Migranti: proteste in Australia

(ANSA) – SYDNEY, 5 FEB – Migliaia di persone hanno manifestato ieri e oggi nelle maggiori città d’Australia contro una decisione dell’Alta Corte, secondo cui il regime di detenzione a tempo indefinito di richiedenti asilo in paesi stranieri, in particolare nel minuscolo stato-isola di Nauru e nell’isola di Manus in Papua Nuova Guinea, è legale secondo la costituzione. Il verdetto permette di rispedire a Nauru 267 richiedenti asilo, per la maggior parte trasferiti in Australia per gravi condizioni mediche. Fra questi, 87 sono minorenni e 37 sono bebè nati mentre la madre era ricoverata in Australia e quindi legalmente cittadini australiani.

Condividi: