Obama, la prima visita in una moschea in Usa

Pubblicato il 03 febbraio 2016 da redazione

obama'moschea

WASHINGTON. – “La prima cosa che voglio dire è una cosa che i musulmani americani non sentono spesso: grazie”: ha esordito così Barack Obama intervenendo a Baltimora nella prima moschea americana da lui visitata in veste di presidente. In precedenza era entrato in altre moschee all’estero, ma per compiere questo storico omaggio ha dovuto attendere l’ultimo anno dei suoi due mandati, libero da retropensieri elettorali.

E in risposta all’offensiva anti-islamica di gran parte dei candidati repubblicani, a partire dal magnate Ronald Trump, che ha proposto di mettere al bando i musulmani negli Usa. “Recentemente abbiamo sentito una ingiustificabile retorica contro i musulmani americani, che non ha alcun posto nel nostro Paese”, ha subito attaccato Obama, che è cristiano ma che ha dovuto controbattere a lungo le “accuse” di essere un musulmano nato in Kenya, tanto da scherzarci anche ieri, ricordando che un altro presidente americano, Thomas Jefferson, fu ‘accusato’ di essere musulmano: “Quindi, non sono il primo”, ha detto, facendo ridere le centinaia di persone accorse ad ascoltarlo.

Poi si è rivolto ai giovani musulmani: “Siete parte di questo posto. Non siete o musulmani o americani, siete musulmani e americani”. “La mera tolleranza di religioni diverse non è abbastanza: gli Stati Uniti – ha aggiunto – sono per la libertà religiosa. E l’attacco a una religione è l’attacco a tutte le religioni. Quando un gruppo religioso è preso di mira, tutti noi abbiamo la responsabilità di prendere posizione. L’Islam è sempre stato parte dell’America”.

Parole forti, coraggiose, volte a correggere quella che a suo avviso è una “impressione profondamente distorta” degli americani musulmani: la stessa, forse, di quel manipolo di manifestanti che lo aveva accolto all’esterno con tre cartelli nei quali lo si invitava a non incontrare Hamas, l’organizzazione palestinese che gli Usa considerano un gruppo terroristico. Per questo Obama ha sfidato anche Hollywood perché cominci a far interpretare ai musulmani ruoli che “non siano legati alla sicurezza nazionale”.

“C’è stato un tempo in cui non c’erano neri in televisione”, ha osservato, facendo un parallelo con la battaglia degli afro-americani per essere accettati a pieno titolo dalla società. Obama ha tentato anche di rassicurare i musulmani che si sentono nel mirino di un crescente sospetto o di una malcelata ostilità da parte della gente. “Troppo spesso tutti i musulmani vengono colpevolizzati per gli atti violenti di pochi. E questo è inaccettabile”, ha detto Obama facendo più volte riferimento al momento di “preoccupazione e paura” che vive la comunità dei musulmani americani di fronte al crescere del sentimento anti-islamico dopo gli attacchi di Parigi e San Bernardino.

Il presidente americano ha raccontato anche di ricevere lettere di musulmani Usa che “si sentono cittadini di serie B”, che sono preoccupati per come verranno trattati i figli nelle scuole. E che gli raccontano di “bambini che chiedono ai genitori se verranno costretti a lasciare il Paese”. Ansie e timori che “i bambini non dovrebbero avere. Non in questo Paese”. Quella americana, ha proseguito, è “un’unica famiglia” a prescindere dalla fede e dell’etnia.

Obama ha voluto fare un distinguo tra Islam e terrorismo anche per disinnescare una miccia che potrebbe ritorcersi come un boomerang sul Paese: “E’ innegabile che una piccola parte dei musulmani propagandi una interpretazione distorta dell’Islam'”, ha ammesso, precisando però che la convinzione che l’Islam sia la radice del problema fa solo il gioco della propaganda terroristica, indebolendo la sicurezza nazionale. “Non dobbiamo mai dare loro questa legittimità. Non stanno difendendo l’Islam”, ha sottolineato, ricordando che “gran parte delle persone che (i terroristi) uccidono sono musulmani innocenti, uomini, donne e bambini”.

Un discorso a suo modo storico, se non altro per la sede in cui è stato pronunciato, ma che probabilmente non mancherà di sollevare polemiche in una campagna elettorale dove i principali candidati Repubblicani stanno cavalcando i timori e le ansie di un’America inquieta.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

15:06Stacca un pezzo di mignolo alla fidanzata dopo una lite

(ANSA) - OLBIA, 26 LUG - Ha staccato un pezzo di mignolo della fidanzata con un morso dopo una lite furibonda. Un uomo di 41 anni, olbiese, con precedenti penali, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Olbia con l'accusa di lesioni gravi . E' stato bloccato nella sua abitazione dove è cominciata l'aggressione ed è stato subito trasferito nel carcere di Nuchis . La donna è stata soccorsa in primo momento da alcuni passanti che hanno assistito alla scena e successivamente trasportata da un'ambulanza del 118 all'ospedale di Olbia dove è stata ricoverata nel reparto di ortopedia. La parte del dito mancante è stata consegnata dagli agenti ai medici del pronto soccorso .

