Camerun: kamikaze fanno strage in un mercato, 30 morti

Pubblicato il 25 gennaio 2016 da redazione

boko_haram

ROMA. – Ennesima carneficina in Camerun, quasi sicuramente ad opera degli integralisti islamici nigeriani Boko Haram. Nella notte quattro kamikaze provenienti dalla Nigeria hanno attraversato senza problemi il confine e si sono fatti esplodere contemporaneamente, devastando un mercato e un’area commerciale limitrofa nella città di Bono, non lontano dalla frontiera. Le vittime, almeno 30, sono tutte civili inermi e tra loro ci sono donne e bambini che si aggiravano tra bancarelle e negozietti per i piccoli acquisti quotidiani.

Midjiyawa Bakari, governatore della regione situata nell’estremo nord del Camerun, ha detto che altre 65 persone, alcune in gravissime condizioni e con terribili mutilazioni, sono state ricoverate negli ospedali di Kousseri, località a due passi da N’Djamena, capitale del confinante Ciad.

“Sappiamo che i quattro attentatori suicidi sono arrivati dalla Nigeria – ha detto Bakari – Ora stiamo cercando di capire dove hanno passato la notte prima di attaccare il mercato”. Secondo il generale Jacob Kodji, comandante delle forze armate camerunensi, i quattro erano affiliati ai Boko Haram e potrebbero avere complici che li hanno aiutati ad attraversare il confine e che potrebbero essere ancora nella zona degli attentati.

“Li stiamo cercando – ha dichiarato – anche con l’impiego di soldati inviati appositamente in aiuto alle milizie di autodifesa locali”. Quello di oggi è il più sanguinoso attacco terrorista in Camerun da quando i fondamentalisti nigeriani dichiaratamente affiliati all’Isis hanno cominciato, nel 2013, a inviare kamikaze nel Paese che per anni li aveva invece “ospitati”, permettendo loro di stabilire basi e accampamenti di retrovia dove confluivano armi, automezzi e tutto ciò di cui avevano bisogno per preparare attentati e devastanti incursioni nel nord-est della Nigeria.

In meno di tre anni, da quando cioè il Camerun ha cambiato atteggiamento e con il Ciad, il Niger e il Benin ha affiancato la Nigeria nella lotta contro i Boko Haram, Yaoundè ha dovuto contare più di 1.200 morti, soprattutto tra i civili. E sempre più spesso anche in Camerun i kamikaze sono adolescenti e giovani donne. Solo quest’anno in gennaio, due giovanissimi si sono fatti saltare in aria in due moschee provocando rispettivamente 12 e 4 morti.

In Nigeria, dove gli sfollati sono ormai quasi due milioni e mezzo, sono invece ventimila le vittime della guerra scatenata sei anni fa dai Boko Haram contro il governo centrale e poi, con una esclation sempre più sanguinaria, contro tutto quanto non accetta la loro volontà di imporre la Sharia come legge universale.

(di Rossella Benevenia/ANSA)

Ultima ora

22:37Venezuela: Maduro chiede aiuto al Papa

(ANSA) - CARACAS, 22 AGO - Il presidente Nicolas Maduro ha oggi chiesto "aiuto" al Papa per "impedire" che il presidente Usa Donald Trump "lanci le proprie truppe e invada il Venezuela". "Che il Papa ci aiuti nel dialogo rispettoso, alla verità ... chiedo al Papa aiuto contro la minaccia militare degli Stati Uniti", ha detto Maduro durante una lunga conferenza stampa a Caracas.

21:55Calcio: L.Percassi, grazie a Marotta su Spinazzola

(ANSA) - BERGAMO, 22 AGO - "Ringraziamo Marotta delle parole, perché nelle complesse dinamiche di mercato ha compreso e rispettato le esigenze tecniche dell'Atalanta". È la risposta dell'amministratore delegato del club bergamasco, Luca Percassi, alle dichiarazioni del direttore generale della Juventus che hanno messo la parola fine alla querelle tra le due società legata al nome di Leonardo Spinazzola. L'esterno, che dal test precampionato dell'11 agosto a Valencia fino a domenica scorsa aveva rifiutato le convocazioni allenandosi a margine del gruppo, nella seduta pomeridiana di oggi a Zingonia ha preso parte alla partitella tra quanti non hanno giocato nel primo turno di serie A contro la Roma. Il prestito dai bianconeri ai nerazzurri è quindi destinato a rispettare la scadenza naturale del giugno 2018.

