leicester

(ANSA) - LONDRA, 16 GEN - Svolta storica nel calcio inglese dove, per la prima volta, un gol è stato assegnato con l'ausilio della Var, sperimentata nella Fa cup nell'attesa della sua introduzione anche in Premier League. Durante la partita fra Leicester e Fleetwood Town (squadra di III Divisione), vinta dalle 'Foxes' 2-0 e valida per il terzo turno, l'arbitro ha fatto ricorso al sussidio tecnologico e, dopo avere annullato in un primo momento la rete del 2-0 firmata da Kelechi Iheanacho, dopo 70" di consultazione, ha ribaltato la propria decisione, concedendo il gol del raddoppio che era stato realizzato al 32' del secondo tempo. Una rivoluzione nella terra dove è nato il calcio. Un "grazie" con tanti punti esclamativi è apparso sull'account Twitter ufficiale del Leicester. (ANSA).

00:51Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:33Calcio: doppio Balo non basta, 2-2 in derby Costa Azzurra

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Una doppietta di Balotelli non basta al Nizza per aggiudicarsi in trasferta il derby della Costa Azzurra. Sul terreno del Louis II, a Montecarlo, finisce 2-2 con il Monaco, passato in vantaggio con Diakhaby (33'), ma raggiunto al 2' st e superato al 23' st dall'attaccante italiano, ora a quota 9 gol. Al 48' st Radamel Falcao mette tutti d'accordo e regala il definitivo 2-2 al Monaco. Nel tardo pomeriggio si erano disputate altre due partite della 21/a di Ligue 1: il Bordeaux è stato sconfitto in casa 2-0 dal Caen, in vantaggio al 44' st con Santini su rigore; il raddoppio è arrivato in pieno recupero, al 49', con Rodelin. Il Marsiglia, invece, ha sfruttato il fattore campo e superato 2-0 lo Strasburgo: gol di N'Jie al 34' st e Payet al 43' st. Nuova classifica: Paris Saint-Germain punti 53; Marsiglia 44; Monaco 43; Lione 42; Nantes; Nizza 31; Guincamp 39; Caen e Montpellier 27; Digione 25; Stade Rennais 25; Strasburgo 24; Bordeaux e Saint-Etienne 23; Lilla 22; Amiens e Troyes 21; Angers e Tolosa 19; Metz 12.(ANSA).

00:27Medico Casa Bianca, la salute di Trump è ottima

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - La salute di Donald Trump complessivamente è eccellente: lo ha detto il controammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, in un briefing sul primo checkup medico del presidente effettuato venerdì scorso. Anche la salute cardiaca è eccellente, ha aggiunto l'ufficiale medico, secondo cui Trump ha fortissime probabilità di completare il suo mandato senza problemi medici. Jackson ha fornito nel corso del briefing alcuni dati della visita: il presidente pesa 239 libbre (108,4 kg) mentre la sua pressione del sangue è 122/74. Donald Trump ha superato "estremamente bene" anche gli esami cognitivi (30 su 30), ha detto il medico. Se ci fosse stata la presenza dell'Alzheimer o di altri problemi mentali, ha aggiunto, i test lo avrebbero rivelato.

00:00Calcio: Ronaldinho si ritira, partita d’addio dopo Mondiali

(ANSA-AP) - SAN PAOLO (BRASILE), 16 GEN - Il fratello e agente del vincitore del Pallone d'Oro 2005, Roberto Assis, ha dichiarato che Ronaldinho lascia il calcio professionistico. Assis ha detto che la partita d'addio del fratello, che oggi ha 37 anni, molto probabilmente verrà disputata dopo la fine della Coppa del mondo in Russia, prevista il 15 luglio. Nel luglio dell'anno scorso, Ronaldinho, al termine di una partita-esibizione disputata in Cecenia, dichiarò che ormai si sentiva troppo vecchio per un certo tipo di calcio. 'Ronnie' aveva disputato l'ultima partita da professionista nel 2015, in Brasile, con la maglia del Fluminense. Nel corso della carriera ha vinto un titolo mondiale, nel 2002, una Champions con il Barcellona nel 2006 e il Pallone d'Oro. Ha pure giocato in Italia, con la maglia del Milan.

23:14Usa tagliano metà fondi all’agenzia Onu per i palestinesi

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - L'amministrazione Trump ha annunciato oggi di aver tagliato 65 dei 125 milioni di dollari destinati alla Unrwa, l'agenzia dell'Onu che assiste i profughi palestinesi. Lo rende noto il dipartimento di stato Usa in una lettera nella quale chiede all'agenzia un "riesame fondamentale" della sua attività. I restanti 60 milioni saranno erogati per impedire che l'Unrwa finisca il cash entro fine mese e chiuda. Era stato il presidente Donald Trump a minacciare il taglio dei fondi ai palestinesi se non fossero tornati al tavolo dei negoziati di pace con Israele.

Archivio Ultima ora