15:06Moto: incidente sul quad a Ibiza, è grave Angel Nieto

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - L'ex campione motociclistico spagnolo Angel Nieto è rimasto coinvolto, per cause ancora imprecisate, in un incidente stradale mentre era alla guida di un quad a Ibiza. Secondo le prime ricostruzioni del Diario de Ibiza lo spagnolo ha battuto la testa ed è stato ricoverato nel reparto di Neurochirurgia del Policlinico Nuestra Señora del Rosario. I medici lo hanno sottoposto a un intervento chirurgico. Il fatto è avvenuto stamattina nella località di Santa Gertrudis. Il pluri iridato avrebbe tamponato una vettura. Settant'anni Nieto è stato il re delle piccole cilindrate, ha vinto 90 Gran Premi e 13 Mondiali.

14:48Usa: Trump, dopo Obamacare ora avanti tutta su tasse

(ANSA) - NEW YORK, 26 LUG - Incassato il voto in Senato sull'Obamacare, il presidente americano Donald Trump guarda avanti: la prossima priorita' e' la riforma della tasse, con sgravi per le aziende e la classe media. Trump - in un'intervista al Wall Street Journal - ribadisce la sua intenzione di ridurre l'aliquota sulle societa' al 15%. L'altro dossier che ricevera' alta priorita' e' quello commerciale, con allo studio un accordo fra Stati Uniti e Gran Bretagna e le trattative per rinegoziare il Nafta, l'accordo di libero scambio fra Stati Uniti, Canada e Messico. Un accordo che - afferma Trump - e' ''molto negativo''.

14:40Roma: Raggi,case per 6000 famiglie disagiate

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Stime ci dicono che il disagio abitativo a Roma coinvolge 15 mila famiglie: ci sono 10 mila richieste per l'edilizia residenziale pubblica, 1400 famiglie nei residence, 100 immobili occupati abusivamente. In 3 anni vogliamo ampliare l'offerta alloggiativa e dare la possibilità a 6000 famiglie di accedere a soluzioni abitative. Inoltre vogliamo chiudere i residence entro 2018. Quando siamo arrivati ce ne siamo trovati 34, 15 sono stati chiusi garantendo alternative alle persone, ne rimangono 19. Dai 42 milioni di spesa nel 2016 oggi siamo passati a 28 milioni". Lo ha annunciato la sindaca di Roma Virginia Raggi annunciando la strategia del Campidoglio per superare il disagio abitativo. "No interventi spot ma di sistema", ha detto Raggi.

14:40Gentiloni, ripresa rassicura noi e investitori

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Il Paese è tornato a crescere, rispetto alle previsioni degli organismi internazionali è il Paese dove c'è stato il maggior scarto tra previsione e realtà. E' una crescita assolutamente insufficiente ma ci rassicura e rassicura gli investitori". Lo afferma il premier Paolo Gentiloni parlando alla XII Conferenza degli ambasciatori. "Oggi gli investitori internazionali hanno fiducia innanzitutto nell'eurozona e, dentro l'eurozona, nell'Italia".

14:35Migranti: accoglienza in hotel fa cadere incentivi turistici

(ANSA) - CAGLIARI, 26 LUG - Niente incentivi per le strutture ricettive della Sardegna che accolgono i migranti. Lo prevede un emendamento dell'opposizione al testo unico in materia di Turismo approvato dall'Aula del Consiglio regionale a voto segreto. I contributi sono previsti all'art. 11 della legge attualmente in discussione e in base all'emendamento chi ne usufruisce non potrà svolgere il servizio di accoglienza ai profughi per 5 anni dalla data di concessione dell'incentivo, pena la revoca con obbligo di restituzione. La proposta di modifica, poi approvata, ha visto come primo firmatario il consigliere di Forza Italia, Antonello Peru, mentre è stato il capo gruppo dello stesso partito, Pietro Pittalis, a chiedere il voto segreto. "Si tratta di distinguere la vocazione turistica dalla semplice accoglienza - ha spiegato Peru - sarebbe un chiaro segnale a chi ha scommesso sul turismo". L'articolo riguarda la possibilità di accedere a finanziamenti per l'ammodernamento e ristrutturazione di locali, impianti per la sicurezza, interventi per l'efficientamento energetico, installazione reti wi-fi gratuite, servizi per migliorare l'accoglienza di disabili e la presenza degli operatori sul web. (ANSA).

14:29Mattarella, Finanziaria sarà fondamentale per mercati

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "E' necessario accompagnare questa ripresa, per farla consolidare e per recuperare le ferite sociali che la crisi ha inferto al nostro Paese. Accompagnare la ripresa è di decisiva importanza per l'Italia. La manovra d'autunno costituisce un passaggio fondamentale per trovare appieno la fiducia dei mercati. Una condizione di crescita consente di guardare con serenità agli appuntamenti di fronte". Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella parlando al Quirinale.

Archivio Ultima ora