Ue vara un giro di vite sul sistema di omologazioni auto

Pubblicato il 26 gennaio 2016 da redazione

volkswagen-tdi26

BRUXELLES. – Arriva la stretta sul sistema delle omologazioni auto in Europa, con l’obiettivo di aumentarne la trasparenza, l’indipendenza e il controllo europeo dopo le connivenze emerse dallo scandalo Volkswagen. La Commissione Ue adotterà la sua proposta, in cui avocherà per se stessa più poteri di supervisione sui 28, attribuendosi la facoltà, in caso di carenze da parte delle autorità nazionali, di testare le auto, richiamare quelle in circolazione e imporre sanzioni.

La nuova legislazione intende rivedere la vecchia direttiva del 2007 con un regolamento, quindi di entrata in vigore più rapida. Tre i pilastri su cui si baseranno le nuove norme, secondo quanto si apprende. Il primo vuole migliorare la qualità e l’indipendenza dei test effettuati sulle nuove vetture, in modo da spezzare il circolo vizioso attuale per cui è lo stesso costruttore che paga le autorità di omologazione per effettuare i test. Con le nuove regole ci sarà l’obbligo di audit regolari dei servizi tecnici.

Il secondo pilastro si basa invece su una maggiore sorveglianza del mercato. Finora, infatti, i test sono stati effettuati sui modelli auto solamente ex-ante, mentre d’ora in poi sarà possibile effettuare anche controlli ex-post, e potrà chiederli anche Bruxelles. L’obiettivo è eliminare il problema già riscontrato in precedenza con il caso Daimler, i cui modelli non a norma sul gas refrigerante avevano continuato a ricevere l’omologazione delle autorità tedesche. La Francia voleva richiamare i veicoli ma non aveva potuto perché l’omologazione, valida in tutti i 28, era stata data dai servizi tecnici della Germania, e quindi solo loro potevano ordinare i richiami.

Da qui il terzo pilastro del nuovo regolamento, che rinforza la supervisione a livello Ue dell’intero sistema. La Commissione avrà il potere di chiedere test e controlli, anche sulle auto già immesse sul mercato. Se le autorità preposte non lo faranno, potrà intervenire al loro posto e ordinare i richiami delle vetture. Infine, in caso di violazioni, Bruxelles potrà imporre multe sia ai costruttori auto che alle autorità di omologazione.

Questa proposta, sottolineano fonti Ue, vuole essere un “pacchetto unico” con i nuovi test su strada (Rde) adottati però ‘annacquati’ dagli stati membri il 28 ottobre scorso. Questi hanno aumentato le soglie di tolleranza di superamento delle emissioni, e l’Europarlamento ha già espresso la sua netta contrarietà. Altro obiettivo è quindi cercare di convincere gli eurodeputati a non bocciare, nel voto a inizio febbraio, i nuovi test. Per la Commissione un esito negativo non farebbe altro che provocare un ulteriore slittamento della loro entrata in vigore.

(di Lucia Sali/ANSA)

Ultima ora

13:16Sisma L’Aquila: imprenditore Bari,’non ridevo del terremoto’

(ANSA)- BARI, 28 LUG - "Non ho mai riso del terremoto. In quella telefonata parlavo di altro". Lo ha detto con la voce commossa l'imprenditore di Altamura Vito Giuseppe Giustino, interrogato a Bari per rogatoria nell'ambito dell'inchiesta della Procura dell'Aquila su presunte mazzette in 12 appalti pubblici gestiti dai Beni Culturali d'Abruzzo,che lo scorso 19 luglio ha portato all'arresto di 10 persone. Giustino, difeso dagli avvocati Gaetano Castellaneta e Carlo Teot, si è avvalso della facoltà di non rispondere, salvo precisare il contenuto di quella intercettazione telefonica nella quale, secondo l'accusa, rideva al pensiero di nuovi appalti in seguito al terremoto del centro Italia, in particolare Amatrice. Giustino è agli arresti domiciliari per una presunta turbativa d'asta relativa all'appalto vinto dalla cooperativa l'Internazionale (si è ora dimesso da presidente del Cda) per i lavori del teatro comunale dell'Aquila. I difensori chiederanno la revoca della misura cautelare dopo il deposito di una memoria tecnica.

13:14Nomadi davanti a Municipio Napoli, no a sgombero campi

(ANSA) - NAPOLI, 28 LUG - Donne e bambini nomadi in piazza a Napoli per dire no allo sgombero disposto dalla Procura di due campi della periferia cittadina. I manifestanti si sono riuniti davanti a Palazzo San Giacomo, sede del Municipio, chiedendo all'amministrazione cittadina di intervenire per evitare che decine di famiglie vengano cacciate dai due siti senza una proposta abitativa alternativa. ''Circa 150 famiglie che dopo l'ennesimo sgombero erano riuscite a trovare 'casa' nell'area dell'ex Manifattura tabacchi dovranno abbandonare nei prossimi giorni il campo - spiega il padre comboniano Alex Zanotelli presente alla manifestazione - e la stessa sorte toccherà per altri 500 ospiti del campo di Scampia. E' incomprensibile per me che la Procura di Napoli continui ad emanare decreti di demolizione dei campi per 'giuste' ragioni senza offrire alternative a queste persone''. ''Un accanimento - dice Zanotelli - che vede negli sgomberi dei campi l'unica soluzione applicabile".

12:52‘Mio fratello è stato ucciso’, polizia blocca il funerale

(ANSA) - TORINO, 28 LUG - Prima di morire, in ospedale, aveva scritto un messaggio ai suoi cari: "mi hanno picchiato". E ora la sorella chiede di far luce sulle ultime ore della vita dell'uomo. "Ho paura che sia stato ucciso", è il suo sospetto. La squadra mobile di Torino, che indaga sulla vicenda, ha così bloccato il funerale di Christian Fuentes Sanchez, peruviano 40enne trovato svenuto in strada venerdì notte e morto lunedì in ospedale. Dalle prime ricostruzioni sembra che il 40enne, dopo essere stato a cena con alcuni amici in un locale peruviano, fosse andato in un bar di via Lauro Rossi, dove sarebbe scoppiato un litigio. La polizia ha acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona per capire cos'è successo e la Procura ha disposto l'autopsia per determinare la natura delle lesioni riscontrate sul corpo dell'uomo. Il decesso di Christian sarebbe stato causato da morte cerebrale, ma la sorella è anche convinta che per salvare suo fratello non sia stato fatto tutto il possibile. (ANSA).

12:47Calcio: Pallotta, mercato del Milan? Follia, non ha i soldi

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - "È uno scherzo, è pazzia, non ha senso. non hanno i soldi. Sono sconvolto dall'Uefa". Il presidente della Roma James Pallotta commenta con stupore il mercato del Milan che, con i circa 200 milioni di euro spesi finora, è il più esoso dell'estate. Il consorzio cinese che ha rilevato il club rossonero, secondo quanto riportato dalla Ap, è stato acquisito grazie al sostegno del fondo azionario statunitense Elliott. Il cui ceo Paul Singer, spiega Pallotta, "è un mio amico e arriverà a possedere il club", perché i cinesi "hanno un debito".

12:35F.1: Ungheria, Ricciardo davanti nelle prime libere

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Il pilota della Red Bull Daniel Ricciardo ha ottenuto il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del Gran Premio di Ungheria di Formula 1, a Budapest. In 1'18"486, l'australiano ha preceduto di 234 millesimi il ferrarista Kimi Raikkonen e di 372 il rivale della Mercedes Lewis Hamilton. L'altro pilota della Rossa, Sebastian Vettel, è sesto (+1"077), preceduto dal compagno di squadra di Hamilton, il finlandese Valtteri Bottas (+0"762). Quarto crono per la seconda Red Bull, condotta dall'olandese Max Verstappen (+0"676). Da segnalare un fuori pista senza conseguenze per Vettel intorno alla mezz'ora e, pochi minuti dopo, una bandiera rossa per lo schianto contro le barriere ad una curva di Antonio Giovinazzi, su Haas: anche in questo caso, pilota indenne, ma non lo stesso per la vettura.

12:35Nuoto: Mondiali, in finale 4×200 sl uomini

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Va in finale col quinto tempo la 4x200 stile maschile ai Mondiali di nuoto di Budapest. Gli azzurri della staffetta chiudono in 7'09"53: prima frazione con Filippo Megli con 1'47"59, seguono Filippo Magnini con 1'47"35 e Luca Dotto con 1'47"64, chiude il neocampione del mondo degli 800 stile libero Gabriele Detti in 1'46"95. Record italiano nei 100 farfalla invece per Piero Codia, che in batteria ha stabilito il primato nazionale con il tempo di 51"09 ed entra nella semifinale alle spalle del solo Caleleb Dressel, nuovo re dei 100 stile, che lo precede di un secondo (50"08). Codia migliora il precedente primato nazionale da lui stesso ottenuto agli Assoluti di Riccione. Avanza in semifinale anche Luca Dotto, con l'ottavo crono di 21"98 nei 50 stile. In semifinale poi Silvia Di Pietro con il quindicesimo tempo dei 50 farfalla. La 24enne romana chiude in 26"24. Centra la semifinale dei 200 dorso, infine, Margherita Panziera, nono tempo di 2'09"43.

12:25Migranti: Generazione identitaria, ‘C-star verso Catania’

(ANSA) - CATANIA, 28 LUG - "La C-star è ripartita con il suo comandante. Bugie e fake news delle Ong sono state smentite. Defend Europe verso Catania!". Lo scrive sul proprio profilo Facebook il movimento Generazione identitaria pubblicando anche un Twitter di #DefendEuropa: "Nulla di illegale è stato trovato a bordo. Anche le infamie hanno le gambe corte!". La nave era stata noleggiata da un simpatizzante britannico per Defend Europa, iniziativa appoggiata in Italia da 'Generazione identitaria', per "monitorare e denunciare l'attività illecita delle navi delle Ong" impegnate nel soccorso di migranti e "fermare i criminali che fanno affari con i trafficanti di uomini". La C-star era stata bloccata dalle autorità di Cipro che avevano fermato e poi rilasciati il comandante, il suo vice e altri sette componenti l'equipaggio, ipotizzando un traffico di esseri umani e documenti falsi.

Archivio Ultima ora