Lazio-Napoli: cori razzisti a Koulibaly, curva chiusa

Pubblicato il 04 febbraio 2016 da redazione

SSC Kalidou Koulibaly (R) looks at SS Lazio' supporters during the Italian Serie A soccer match between SS Lazio and SSC Napoli at the Olimpico stadium in Rome, Italy, 03 February 2016.  ANSA/ETTORE FERRARI

SSC Kalidou Koulibaly (R) looks at SS Lazio’ supporters during the Italian Serie A soccer match between SS Lazio and SSC Napoli at the Olimpico stadium in Rome, Italy, 03 February 2016. ANSA/ETTORE FERRARI

ROMA – Due turni con la Curva Nord dell’Olimpico chiusa per la Lazio: è la decisione del giudice sportivo, dopo i ‘buuh’ razzisti a Koulibaly che hanno provocato la sospensione per 4′ della partita con il Napoli. La Lazio è stata multata con 50 mila euro, più una sanzione di 15 mila euro per i cori di insulto contro i napoletani. Nel dettaglio, Tosel ha chiuso Curva Nord e Distinti Tevere e Montemario Nord per un turno, e ha revocato la condizionale per un’altra giornata, sanzione che riguardava solo la Curva.

L’attaccante della Lazio Keita Balde Diao ha affidato ad un social il suo pensiero per Kalidou Koulibaly, vittima di cori razzisti da parte della curva biancoceleste durante Lazio-Napoli di mercoledì sera all’Olimpico. “Questo gioco è molto di più che nero, bianco o verde! Tanta ammirazione per te amico”, le parole di Keita, che ha anche pubblicato una foto che lo ritrae in campo abbracciato al difensore azzurro.

Koulibaly regala la maglia ad un bambino dopo i cori razzisti – “Una vittoria importante! Però stasera voglio ringraziare tutti per i messaggi di solidarietà che mi sono arrivati. Voglio ringraziare anche i giocatori della Lazio, ma soprattutto l’arbitro Irrati per il suo coraggio. Ringrazio i miei compagni di squadra, la società e i nostri tifosi che sono stati di un grande sostegno contro questi brutti cori! Andiamo avanti e forza Napoli sempre!”.

Lo ha scritto Kalidou Koulibaly su un social network, dopo i cori razzisti che sono stati indirizzati mercoledì sera da una parte dell’Olimpico all’indirizzo del difensore del Napoli e che hanno portato alla sospensione della partita per 4 minuti. A Castel Volturno, nella notte, è comparso anche uno striscione con la scritta: “Onore al tuo colore K2 Koulibaly vero lottatore”. Lo hanno affisso all’esterno del centro tecnico del Napoli i tifosi azzurri del club Casal Di Principe.

A distanza di un anno dai “buu” rivolti a Niang ed Edenilson in Lazio-Genoa, dunque, il club rischia ora una pesante sanzione, proprio in quanto recidivo. L’articolo 14 del Codice di giustizia sportiva della Figc al comma 2 spiega che “qualora la società sia stata già diffidata, ovvero in caso di fatti particolarmente gravi”, viene inflitta una sanzione aggiuntiva (art. 18), dall’obbligo “di disputare una o più gare a porte chiuse” alla disputa “di una o più gare con uno o più settori privi di spettatori” fino alla “squalifica del campo per una o più giornate di gara o a tempo determinato, fino a due anni”.

Ultima ora

14:58Calcio: Serie A, Roma favorita a Bergamo

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - Primo vero banco di prova per la Roma targata Di Francesco e in quota è subito battaglia per i giallorossi. La stagione 2017-'18 inizierà a Bergamo, domenica pomeriggio, contro un'Atalanta che negli ultimi cinque incroci non ha mai perso con i giallorossi (tre pareggi e due vittorie). Da SNAI arriva comunque fiducia a Dzeko e compagni, avanti a 2,30 contro il 3,20 per i bergamaschi e il 3,25 del pareggio. Il Milan tornerà in campo forte del 6-0 allo Shkendija nei playoff di Europa League e in casa del Crotone il pronostico è tutto dalla parte di Montella, avanti a 1,55 contro il 5,75 dei rossoblù e il 4,25 del pareggio. Per l'Inter l'appuntamento è a San Siro con una Fiorentina ancora in pieno "work in progress" e per questo fortemente penalizzata dai quotisti. La vittoria nerazzurra si gioca a 1,55, per il 2 l'offerta arriva a 6,25, con il pareggio a 4,00.

14:54Barcellona, aumentata sicurezza a Roma

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - Sensibilizzate ulteriormente le misure di sicurezza a Roma dopo l'attentato di ieri a Barcellona. Particolare attenzione alle aziende di autonoleggio, affinché segnalino qualsiasi situazione anomala, e ai furgoni diretti in città, in particolare quelli in transito nel centro storico. Sensibilizzate le vigilanze degli obiettivi spagnoli presenti in città e dei tradizionali luoghi 'sensibili'.

14:54Calcio: Tavecchio, Leghe? Serve governance chiara

(ANSA) - FIRENZE, 18 AGO - "Le Leghe sono anni che hanno cercato di sistemarsi. Il commissario è da aprile che sta lì, i miracoli li facevano solo poche persone. A questo punto faremo di tutto per portare ad una governance chiara dove ci siano delle regole precise sugli incarichi da affidare e credo dovrebbe essere accolta la proposta che sta facendo il commissario". Lo ha detto il presidente della Figc che da aprile è anche commissario della Lega di serie A, a chi gli chiedeva dello situazione delle Leghe.

14:36Nasconde figlia di 6 anni in valigia per andare in Grecia

(ANSA) - ANCONA, 18 AGO - Ha tentato di partire dal porto di Ancona per la Grecia con la figlia di sei anni, nascondendola in una valigia. Ma è stato fermato prima della partenza della nave. E' successo qualche giorno prima di Ferragosto: protagonista un papà milanese in fase di separazione dalla moglie che non aveva dato il consenso all'espatrio della bambina. L'uomo allora ha pensato di nascondere la figlioletta nella valigia, facendole credere che si trattava di un gioco. Il fatto però non è sfuggito al personale di bordo ed è intervenuta la polizia di frontiera: quando la valigia è stata aperta, la bambina è apparsa in ottima salute e sorridente. Avvertita, la madre si è subito precipitata ad Ancona: dopo un faccia a faccia piuttosto teso con l'uomo, ha però acconsentito all'espatrio temporaneo. La bambina è partita con il padre e la nuova compagna di lui e dovrebbe essere di ritorno lunedì per essere riconsegnata alla madre. La polizia di frontiera comunque ha segnalato il caso alla Procura dei minori.

14:35Barcellona: Luca Russo la seconda vittima italiana

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - Si chiama Luca Russo la seconda vittima italiana dell'attentato di Barcellona. 25 anni, era originario di Marostica e abitava a Bassano del Grappa (Vicenza). Si era laureato in Ingegneria all'università di Padova. Il giovane era nella città catalana con la ragazza, rimasta ferita ma non in gravi condizioni. "Aiutatemi a riportarlo a casa. Vi prego" è l'appello disperato che lancia via Facebook Chiara Russo, sorella di Luca.

14:18Calcio: Allegri, da Agnelli parole giuste

(ANSA) - TORINO, 18 AGO - "Il presidente Agnelli ha fatto il consueto discorso alla squadra, trovando le parole giuste per motivarla". Massimiliano Allegri racconta così l'incontro di ieri, a Villar Perosa, tra la Juventus e il massimo dirigente bianconero: "Ha spiegato come deve essere l'annata, i ragazzi hanno recepito e da domani si metteranno alla prova sul campo".

14:13Calcio: Tavecchio, sarà un campionato combattuto

(ANSA) - FIRENZE, 18 AGO - "Stavolta ci saranno almeno 4-5 squadre a lottare per i primi posti, non solo due come in altri tornei, il nostro sarà quindi un campionato molto interessante". Lo ha detto Carlo Tavecchio parlando a Coverciano della Serie A che sta per iniziare. "Mi auguro che il campionato italiano torni ai livelli che gli competono" ha aggiunto il presidente della Figc che ha poi commentato con toni critici il mercato a grandi cifre di questa estate: "E' aumentata la sperequazione tra ricchi e meno ricchi. Abbiamo assistito ad una situazione anomale che mi auguro non ripetibile anche perché il calcio è anche una questione di etica e morale, bisogna rimanere sempre entro le linee del rispetto e della correttezza".

Archivio Ultima ora