21:47Calcio: Europa League, arbitro romeno per il Milan

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Compagine arbitrale romena per Shkendija-Milan, ritorno del playoff di Europa League in programma a Skopje giovedì 24 agosto (andata 6-0 per il Milan). Direttore di gara sarà Istvan Kovacs che sarà coadiuvato da Vasile Florin Marinescu e Ovidiu Artene mentre Marius Avram sarà il quarto uomo.

21:44Calcio: Genoa, prosegue trattativa cessione club

(ANSA) - GENOVA, 22 AGO - Prosegue senza sosta la trattativa per la cessione del Genoa tra Enrico Preziosi e Sri Group di Giulio Gallazzi. Dopo una pausa a fine luglio, con annuncio di rinvio per settembre, le parti infatti sono tornate ad incontrarsi e ieri sera Preziosi, l'ad del Genoa Alessandro Zarbano e il banchiere Beniamino Anselmi, indicato da Gallazzi come futuro presidente, hanno cenato a Forte dei Marmi. "So che qualcuno ha saputo di questa cena ma io non la commento - ha detto Preziosi -. Io penso solo a finire la squadra e a cercare di allestire una formazione che possa fare bene". "Rolon arriverà sicuramente questa settimana - ha dichiarato Preziosi parlando di mercato. E' un giocatore che stiamo seguendo da qualche mese. Di certo farà parte del Genoa. "L'arrivo di Sturaro è molto difficile perché la Juventus non lo ha messo sul mercato, se dovesse accadere noi saremo privilegiati. Ansaldi è nelle nostre mire e se sarà ceduto dell'Inter sarà ceduto sicuramente al Genoa per vari motivi".

21:43Calcio: Lazio è ufficiale, Hoedt ceduto al Southampton

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il difensore Wesley Hoedt è un nuovo giocatore del Southampton. A darne notizia è stato lo stesso club dei Saints dopo le visite mediche svolte in giornata. Il difensore nazionale olandese ha firmato un contratto di cinque anni.

21:11Terremoto Ischia: De Luca, in crolli non c’entra abusivismo

(ANSA) - ISCHIA, 22 AGO - "In Italia siamo abituati ad avere due facce delle tragedie, quella drammatica, dei feriti, dei morti, delle attività economiche messe in crisi, e un'altra faccia che è quella dello 'sciacallismo', delle strumentalizzazioni, della confusione tra questioni che non c'entrano niente con il terremoto. È crollata un'abitazione vecchia e sono crollati dei cornicioni di un immobile costruito nel secolo scorso. Nessuna connessione tra questi fatti e l'abusivismo". Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, stasera sui luoghi del terremoto. (ANSA).

20:58Sci: Italia Team, gigantisti in Argentina

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Continua secondo programma il raduno dei gigantisti azzurri già presenti sulle nevi di Ushuaia. In Argentina sono presenti Stefano Gross, Simon Maurberger, Manfred Moelgg, Tommaso Sala e Patrick Thaler che sinora hanno potuto lavorato sette giorni con buone condizioni di pista, intervallati con un giorno di riposo previsto in anticipo. In tre giornate sono state svolte una doppia sessione al mattino e al pomeriggio, alternando tracciati e le specialità di gigante e slalom. Domenica è piovuto al mattino e le condizioni non erano buone, tuttavia il gruppo è riuscito a sciare ugualmente al pomeriggio, quando é arrivato il freddo. Il quintetto rimarrà nella Terra del Fuoco fino al 5 settembre e nelle prossime ore verrà raggiunto dalla parte restante del team composto da Giovanni Borsotti, Luca De Aliprandini, Roberto Nani e Riccardo Tonetti. Questi ultimi si trasferiranno poi a Valle Nevado dal 5 settembre (dove troveranno Florian Eisath), insieme ai velocisti che nel frattempo saranno arrivati in Cile.

Archivio Ultima ora