Coppa Libertadores: il Caracas sfida l’Huracan per un posto nella fase a gironi

Pubblicato il 02 febbraio 2016 da redazione

caracas-huracan

CARACAS – Apri gli occhi. Apri gli occhi tifoso del Caracas. La Libertadores. Apri gli occhi. Intorno a te c’è di nuovo casa tua. Le cose che conosci, che ti sono familiari. Apri gli occhi e mettiti comodo in poltrona. Alza il volume. Magari scopri che così ad occhi aperti, si può ricominciare a sognare in questa nuova edizione della Coppa Libertadores.

Il Caracas inizierá oggi il suo periplo nella massima competizione continentale a livello di club: i ‘rojos del Ávila’ sfideranno l’Huracán. Il match contro la formazione argentina é valevole per i preliminari della Coppa Libertadores.

‘El globo’ non potrá schierare per questa decisiva gara il bomber Ramón ‘Wanchope’ Ábila, espulso nella gara di ritorno della finale della ‘Copa Sudamericana’. La Conmebol ha sanzionato con una squalifica di tre giornate ad Ábila per il pugno inflitto a Yerry Mina, difensore del Santa Fé. L’attaccante dell’Huracán, sará sostituito dal compagno di reparto Diego Mendoza, arrivato in questa sessione di mercarto alla corte del mister Eduardo Domínguez.

La formazione che l’allenatore dei vice-campioni della Sudamericana ha in mente, dovrebbe essere molto simile a quella che ha perso la finale contro i colombiani del Santa Fe. Le modifiche con molta probabilitá sarebbero: Matías Fritzler al posto di Federico Vismara (trasferitosi al Racing Club) e Carlos Araujo per José San Ramón.

Dal canto suo, il Caracas, che ha anche un allenatore nuovo (Antonio Franco che ha preso il posto di Eduardo Saragó), fará il suo esordio stagionale in questo 2016. Una prima gara come mister niente facile, ma con tante buone sensazioni dopo gli ottimi risultati ottenuti nelle amichevoli di precampionato.

L’ultima partecipazione della formazione della ‘Cota 905’ nella Coppa Libertadores risale all’edizione del 2014, allora furono battuti nei preliminari della manifestazione: così la formazione capitolina interruppe una scia positiva di 10 presenze consecutive nella fase a gironi della massima competizione continentale.

Adesso, suonerá nuevamente quella ‘musichetta’ che dará la carica necessaria al Caracas per tornare ad essere protagonista del Venezuela nel torneo per club piú importante del Sudamerica. Anche se la recente storia dei ‘rojos del Ávila’ nella coppa non é cosi notevole: l’ultima vittoria risale all’edizione 2013 contro i brasiliani del Gremio (2-1 reti di Angelo Peña ed Edder Farías) gara disputata nel rettangolo verde dello stadio Olímpico della Ucv.

Il bilancio del Caracas contro squadre provenienti dal campionato argentino é di una vittoria, un pareggio e sei sconfitte con un bottino di 4 reti segnate e 18 reti subite. L’unica vittoria risale all’8 marzo del 2007, quel giorno i ‘rojos del Ávila’ espugnarono lo storico Monumental de Nuñez e s’imposero per 0-1 grazie alla rete di Iván Velázquez. Mentre l’unico pari é arrivato contro il Lanús nel torneo del 2009, la gara si chiuse sull’1-1 e per il Caracas andó a segno Darío Figueroa.

L’arbitro dell’incontro sará il cileno Patricio Polic, coadiuvato dai suoi connazionali Carlos Astroza e Christian Schiemann.

La gara di ritorno é in programma tra sette giorni, il vincitore di questo playoff entrerá a far parte del gruppo 4 dove ci sono: Peñarol (Uruguay), Atlético Nacional (Colombia) e Sporting Cristal (Perú).

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

00:24Calcio: Barcellona, Piquè, ‘Neymar rimane’

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - "Se queda", ovvero "Rimane". Con questo tweet, che contiene una sua foto assieme a Neymar, il difensore del Barcellona Gerard Piquè annuncia che il compagno ha deciso di rimanere in maglia blaugrana, respingendo le proposte del Paris SG, che sarebbe disposto a pagare l'altissima clausola rescissoria, di 222 milioni, del contratto del brasiliano. Per ora non ci sono conferme ufficiali da parte di O Ney, o di suo padre Neymar senior, che ne cura gli interessi. Piquè è comunque, visto il suo carisma, un autentico leader del Barca, e spesso in passato ha parlato anche a nome degli altri giocatori della squadra che adesso è allenata da Ernesto Valverde.

