Scuola: concorso, Giannini “2 i quesiti in inglese? Yes”

(ANSA) – ROMA, 4 FEB – Resteranno due le domande formulate (e da svolgere) in inglese nel prossimo concorso per insegnanti? “Yes, of course”. Il ministro dell’Istruzione, Stefania, Giannini, a margine della presentazione di un’iniziativa per portare teatro e cinema tra i banchi, ha confermato le modalità già annunciate per la prova scritta del prossimo concorso a cattedra. “Dal Cspi, il Consiglio superiore della pubblica istruzione, sono arrivate alcune osservazioni microgranulari che possono essere utili e altre osservazioni macro, come, ad esempio, quelle sulla lingua straniera, ma il parere del Cspi – ha ricordato il ministro – è obbligatorio, non vincolante. Noi andiamo dritti con la nostra linea”.

Condividi: