Coppa Italia: Juventus Inter 3-0, i bianconeri prenotano la finale

Pubblicato il 27 gennaio 2016 da redazione

Juventus' forward Alvaro Morata (R) and Inter's midfielder Danilo D'Ambrosio in action during the Italy Cup first leg semifinal soccer match Juventus Fc vs Fc Internazionale at Olimpico stadium in Turin, Jan. 27, 2016. ANSA / ANDREA DI MARCO

Juventus’ forward Alvaro Morata (R) and Inter’s midfielder Danilo D’Ambrosio in action during the Italy Cup first leg semifinal soccer match Juventus Fc vs Fc Internazionale at Olimpico stadium in Turin, Jan. 27, 2016. ANSA / ANDREA DI MARCO

TORINO. – E sono 14, le vittorie consecutive della Juventus. Che non si ferma più in campionato e sfreccia anche in Coppa Italia. Nell’andata delle semifinali si è mangiata in un solo boccone l’Inter in piena crisi di identità, tanto cambiata da Mancini rispetto allo sciagurato 1-1 con il Carpi, ma altrettanto molle e inconcludente, e poi rimasta in 10 per l’espulsione di Murillo.

I bianconeri sono già praticamente in finale: che l’Inter ribalti tra poco più di un mese questa batosta è quasi fantacalcio. Allegri, dopo avere risistemato tante cose, ha ritrovato anche l’unico che era ‘disperso’, quel Morata a digiuno di gol da tanto tempo e spesso intristito in panchina. Lo spagnolo ha reagito con una doppietta, dopo un inizio di partita nervoso, tra calci presi e dati e poco altro.

Il penalty segnato ad un pararigori della fama di Handanovic lo ha sbloccato mentalmente, Morata si è ripetuto spedendo al volo un rinvio infelice di Pogba ed ha avuto altre due nitide palle-gol, di piede e di testa. Ma può accontentarsi, felice anche della grande festa che gli hanno fatto i compagni, più ancora che i tifosi. Morata aveva segnato un solo gol in campionato, al Bologna, due in Champions, pesanti, a Manchester e con il Siviglia, ma ormai lontani nel tempo.

Allegri ha scelto l’occasione giusta per il riscatto d Morata, alla disperata ricerca del gol perduto, in coppia con Mandzukic lasciando in panchina Dybala; il forfait dell’ultima ora è stato quello Sturaro, influenzato, e a centrocampo c’è stato posto per Asamoah, con Pogba spostato interno a destra, al fianco di Cuadrado.

L’Inter era quasi completamente diversa rispetto a quella che ha pareggiato con il Carpi: solo 4 (Handanovic, Murillo, Melo e Ljajic) i confermati della formazione iniziale di domenica. Felipe Melo, ex bersagliato dai fischi, ha provato a scuotere l’Inter ed è stato il primo tiro, ma Neto ha bloccato con facilità. Sarebbe stato l’unico tiro in porta dei nerazzurri in 90′.

Un rasoterra di Cuadrado, in gran forma, ha scaldato la Juve, che al 10′ aveva protestato per un mani di Medel in area, una girata di testa di Jovetic lontanissima dalla porta ha chiuso i tentativi dell’Inter. E la Juve è passata con il rigore di Morata per il contatto tra Murillo e Cuadrado, tra le proteste dei nerazzurri.

Il raddoppio di Morata (18’st) ha depresso ancora di più l’Inter rimasta con un uomo in meno al 25′: scatto e progressione di Cuadrado ed Inter nel pallone: D’Ambrosio e Nagatomo si sono arresi, non Murillo, ma con un fallo al limite: seconda ammonizione e partita finita.

Il tecnico nerazzurro, sfottuto dalla curva sud bianconera che ha esibito il cartello “Mancini, 8 marzo cosa fai?”, ha provato ad evitare il tracollo mettendo forse un altro difensore, Juan Jesus, ma Dybala ha affondato ancora il coltello nella piaga: 3-0 e per l’Inter la Coppa Italia sfuma.

Ultima ora

12:17Tennis: classifiche, Nadal e Halep sempre al comando

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Situazione stabile nel tennis maschile che vede Rafael Nadal al comando del ranking mondiale per la decima settimana: lo spagnolo mantiene un vantaggio di poco meno di duemila punti sullo svizzero Roger Federer. Sempre terzo lo scozzese Andy Murray davanti al croato Marin Cilic ed al tedesco Alexander Zverev Fabio Fognini si conferma n.1 azzurro: il 30enne ligure è stabile al numero 27. Un passo indietro per Paolo Lorenzi, ora 41/o. Sale invece di tre gradini Thomas Fabbiano (n.72) così come Andreas Seppi(n.85). Per quanto riguarda la classifica femminile sempre al comando la romena Simona Halep, alla sua terza settimana sul trono. Fa il suo ingresso per la prima volta nella top ten la francese Kristina Mladenovic. Camila Giorgi è sempre la prima delle azzurre: la 25enne di Macerata perde una posizione e scende al n.78. Francesca Schiavone è 91/a mentre Roberta Vinci scivola al n.109. Grazie al successo nel torneo di Suzhou, in Cina, Sara Errani guadagna 35 posizioni e risale fino al numero 145.

12:13Sport: Cantone, corruzione si combatte dall’interno

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - "Il Coni può e deve provare da rendere sempre più obbligatori i sistemi di compliance alle società sportive, ad esempio con le norme di 'self cleaning' della legge 231 del 2001 (Responsabilità amministrativa delle società e degli enti) stimolandone l'adozione nelle società professionistiche private". Così il presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, intervenendo al convegno 'La governance dello sport'. Cantone ha evidenziato che 'il piano della prevenzione della corruzione può essere utile, non è repressione ma viene fatta dall'interno (del movimento sportivo, ndr) ed è in grado di capire dove si possono annidare i rischi e come possono essere sterilizzati", suddividendo la corruzione su due piani: 'on the field', per tutti i fatti che avvengono in gara come doping e match fixing, e 'off the field', vale a dire tutto quel sistema di interessi economici che prescinde dalla competizione sportiva, come i meccanismi elettivi, le sponsorizzazioni e i rapporti con i terzi.

12:08Salvini, ieri lezione democrazia a Italia ed Europa

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - Ieri in Lombardia e Veneto "è stata una lezione di democrazia per tutta Europa, abbiamo scelto la via legale, pacifica e costituzionale. La stessa opportunità la offriremo da nord a sud a chi ce lo chiederà". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, in conferenza stampa in via Bellerio.

12:04Sport: Malagò, evitare qualsiasi tipo conflitto interesse

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - "Occorre evitare qualsiasi tipo di conflitto di interesse, drasticamente e a tutti i livelli. Vale per chiunque lavora da noi e con noi. La nostra competenza è in linea con i dettami dell'Anac e dei valori morali di chi si occupa di sport". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, durante il suo intervento al convegno 'La governance dello sport' in corso al Salone d'Onore del Coni. "Lo sport deve dare il buon esempio - ha proseguito il capo dello sport italiano - Non perché sia un settore più importante rispetto ad altri, ma perché noi siamo un modello. I nostri atleti, i nostri tecnici, i nostri dirigenti: se noi sbagliamo, facciamo un danno enorme. Per questo dobbiamo vivere dalla mattina alla sera con un vademecum, delle regole da rispettare".

11:58F1: Usa,papà Verstappen attacca Fia e Ferrari “che vergogna”

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Duro attacco social da parte di Jos Verstappen contro la Fia e la Ferrari, rei d'aver tolto al figlio Max il podio del Gran Premio degli Stati Uniti ottenuto con un sorpasso giudicato irregolare dai commissari, a norma di regolamento, all'ultimo giro ai danni della Rossa di Kimi Raikkonen. Con vari tweet l'ex pilota olandese ha usato la scure sul suo profilo postando una immagine con il logo Fia e la scritta 'Ferrari International Assistance): "Questa è una bullshit (stron....ta), scusate, ma fa schifo; Fia, che vergogna; Max ha preso una penalità per aver tagliato la linea e non è stato fatto a nessun altro nell'intero week end".

11:58Fanno foto a prof in aula e le postano su Instagram, sospesi

(ANSA) - BRINDISI, 23 OTT - Due studenti del primo anno dell'Itt 'Giorgi' di Brindisi sono stati sospesi dalle lezioni per due settimane, per aver postato su una pagina Instagram più di 100 immagini del loro professori scattate in aula durante le lezioni. Il fatto risale ad alcuni giorni fa. In particolare, protagonista della bravata è stato uno dei due studenti, mentre l'altro ha scattato poche foto ma ha aiutato il compagno di classe a mettere le immagini sul social network. Il provvedimento disciplinare è stato adottato dalla dirigente scolastica, che pochi giorni fa aveva sospeso uno studente del terzo anno, sorpreso a fumare uno 'spinello' sulla scalinata di emergenza dell'istituto.

11:57Veterinarie Ussita, gadget per autofinanziarci

(ANSA) - USSITA (MACERATA), 23 OTT - Le scosse di fine ottobre 2016 hanno reso inagibile il loro ambulatorio veterinario all'ingresso del centro abitato di Ussita (Macerata): ma Valentina, Monica e Noemi, tre veterinarie, non si sono perse d'animo e hanno continuato a lavorare, praticamente su base volontaria. Ogni giorno caricano la loro auto di sacchi di mangime e partono dirette alle frazioni del piccolo paese devastato dal terremoto. Portano da mangiare e, se necessario, praticano qualche terapia o anche danno solo una carezza, a galline, conigli, pecore, qualche cavallo, e soprattutto una settantina di cani e quasi 150 gatti, alcuni rimasti senza padrone, altri componenti di varie colonie di randagi. Da un po' hanno lanciato anche una serie di iniziative per autofinanziarsi, vendendo sassi artistici, magneti, calendari, stampe che raffigurano i loro 'pazienti': "Gli animali del terremoto".

Archivio Ultima ora