22:39Calcio: Crotone ingaggia Izco, contratto annuale con opzione

(ANSA) - CROTONE, 23 LUG - Mariano Izco è un calciatore del Crotone. Il suo tesseramento è stato ufficializzato nella tarda serata dalla società calabrese. Il centrocampista argentino di 34 anni, che era svincolato dopo l'ultima stagione al Chievo, ha firmato con la squadra calabrese un contratto annuale con opzione sul secondo. Izco vanta un curriculum di tutto rispetto con quasi 300 presenze in Serie A avendo vestito le maglie del Catania per otto stagioni e quella del Chievo Verona negli ultimi tre anni. Il neo-acquisto ha già effettuato le visite mediche e ha raggiunto il gruppo nel ritiro di Moccone.

22:37Atletica: Mondiali Paralimpici, Caironi e Legnante d’oro

(ANSA) - LONDRA, 23 LUG - Italia ancora grande protagonista ai Mondiali di atletica paralimpica, chiusisi a Londra. Il 'bottino' della giornata conclusiva è stato di 2 ori, con Martina Caironi nel salto in lungo e Assunta Legnante nel peso, e un bronzo, quello della staffetta 4X100 T42/47. C'è voluto il sesto salto, a 4.72, per Martina Caironi, già sul trono del mondo pochi giorni fa per la vittoria sui 100 metri T42. Oggi nel lungo non ha tradito le aspettative, compiendo una spettacolare progressione finale. Argento alla giapponese Maegawa. Puntuale anche questa volta, Assunta Legnante ha 'toccato' il cielo con il peso, mettendosi al collo un altro oro, dopo quelli di Rio 2016, dei Mondiali 2015, degli Europei 2014, e di Londra 2012. La lanciatrice campana realizza 15.82 al 2/o tentativo e il distacco dall'uzbeka Burkanova, argento, è di oltre un metro. Sul podio sale anche la staffetta 4x100 uomini T42/47: per Di Marino, Manigrasso, Lanfri e Bagaini arriva anche, in 43.32, il nuovo record italiano, alle spalle di Usa e Germania.

22:06Calcio: amichevoli, Parma-Pieve di Bono 14-0

(ANSA) - PARMA, 23 LUG - Sono 14 (a zero) le reti segnate dal Parma nella sua prima uscita stagionale, in amichevole a Pinzolo (Trento), contro il Pieve di Bono che disputa il campionato di Prima categoria. Protagonisti Baraye e Calaiò, con due triplette, e doppietta per Nocciolini.

22:03Scherma: Mondiali, delusione Garozzo, bronzo? volevo l’oro

(ANSA) - LIPSIA (GERMANIA), 23 LUG - "Non ce la faccio a vedere il bicchiere mezzo pieno. Sognavo di vincere nel giro di un anno Olimpiadi, Europei e Mondiali. Sognavo questo grande Slam, però mi sono fermato ad un passo dal risultato. Non voglio sminuire questo bronzo, ma io qui ambivo all'oro e non l'ho raggiunto". Daniele Garozzo non rinuncia alla consueta sincerità nemmeno dopo essersi messo un'altra medaglia al collo, anche se non del metallo desiderato. "Ce l'ho messa tutta - continua l'azzurro del fioretto -, ma in semifinale ho sbagliato ad intestardirmi e a protestare con l'arbitro. Saito è stato bravo, è un ragazzo, ha 20 anni, lo conosciamo poco nel circuito perché ancora fa poche gare in Coppa del Mondo. Ma la colpa oggi è solo mia. Ricorderò a lungo questo assalto, ma adesso devo concentrarmi sulla gara a squadre. Ma dal punto di vista schermistico ho sbagliato io, e quindi sono deluso e amareggiato".

22:01Carceri: lite tra detenuti a Gorgona, uno è grave

(ANSA) - GORGONA (LIVORNO), 23 LUG - Un detenuto di 48 anni è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Livorno dopo una lite con un altro ristretto nella casa di reclusione dell'isola di Gorgona. Sull'episodio, avvenuto nel pomeriggio, indagano gli agenti della polizia penitenziaria che sulla vicenda mantengono ancora il massimo riserbo. Il detenuto ferito che ha riportato un trauma cranico importante è stato trasferito dall'isola con l'elisoccorso. La tensione nell'isola-carcere è subito rientrata e già in serata la polizia penitenziaria ha fatto sapere che la situazione era tornata normale, pur senza fornire dettagli sui motivi che hanno innescato la lite violenta di qualche ora prima. Ieri il sindacato Fns Cisl aveva annunciato l'inizio dello sciopero della fame dei propri agenti iscritti per protestare contro l'amministrazione penitenziaria che "costringe" le guardie a vivere come reclusi senza alcun servizio esterno. (ANSA).

21:53Kenya:media,’italiana uccisa durante rapina in villa’

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Un'italiana è stata uccisa e suo marito ferito a Mombasa, in Kenya, durante una rapina nella loro villa. Lo scrive il sito Africa Express ma non ci sono ancora conferme da parte delle autorità italiane.

Archivio Ultima ora