Bomba al Cairo in un covo dell’Isis, dieci morti

Pubblicato il 21 gennaio 2016 da redazione

Egyptian soldiers stand guard after clashes with Supporters of the Muslim Brotherhood , in the Al-Haram neighborhood of Giza, Egypt, 14 August 2014. EPA/KHALED ELFIQI

Egyptian soldiers stand guard after clashes with Supporters of the Muslim Brotherhood , in the Al-Haram neighborhood of Giza, Egypt, 14 August 2014. EPA/KHALED ELFIQI

IL CAIRO. – L’Isis arriva al Cairo. A ridosso del quinto anniversario della rivoluzione egiziana, dieci persone, per la maggior parte poliziotti, sono morte per l’esplosione di ordigno che agenti stavano manipolando in un appartamento nella parte ovest della capitale. Un “covo” che, secondo l’esito le prime indagini, era occupato da terroristi egiziani dello Stato islamico.

Le vittime sono sette poliziotti e tre civili e ci sono anche 13 feriti, ha annunciato la Procura precisando che tra le vittime c’è almeno un ufficiale di polizia. Seguendo una soffiata gli agenti avevano fatto irruzione in un appartamento della circoscrizione di Giza a caccia di terroristi. Come talvolta accade, e come si desume dai resoconti ufficiali, i poliziotti non hanno atteso gli artificieri rimanendo investiti dall’esplosione che ha creato devastazione anche fuori dello stabile e l’evacuazione di tre edifici vicini.

Il ministero dell’Interno ha dichiarato che gli agenti erano sulle tracce di “Fratelli musulmani”, quindi affiliati l’organizzazione che nel 2013 era giunta al potere con controverse elezioni ma che poi una rivolta popolare guidata dai militari aveva defenestrato e messo al bando quale organizzazione terroristica.

Un affidabile sito egiziano però scrive che i terroristi dell’appartamento nel quartiere di Marioutiya appartengono al gruppo “Ansar Beit el-Maqdes”, la formazione che da oltre due anni e mezzo conduce una guerriglia da centinaia di morti nel nord del Sinai e che si è affiliata all’Isis nel novembre scorso 2014.

Nell’appartamento devastato dall’esplosione è stato rinvenuto un laptop con foto di possibili obiettivi di attentati: un commissariato, la Prefettura di Giza e poliziotti. Ribattezzatisi “Welayet Sinai”, i jihadisti avrebbero rivendicato nelle ore precedenti l’uccisione di cinque poliziotti a un posto di blocco di Al Arish, nel nord della strategica penisola al confine con Israele e delimitata dal Canale di Suez.

Se confermato, la bomba di Giza sarebbe un segnale che l’Isis non si limita a combattere nel Sinai (dove in ottobre ha rivendicato l’abbattimento dell’aereo carico di turisti russi dando un colpo al turismo, vitale per l’Egitto) ma ora punta con decisione anche sul Cairo. Il raid era uno dei circa 5.000 condotti in questi giorni per impedire che i Fratelli musulmani organizzino proteste contro il presidente ed ex-generale Abdel Fattah Al Sisi in occasione del 25 gennaio, il giorno di inizio della rivolta che a febbraio 2011 portò alla caduta dell’ultratrentennale rais Hosni Mubarak.

Soprattutto nei due anni passati le manifestazioni erano degenerate in scontri con decine di morti (almeno 23 l’anno scorso e oltre 30 nel 2014 calcolando in entrambi i casi i turbolenti cortei anche della vigilia). Quest’anno fin da dicembre il ministero dell’Interno ha avvertito che non verrà tollerato alcun corteo e a Piazza Tahrir, l’epicentro della prima rivoluzione egiziana e della rivolta contro il presidente islamista Mohamed Morsi del luglio 2013, si svolgerà una celebrazione per la “Festa della polizia”.

(di Rodolfo Calò/ANSA)

Ultima ora

18:59Attacco Londra: Masood non legato all’Isis o Al Qaida

(ANSA) - LONDRA, 27 MAR - Scotland Yard ribadisce che l'attentatore di Londra Khalid Masood non era legato all'Isis o ad Al Qaida. Per la polizia di Londra inoltre, non è stato radicalizzato quando nel 2003 si trovava in carcere ma aveva un generico "interesse per la jihad".

18:46Spara e uccide padre, domani udienza per figlio 16enne

(ANSA) - PADOVA, 27 MAR - E' in programma domani l'udienza di convalida del fermo per omicidio volontario del 16enne che venerdì scorso nella sua abitazione di Selvazzano (Padova) ha fatto fuoco con un fucile contro il padre, Enrico Boggian, 52 anni, uccidendolo. Il giovane inizialmente aveva raccontato di essere tornato a casa e di averlo trovato privo di vita, ma dopo 16 ore di interrogatorio era crollato ammettendo di aver fatto fuoco contro il padre. Ai carabinieri ha raccontato però di essere andato a prendere il fucile custodito poco lontano, a casa dei nonni, "per fare uno scherzo", ovvero per spaventare il padre che stava riposando sulla poltrona della taverna. Il nonno del ragazzo è stato denunciato per omessa custodia dell'arma.

18:45Falso cieco condannato a 5 anni, guidava anche il trattore

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAR - Cieco per l'Inps, ma vedente per ospedali e ambulatori Asl dove andava per i controlli medici, così per un decennio ha continuato a percepire due assegni, uno per la cecità, l'altro come invalido civile anche per il diabete e l'obesità. Il tribunale di Firenze ha condannato un 70enne a 5 anni per reati di falso e truffa. Nelle indagini della tenenza della Gdf di Borgo San Lorenzo coordinate dal pm Paolo Barlucchi venne pure filmato mentre guidava con perizia un trattore a Vicchio, reato poi depenalizzato, e coglieva ciliegie. Il condannato 'giocava' su una reale 'retinopatia proliferante, poi curata con successo in modo risolutivo già dal 2001. Tuttavia alle commissioni mediche dell'Inps sosteneva di non essere in grado di vedere e veniva classificato come cieco. Condannato a sei mesi per falsa attestazione un parente, che talvolta lo accompagnava.

18:35Uccide figli e si suicida, forse motivi economici

(ANSA) - TRENTO, 27 MAR - Ci sarebbero difficoltà economiche alla base del gesto di Gabriele Sorrentino, l'uomo di 45 anni che a Trento ha ucciso due dei suoi tre figli - la terza era in gita scolastica - e poi si è tolto la vita lanciandosi da una roccia. L'uomo, hanno spiegato gli inquirenti, svolgeva delle attività finanziarie, lavorava in casa ed era normalmente in casa con i figli quando la moglie non c'era. I rapporti con la moglie erano ottimi. La donna avrebbe riferito che questa mattina la coppia avrebbe dovuto firmare il rogito per l'acquisto di un appartamento. Lei ad un certo punto sarebbe uscita ed avrebbe lasciato il marito a casa con i due figli; quando è rientrata, ha scoperto che i due bimbi erano stati uccisi. L'auto di Sorrentino è stata ritrovata dalle forze dell'ordine nel parcheggio di un albergo a Sardagna, una località sulla collina che sovrasta Trento; all'interno della vettura, un costoso suv, sul sedile posteriore erano fissati i seggiolini per i piccoli.

18:22Juve: Allegri twitta, complimenti a Sarri

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAR - ''Sinceri complimenti all'amico Maurizio per la Panchina d'oro, risultato che premia il lavoro quotidiano sul campo!''. Questo il tweet che Massimiliano Allegri ha postato per rallegrarsi con Sarri fresco vincitore del riconoscimento assegnato oggi dai colleghi a Coverciano. Il tecnico della Juventus, che ha vinto questo premio negli ultimi due anni, è stato battuto per tre voti (25 a 22) dal collega del Napoli. I due si affronteranno al San Paolo domenica prossima per il campionato e mercoledì 5 aprile per la semifinale di ritorno di Coppa Italia.

18:21Nato: venerdì ministeriale esteri, prima volta di Tillerson

(ANSA) - BRUXELLES, 27 MAR - La ministeriale esteri della Nato, inizialmente prevista per la prossima settimana (5-6 aprile), è stata anticipata a venerdì 31 marzo. Lo ha reso noto l'ufficio stampa dell'Alleanza Atlantica. Alla riunione parteciperà per la prima volta anche il nuovo Segretario di Stato Usa, Rex Tillerson, che nei giorni scorsi aveva fatto sapere di avere altri impegni per le date iniziali. L'anticipo della data permetterà quindi un confronto diretto, in una riunione in cui - a quanto si apprende - il focus principale sarà la preparazione del vertice straordinario della Nato che si terrà il 25 maggio a Bruxelles con la presenza di Donald Trump. In particolare, uno dei temi sarà il criterio di valutazione della partecipazione alle missioni e operazioni della Nato nell'ottica del 'riequilibrio degli oneri' e dell'aumento delle spese per la difesa, col ritorno al livello del 2% del Pil, chiesto con forza dall'amministrazione Usa agli alleati europei e al Canada.

18:19Calcio: Figc, Sibilia e Ulivieri vicepresidenti

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Il Consiglio federale della Federcalcio, riunitosi a Coverciano, ha eletto vice presidenti della Figc Cosimo Sibilia e Renzo Ulivieri. Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, in qualità di vice presidente più votato, assume la carica di vicario. Il consiglio ha votato all'unanimità la decadenza degli organi della Lega di serie A, presidente, vicepresidente e consiglio di Lega.

Archivio Ultima ora