Riforma in Aula, l’opposizione fa un maratona notturna

Pubblicato il 19 gennaio 2016 da redazione

Il ministro delle Riforme Boschi (Ansa)

Il ministro delle Riforme Boschi (Ansa)

ROMA. – Il voto sul ddl Boschi è ormai scontato. La terza lettura deve solo confermare un testo che ha già superato nel merito il vaglio di Camera e Senato. E non si attendono sorprese. Ma le opposizioni vogliono comunque far sentire la propria voce e “inchiodano” i senatori ad una discussione generale che dura l’intera notte.

“I tempi non sono contingentati – avverte il presidente di Palazzo Madama, Pietro Grasso, a inizio seduta – e gli iscritti a parlare in Aula sono 93, pertanto i lavori dell’Aula vanno avanti”. E “avanti” significa che “armonizzando al massimo i lavori” e “dando la possibilità a tutti di intervenire” si può “andare avanti fino alle 7,30 del mattino” per arrivare a sospendere i lavori per un paio d’ore “e riprendere alle 9.30” fino alle 16. Per un monte complessivo di 25 ore di dibattito.

Qualsiasi cosa accada, poi, “alle 17 cominciano le dichiarazioni di voto alle quali seguirà il voto”, così come deciso dalla Conferenza dei capigruppo. E “quest’ennesimo paletto” messo dalla maggioranza all’iter della riforma fa andare su tutte le furie l’opposizione che parla, come fa la presidente del gruppo Misto-Sel Loredana De Petris, apertamente di “tagliola”.

Ma non è la “maratona oratoria” l’unica forma di protesta messa in campo da chi contesta una “riforma costituzionale pasticciata che – sottolineano i Cinque Stelle – mette il Paese a rischio di una deriva autoritaria”.

Poche ore prima del voto finale dell’Aula, tutti i vari comitati del “no” per il referendum costituzionale sfileranno, infatti, nella Sala Nassirya di Palazzo Madama in ben tre diverse conferenze stampa. Comincerà quello di natura popolar-centrista che ha tra i politici di riferimento Mario Mauro (Gal) e Carlo Giovanardi (Idea) alle 12. Seguiranno quello di sinistra guidato da Sel alle 14 e quello del centrodestra, con i capigruppo di FI, Lega e FdI alle 14.30.

Tutti per dire “forte e chiaro” il proprio no ad un provvedimento “pericoloso e scritto male” e per annunciare battaglia contro il ddl Boschi nel referendum che dovrà dire la parola definitiva sulla riforma che trasforma il bicameralismo paritario.

E il fronte del “no” si “arricchisce anche di new entry come quella di Gaetano Quagliariello, ex “saggio” nominato da Napolitano per cambiare la Carta del ’48 ed ex ministro delle Riforme, ora fondatore di “Idea”: forza politica formata per lo più da ex Ncd. Per lui, spiega, si tratta di “una scelta sofferta”, ma non può fare altrimenti visto che comunque “un problema di equilibrio costituzionale” esiste eccome con questo ddl.

I più agguerriti, nella “notte bianca della democrazia” (come viene ribattezzata sul blog di Grillo), sono i 5 stelle che in ogni loro intervento attaccano “la madre costituente”, cioè il ministro Maria Elena Boschi, seduta ai banchi del governo insieme al sottosegretario Luciano Pizzetti, non solo per il provvedimento che prende il suo nome, ma anche per via del padre Pier Luigi Boschi coinvolto nell’inchiesta su Banca Etruria, vicenda per la quale i pentastellati presentano contro Boschi e Renzi una mozione di sfiducia.

(di Anna Laura Bussa/ANSA)

Ultima ora

22:34Calcio: Bernardo Silva dal Monaco al Manchester City

(ANSA) - MANCHESTER, 26 MAG - Bernardo Silva, nazionale portoghese di 22 anni, passa dal Monaco al Manchester City. Durata del contratto e costo dell'operazione non sono stati resi noti, ma i media inglesi ipotizzano una affare da circa 43 milioni di sterline. Con la maglia del Monaco, Silva ha vinto quest'anno il campionato francese e raggiunto le semifinali di Champions. E' un rinforzo fortemente voluto dal tecnico Pep Guardiola, che ha concluso la prima stagione al City senza vincere trofei. Il centrocampista ha già superato le visite mediche e dal primo luglio sarà a tutti gli effetti a disposizione di Guardiola.

