Carceri: risarciti due detenuti reclusi in spazi angusti

(ANSA) – GENOVA, 20 GEN – Due ex-detenuti hanno ottenuto dal Tribunale di Genova, in sede civile, risarcimenti per 4.300 e 4.900 euro da parte del Ministero di Grazia e giustizia, per essere stati reclusi in celle troppo piccole. I due usufruivano di uno spazio inferiore ai 3 metri quadri ciascuno, limite minimo fissato da sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo. Lo rivela l’avvocato del Foro di Genova Alessandra Ballerini. Le due sentenze arrivate a giudizio, anche grazie a una nuova normativa italiana, prevedono un risarcimento di 8 euro per ogni giorno passato in una cellula troppo piccola. La condanna quindi prevede 4.300 euro di risarcimento per un detenuto recluso nel carcere milanese di San Vittore (Milano) e in quello di Cremona per un totale di 541 giorni; e 4.900 euro per un altro detenuto per 615 giorni, nelle carceri liguri di Marassi (Genova) e Chiavari. Le sentenze prevedono anche la condanna alla copertura delle spese legali. “I giudici civili hanno riconosciuto che gli spazi angusti in cui sono costretti a vivere molti reclusi sono contrari al senso di umanità e diventano ‘condizioni umilianti e degradanti'”, spiega l’avvocato Ballerini che sta seguendo altri sei casi di questo tipo. (ANSA).

Condividi: