Scatta Il piano nazionale di contrasto alla povertà, spinta a inclusione attiva

Pubblicato il 28 gennaio 2016 da redazione

poveri

ROMA. – Non solo sostegno al reddito. Il piano nazionale di contrasto alla povertà, per il quale il governo ha approvato il ddl delega, sarà basato, come sottolinea il comunicato finale del Consiglio dei ministri, “sul principio dell’inclusione attiva. Ecco in sintesi cosa prevede il ddl:

STOP ASSISTENZA PASSIVA, ARRIVA ‘INCLUSIONE ATTIVA’: la misura nazionale di contrasto alla povertà prevede appunto “la predisposizione per i beneficiari di un progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa sostenuto dalla offerta di servizi alla persona”. Una misura “volta a superare la logica di mera assistenza passiva, introducendo il principio della attivazione finalizzata alla inclusione sociale e lavorativa”.

PIU’ RISORSE DA RIORDINO PRESTAZIONI: L’intervento, contenuto nei limiti delle risorse disponibili nel Fondo per la lotta alla povertà e all’inclusione sociale previsto dalla legge di Stabilità, “verrà gradualmente esteso sulla base delle risorse che al Fondo affluiranno in virtù degli interventi di razionalizzazione delle prestazioni assistenziali e previdenziali”.

PRESTAZIONI CON ISEE, NON SI TOCCANO I DISABILI: il ddl razionalizza le prestazioni di natura assistenziale e quelle di natura previdenziale sottoposte alla prova dei mezzi – escluse quelle legate alla disabilità del soggetto beneficiario -, introducendo il principio di “universalismo selettivo” nell’accesso secondo criteri di valutazione della condizione economica in base all’Isee.

ARRIVA REGIA INTERVENTI SERVIZI SOCIALI: con la delega si riordina la normativa in materia di interventi e servizi sociali, al fine di superare la frammentarietà delle misure e degli interventi secondo principi di equità ed efficacia nell’accesso e nell’erogazione delle prestazioni. E si prevede l’istituzione, presso il ministero del lavoro, di un organismo nazionale di coordinamento del sistema degli interventi e dei servizi sociali.

Previsti anche l’attribuzione al ministero delle competenze in materia di verifica e controllo del rispetto dei livelli essenziali delle prestazioni; la promozione di accordi territoriali tra servizi sociali e altri enti o organismi competenti per l’inserimento lavorativo, la salute, l’istruzione e la formazione; nonché il rafforzamento del Sistema informativo dei servizi sociali e, in particolare, del Casellario dell’assistenza.

Ultima ora

17:17Downing Street frena Johnson, nessun piano per ponte

(ANSA) - LONDRA, 19 GEN - E' durato per poche ore il 'progetto' di Boris Johnson per un ponte sul Canale della Manica in grado di collegare Calais e Dover. Ancora una volta Downing Street è intervenuto per ridimensionare le affermazioni del ministro degli Esteri: "Non ci sono piani specifici in proposito", ha detto un portavoce. L'idea, stando ai media del Regno Unito, era stata lanciata dal capo del Foreign Office nel corso del vertice franco-britannico di ieri. Secondo il portavoce della premier Theresa May, sono stati valutati una serie di "grandi progetti" fra i due Paesi ma non c'è nulla di concreto per quanto riguarda il titanico collegamento.

17:10Calcio: Kolarov, battiamo Inter e torna tutto a posto

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Ci sta nel calcio di avere una piccola crisi ma dobbiamo fare un salto di qualità sotto l'aspetto mentale perché una gara come quella col Sassuolo va vinta anche giocando in otto, però domenica c'è la partita giusta: se vinciamo a Milano si mette tutto a posto". Battere l'Inter per invertire il trend negativo. Questa l'analisi che Aleksandar Kolarov fa dello scontro diretto in programma a San Siro coi nerazzurri. L'esterno della Roma ha le idee chiare e ai microfoni di Sky Sport24 indica in Nainggolan, al rientro dopo l'esclusione disciplinare, l'uomo partita: "Sa di aver sbagliato a Capodanno, domenica con due gol metterà tutto a posto". I tre punti d'altronde servono ai giallorossi per continuare a inseguire la qualificazione alla prossima Champions League. "E' il nostro obiettivo. Abbiamo fatto qualche passo falso ma siamo sempre là e credo che tra le prime quattro ci arriviamo di sicuro" conclude Kolarov.

17:03Segre: Gentiloni,da senatrice indicherà valore memoria

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "La vita di Liliana Segre è testimonianza di libertà. Da senatrice ci indicherà il valore della memoria. Una decisione preziosa a 80 anni dalle leggi razziali". Così il premier Paolo Gentiloni su twitter dopo la nomina a senatrice a vita.

17:00Figc: Tommasi, con Sibilia parlato degli scenari futuri

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Oggi abbiamo chiacchierato del futuro della Figc: con me presidente la Federcalcio avrebbe determinate caratteristiche, vogliamo capire cosa accadrebbe con gli altri candidati alla guida". Così il numero uno dell'Associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi, candidato per la presidenza della Figc, al termine dell'incontro odierno a Roma, durato due ore, con l'altro candidato Cosimo Sibilia. "Al momento non stiamo facendo calcoli - ha aggiunto Tommasi - ma vogliamo capire i possibili scenari futuri. Per questo ci confrontiamo in modo corretto per trovare dei punti in comune. Lunedì abbiamo un consiglio direttivo all'Aic, quindi ci interessava avere un quadro completo dell'attuale situazione, che mi sembra permanga quella dei giorni scorsi. Io più vicino a Gravina? Noi abbiamo un candidato, che sono io, e non vogliamo dimenticarlo".

16:59Grasso, Grillo? I duri e puri finiscono mangiati

(ANSA) - MILANO, 19 GEN - "Diffido dei duri e puri, perché troveranno sempre qualcuno più duro e più puro che se li mangia". Così il presidente del Senato, Pietro Grasso, leader di LeU, sulle parole usate da Beppe Grillo per escludere alleanze del M5S. Grasso è stato interpellato al suo arrivo a un incontro con ConfProfessioni Lombardia, a Milano.

16:57Calcio: Pele, è giallo sulle sue condizioni

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 19 GEN - E' giallo sulle condizioni di Pelè. Invitato a Londra da un'associazione di giornalisti calcistici inglesi, O Rei ha rifiutato l'invito per motivi di salute, e a quel punto chi lo aveva invitato ha emesso una nota in cui spiegava che l'ex fuoriclasse aveva avuto un collasso e che per questo era stato ricoverato in un ospedale, "per una serie di esami". "Nelle prime ore della mattina di giovedì - è scritto nella nota firmata dal segretario dell'associazione Paul McCarthy - Pelè ha avuto un collasso ed è stato portato in ospedale per una serie di controlli che hanno evidenziato uno stato di profonda stanchezza generale. Ora è collegato a una flebo, è tenuto sotto osservazione e i medici seguono attentamente l'evolversi della situazione, gli auguriamo di riprendersi presto". Dal Brasile è arrivata la smentita di una fonte molto vicina a O Rei, secondo cui Pelè non ha avuto alcun collasso e non si trova in ospedale: "semplicemente non è andato a Londra perché in questo periodo è molto stanco".

16:54+Europa: Bonino, apparentamento con Pd ancora in discussione

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - L'apparentamento tra la lista +Europa e il Pd "è ancora in discussione". Lo ha detto la leader radicale Emma Bonino a 'Tagadà' su La7.

Archivio Ultima ora