22:31Egitto: autorità, colpite basi miliziani in est Libia

(ANSA-AP) - IL CAIRO, 26 MAG - Responsabili egiziani hanno riferito stasera che aerei da combattimento egiziani hanno compiuto raid e hanno colpito basi di miliziani nell'est della Libia. Si tratta, hanno detto, della risposta al sanguinoso attentato compiuto oggi contro i cristiani copti egiziani. Il presidente Abdel Fattah al Sisi ha rivolto un appello al presidente Usa, Donald Trump, perché prenda la guida della lotta al terrorismo. "Rivolgo il mio appello al presidente Trump: io mio fido di te, della tua parola e della tua capacità di fare della lotta al terrorismo globale il tuo obiettivo principale". Sisi ha poi ripetuto il suo appello a punire i Paesi che finanziano, armano o addestrano i terroristi.

21:47Calcio: Mandzukic a riposo, col Bologna c’è Sturaro

(ANSA) - TORINO, 26 MAG - Niente Bologna per Mario Mandzukic, a cui mister Allegri dovrebbe concedere un turno di riposo in vista della finale Champions di Cardiff. Al suo posto al Dall'Ara dovrebbe esserci Sturaro. Questa l'indicazione emersa al termine dell'allenamento svolto dalla Juventus nel pomeriggio.

21:42Blue Whale: Procura Udine indaga su presunto caso in Friuli

(ANSA) - UDINE, 26 MAG - La Procura di Udine ha aperto un fascicolo per "istigazione al suicidio a carico di ignoti" per un sospetto caso di Blue Whale, la sfida delle 50 prove in 50 giorni che istigherebbe gli adolescenti fino al suicidio. La vicenda coinvolgerebbe una ragazzina friulana. Lo si apprende dal Procuratore di Udine, Antonio De Nicolo. Stando agli elementi emersi finora, la minore coinvolta sarebbe ancora nella fase iniziale della sfida, che comincia con la sveglia alle 4 del mattino e la visione di film horror per arrivare fino al suicidio gettandosi dal palazzo più alto della città, dopo le ferite autoinferte con un temperino per tatuarsi una balena sul braccio, da cui il nome di Blue Whale. E' stato lanciato dai genitori l'allarme sul quale stanno indagando la Procura della Repubblica di Udine e la Polizia Postale. La ragazzina vive in provincia di Udine e ha 13 anni. I genitori hanno notato un tatuaggio, simile a quello del Blue Whale, sul braccio della figlia.

21:12Terrorismo: Minniti, sbaglio fare scambio sicurezza-libertà

(ANSA) - TODI (PERUGIA), 26 MAG - "E' fondamentale tenere insieme due principi, quello di garantire la sicurezza dei cittadini ma anche la loro libertà. Non è possibile fare uno scambio tra sicurezza e libertà, sarebbe la cosa più sbagliata di questo mondo": lo ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti, intervenendo oggi a Todi ad un incontro a sostegno del candidato a sindaco del centro sinistra Carlo Rossini. presente anche la presidente della Regione Catiuscia Marini. Soffermandosi sul tema del terrorismo il ministro ha detto che "sicurezza e libertà devono essere due termini strettamente connessi" perché al cittadino non "serve avere una sicurezza che lo isola e che non gli permette di vivere serenamente la sua vita". (ANSA).

21:11Ariana Grande tornerà a Manchester per concerto beneficienza

(ANSA) - LONDRA, 26 MAG - La cantante americana Ariana Grande tornerà a Manchester per un concerto di beneficienza per le vittime dell'attacco avvenuto lunedì scorso all'Arena al termine di uno dei suoi concerti nella città britannica. Lo ha reso noto la stessa cantante su Twitter. "Ritornerò in questa incredibile e coraggiosa città di Manchester per passare del tempo con i miei fan e per un concerto di beneficienza in onore e per raccogliere soldi per le vittime e le loro famiglie", ha cinguettato la cantante. Grande ha poi precisato che sta lavorando sui dettagli del nuovo appuntamento e "appena saranno confermati li condividerà", aggiungendo che il suo "cuore, le preghiere e le sue più sincere condoglianze vanno alle vittime dell'attacco".

21:09Processo Juve: Pecoraro “Io non ho chiesto patteggiamento”

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - "La Procura, costituendo l'accusa, non poteva fare alcuna proposta di patteggiamento": il procuratore federale, Giuseppe Pecoraro, precisa all'Ansa i termini di quanto avvenuto oggi nella prima udienza del processo sportivo a carico della Juventus e del presidente Andrea Agnelli per la vicenda legata alla vendita di biglietti e rapporti con gli ultras. "La Procura - spiega Pecoraro - si è esclusivamente confrontata con la Juventus per cercare una soluzione accoglibile da entrambe la parti. Il confronto è stato sospeso nel momento in cui la Juventus ha richiesto un rinvio per poter riflettere sulle varie soluzioni di carattere generale che la parti hanno prospettato", ha concluso.

Archivio Ultima ora