Dragone e affari, la Cina più ricca della Premier

Pubblicato il 05 febbraio 2016 da redazione

cina-calcio

ROMA. – Una valanga di soldi magari non regala la felicità, ma tante belle figurine sì. Ed è quanto sta avvenendo in estremo oriente dove, dopo una serie di acquisti a ‘cinque stelle’ da parte dei club della Chinese Super league, si sono toccate cifre fino a qualche anno fa impensabili. Le società cinesi, nell’ultima sessione di mercato, hanno speso quasi 300 milioni di euro, per garantirsi alcuni dei bei nomi del calcio mondiale (compresi Gervinho e Guarin, partiti dall’Italia), molti dei quali provenienti dall’Europa e dal Sudamerica.

Una cifra nettamente al di sopra dei 170 milioni spesi l’anno scorso e dei 100 che si erano registrati l’anno precedente. Ma soprattutto una cifra superiore a quella della Premier League, dove storicamente le campagne trasferimenti viaggiano su cifre astronomiche. La Cina è ormai il nuovo eldorado di procuratori, agenti e calciatori in cerca di contratti faraonici, l’ultimo dei quali annunciato in questi giorni. Si tratta della nuova frontiera, che scandisce la frenetica corsa a chi paga di più.

L’ultima tappa di questa sfida a colpi di eurodollari si è consumata in Ucraina, dove gli emissari del Jiangsu Suning si sono recati per firmare i documenti relativi al passaggio del brasiliano Alex Teixeira, che indossava la maglia dello Shakhtar Donetsk: costo del cartellino 50 milioni. Polverizzato il record stabilito solo qualche giorno fa dall’ex squadra di Marcello Lippi, lo Guangzhou Evergrande, che si era garantito le prestazioni di Jackson Martinez, vero e proprio flop dell’Atletico Madrid, soffiato nell’estate dell’anno scorso al Milan.

Il club rossonero aveva poi ripiegato su Bacca, mentre i tifosi dei ‘colchoneros’ di Jackson Martinez non ricorderanno nulla, se non le panchine e la cifra pagata dalla società cinese per il suo acquisto: 42 milioni di euro. Un affare con pochi precedenti. Il Jiangsu Suning, con l’arrivo di Teixeira, ha però stabilito il nuovo record legato all’acquisto più costoso della storia all’ombra della Muraglia.

Dopo averci provato con altri big che giocano in Europa, come Kakuta del Siviglia, Yaya Toure del Manchester City, Falcao del Chelsea, ha agganciato Teixeira, 26 anni, reduce da 26 gol in 26 partite ufficiali, più 5 assist. Il brasiliano era arrivato a Donetsk nel dicembre 2009. Ha salutato dopo avere giocato 223 partite condite da 89 gol, dalla conquista di cinque scudetti e altrettante Supercoppe ucraine. Manca ancora un mese all’inizio del campionato, ma in Cina sembra già tutto pronto per un boom annunciato.

Ultima ora

17:06Maltempo: Protezione civile, in arrivo temporali al nord

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - Un avviso di avverse condizioni meteo è stato emesso dal Dipartimento della Protezione civile, che prevede dal pomeriggio di oggi temporali al nord, in particolare su Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, provincia di Bolzano e Veneto. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Per oggi e domani è stata valutata allerta gialla su alcuni settori di Veneto e Piemonte, sulla provincia di Bolzano e su buona parte della Lombardia, e solo per oggi su gran parte della Valle d'Aosta. (ANSA).

17:05Calcio: Caf studia riforma, Coppa d’Africa a giugno-luglio

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - Addio Coppa d'inverno, con tutte le problematiche che si portava dietro. La Coppa d'Africa 2019 non si giocherà più a gennaio-febbraio ma, quasi sicuramente, nei mesi estivi, come accade per le altre 'consorelle' continentali. Lo ha stabilito l'Esecutivo della Federcalcio africana (Caf) che ha dato mandato a un gruppo di lavoro di studiare la riforma, decidendo anche di innalzare il numero dei Paesi partecipanti da 16 a 24 e questo già dalla prossima edizione che si disputerà in Camerun nel 2019. La novità stagionale soprattutto rappresenta una grande vittoria per i club europei, costretti a rinunciare a tanti giocatori (e diverse 'stelle') in una fase cruciale della stagione. La prossime edizioni della Coppa d'Africa si disputeranno in Camerun (2019), Costa d'Avorio (2021) e Guinea (2023).

17:00Putin, non ho ancora deciso se mi candiderò nel 2018

(ANSA) - MOSCA, 21 LUG - "Non ho ancora deciso se devo continuare ad espletare le mie funzioni da presidente. Sapete che ci saranno le elezioni nel 2018, prima del voto c'è ancora tempo". Lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin in un incontro con i giovanissimi allievi del centro di istruzione 'Syrius' di Sochi trasmesso in diretta dal canale televisivo Ntv.

16:55Migranti: giunti 111mila, l’85% in Italia

(ANSA) - GINEVRA, 21 LUG - Un totale di 111.514 migranti e rifugiati sono giunti in Europa via mare dall'inizio dell'anno e 2.360 sono morti mentre cercavano di attraversare il Mediterraneo. Lo riferisce l'Oim (Organizzazione internazionale delle migrazioni). L'agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni precisa che circa l'85% arrivi sono stati registrati in Italia.

16:53Appalto truccato in cambio di assunzione figlio, 5 condanne

(ANSA) - SAVONA, 21 LUG - Si è concluso con 5 condanne il processo per l'inchiesta "Trash", riguardante irregolarità nell'assegnazione dell'appalto per la gestione dei rifiuti a Pietra Ligure Savona. Il tribunale di Savona ha condannato l'allora responsabile del settore servizi tecnici specializzati Fabio Basso (4 anni e 10 mesi di reclusione) ed i funzionari di Ata Spa Roberto Balbis (3 anni) e Mario Cena (2 anni e 8 mesi). Condannati anche due dipendenti del Comune, Vincenzo Trevisano ed Andrea Nencioni (per entrambi 8 mesi con la sospensione condizionale). Trevisano e Basso sono stati inoltre assolti da due dei capi d'accusa. Le indagini erano iniziate nel marzo 2013: l'accusa della Procura era che i cinque avessero "truccato" la gara per l' assegnazione del servizio di raccolta differenziata favorendo Ata Spa, società partecipata del Comune di Savona. Un "favore" ricambiato dalla promessa di assumere in azienda il figlio di Basso.(ANSA).

16:47Orban a Gentiloni, Italia chiuda i porti

(ANSA) - BUDAPEST, 21 LUG - L'Italia dovrebbe "chiudere i porti" per arginare i flussi migratori dal Mediterraneo. Lo sostiene il premier ungherese Viktor Orban, annunciando che i quattro leader del gruppo di Visegrad (oltre all'Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Polonia) hanno scritto una lettera in questo senso al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Secondo Orban, che non esclude l'opzione militare, il problema deve essere risolto in Libia.

16:43Incendi in Toscana: Rossi, dichiarato stato emergenza

(ANSA) - FIRENZE, 21 LUG - Stato di emergenza regionale per gli incendi in Toscana. "A fronte della situazione in atto in Toscana da maggio ad oggi, e dell'intensificarsi del numero e della gravità degli incendi nell'ultimo periodo ho ritenuto indispensabile procedere alla dichiarazione di stato d'emergenza regionale che permetterà alla giunta, nell'immediato, di valutare le prime azioni necessarie da intraprendere per mitigare le criticità e i presupposti per richiedere l'eventuale dichiarazione dello stato d'emergenza nazionale", ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. "Abbiamo rafforzato l'attività di tutto il sistema antincendi e in particolare dell'attività della Sala operativa regionale che ormai costantemente, da maggio, gestisce l'emergenza 24ore su 24", ha aggiunto.

Archivio Ultima ora