Camerun: kamikaze fanno strage in un mercato, 30 morti

Pubblicato il 25 gennaio 2016 da redazione

boko_haram

ROMA. – Ennesima carneficina in Camerun, quasi sicuramente ad opera degli integralisti islamici nigeriani Boko Haram. Nella notte quattro kamikaze provenienti dalla Nigeria hanno attraversato senza problemi il confine e si sono fatti esplodere contemporaneamente, devastando un mercato e un’area commerciale limitrofa nella città di Bono, non lontano dalla frontiera. Le vittime, almeno 30, sono tutte civili inermi e tra loro ci sono donne e bambini che si aggiravano tra bancarelle e negozietti per i piccoli acquisti quotidiani.

Midjiyawa Bakari, governatore della regione situata nell’estremo nord del Camerun, ha detto che altre 65 persone, alcune in gravissime condizioni e con terribili mutilazioni, sono state ricoverate negli ospedali di Kousseri, località a due passi da N’Djamena, capitale del confinante Ciad.

“Sappiamo che i quattro attentatori suicidi sono arrivati dalla Nigeria – ha detto Bakari – Ora stiamo cercando di capire dove hanno passato la notte prima di attaccare il mercato”. Secondo il generale Jacob Kodji, comandante delle forze armate camerunensi, i quattro erano affiliati ai Boko Haram e potrebbero avere complici che li hanno aiutati ad attraversare il confine e che potrebbero essere ancora nella zona degli attentati.

“Li stiamo cercando – ha dichiarato – anche con l’impiego di soldati inviati appositamente in aiuto alle milizie di autodifesa locali”. Quello di oggi è il più sanguinoso attacco terrorista in Camerun da quando i fondamentalisti nigeriani dichiaratamente affiliati all’Isis hanno cominciato, nel 2013, a inviare kamikaze nel Paese che per anni li aveva invece “ospitati”, permettendo loro di stabilire basi e accampamenti di retrovia dove confluivano armi, automezzi e tutto ciò di cui avevano bisogno per preparare attentati e devastanti incursioni nel nord-est della Nigeria.

In meno di tre anni, da quando cioè il Camerun ha cambiato atteggiamento e con il Ciad, il Niger e il Benin ha affiancato la Nigeria nella lotta contro i Boko Haram, Yaoundè ha dovuto contare più di 1.200 morti, soprattutto tra i civili. E sempre più spesso anche in Camerun i kamikaze sono adolescenti e giovani donne. Solo quest’anno in gennaio, due giovanissimi si sono fatti saltare in aria in due moschee provocando rispettivamente 12 e 4 morti.

In Nigeria, dove gli sfollati sono ormai quasi due milioni e mezzo, sono invece ventimila le vittime della guerra scatenata sei anni fa dai Boko Haram contro il governo centrale e poi, con una esclation sempre più sanguinaria, contro tutto quanto non accetta la loro volontà di imporre la Sharia come legge universale.

(di Rossella Benevenia/ANSA)

Ultima ora

19:40Inchiesta Livia Tellus: sindaco Forlì, sono indagato

(ANSA) - BOLOGNA, 17 NOV - Il sindaco di Forlì, Davide Drei, ha comunicato in conferenza stampa di avere contattato tramite il suo legale la Procura della repubblica per verificare se vi fossero atti giudiziari nei suoi confronti. La Procura ha risposto affermativamente, comunicandogli di fatto un'informazione di garanzia per le ipotesi di reato di falso ideologico e abuso d'ufficio, riguardanti la vicenda già nota degli emolumenti degli amministratori di Livia Tellus, la Holding delle partecipate dei 15 comuni del comprensorio forlivese. Identici avvisi di garanzia nei giorni scorsi erano stati notificati a Gianfranco Marzocchi, presidente di Livia Tellus, e a Vittorio Severi, direttore generale del Comune di Forlì. (ANSA).

19:39Marzabotto: calciatore del saluto romano non va al Sacrario

(ANSA) - BOLOGNA, 17 NOV - Eugenio Luppi, il calciatore della Futa 65 (seconda categoria bolognese) che domenica scorsa a Marzabotto ha esultato dopo un gol con il braccio teso e mostrando una maglia nera col simbolo della Repubblica Sociale italiana, non andrà domenica al Sacrario di Monte Sole (teatro dell'eccidio nazista), diversamente da quanto annunciato. Dirigenti, allenatori e tutti gli altri giocatori della squadra alle 11 si troveranno invece nella sede del Comune di Marzabotto, per poi recarsi in visita al sacrario.(ANSA).

19:37Maltempo: crolla parte controsoffitto scuola nel Salento

(ANSA) - UGENTO (LECCE), 17 NOV - Le pioggia copiose di questi giorni hanno provocato lesioni e crolli del controsoffitto della scuola primaria comunale "Aldo Moro" di Ugento. La denuncia è del rappresentante d'istituto Gianfranco Coppola che si è rivolto allo Sportello dei Diritti per segnalare l'accaduto evidenziando come già da giorni si notassero infiltrazioni d'acqua nello stabile. I crolli sono avvenuti nell'atrio della scuola, questa mattina, durante l'orario delle lezioni, ma nessuno é rimasto ferito. La stessa area due anni fa era stata interessata da alcuni lavori di ristrutturazione.

19:30Biotestamento: Bonino, da Papa messaggio di compassione

(ANSA) - MILANO, 17 NOV - Quello di Papa Francesco "indubbiamente è un messaggio di compassione dal suo punto di vista rispetto a dolori non superabili, ma certamente è a favore di una spinta speriamo possibile sul testamento biologico". Così Emma Bonino ha commentato, a margine degli Stati Generali dell'immigrazione a Milano, le parole del Papa sul fine vita.

19:22Campo Progressista a Pd, no coalizione senza discontinuità

(ANSA) - ROMA, 17 NOV - "Per noi la discontinuità va presa seriamente. Senza discontinuità non ci può essere alcuna coalizione". Così il portavoce di Cp Alessandro Capelli all'ANSA, in vista dell'incontro domani tra Piero Fassino e Giuliano Pisapia. "Per noi sono fondamentali segnali già da ora: ius soli, fine vita, abolizione super ticket e segnali in manovra". Poi "perimetro della coalizione sia chiaro, senza vecchi o nuovi centro-destra" e "il candidato premier o il garante della coalizione deve essere scelto in modo condiviso".

19:22Protesta migranti: trovata soluzione, 150 già ricollocati

(ANSA) - VENEZIA, 17 NOV - La Prefettura di Venezia ha trovato la soluzione per redistribuire in altre strutture diverse dal Cpt di Cona i 240 migranti che da giorni stanno dando vita ad una marcia di protesta. Lo ha confermato all'ANSA il Prefetto Carlo Boffi. Del gruppo che la notte scorsa ha dormito nelle sale parrocchiali di Mira (Venezia), 151 sono già partiti con pullman, scortati dalle forze dell'ordine, per altre destinazioni, sparse sul territorio regionale. Per gli altri 90 la Prefettura sta continuando a lavorare, sempre nell'ottica di un'accoglienza diffusa. Il gruppo più numeroso sarà accolto in provincia di Venezia; una decina di richiedenti asilo saranno ospitati in strutture delle Diocesi.

19:08M5s: vertice Grillo-Casaleggio con big Movimento

(ANSA) - MILANO, 17 NOV - Beppe Grillo è arrivato alla sede della Casaleggio Associati dove il M5s è riunito con il suo stato maggiore per organizzare la campagna elettorale per le politiche. Alla riunione, oltre a Davide Casaleggio, partecipano Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista, Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede nonché lo staff della comunicazione pentastellata.

Archivio Ultima ora