Esplode a Roma la devozione per San Pio

Pubblicato il 05 febbraio 2016 da redazione

The remains of Saint Pio, better known as Padre Pio, are carried to Saint Peter's Basilica at the Vatican City, Rome, Italy, 05 february 2016.  ANSA/GIORGIO ONORATI

The remains of Saint Pio, better known as Padre Pio, are carried to Saint Peter’s Basilica at the Vatican City, Rome, Italy, 05 february 2016.
ANSA/GIORGIO ONORATI

ROMA. – Sono almeno 20 mila, divenuti poi 25 mila all’arrivo delle spoglie in piazza San Pietro, i fedeli e i pellegrini, che hanno preso parte alla processione che ha condotto le urne di San Pio e San Leopoldo Mandic, scelti dal Papa come testimoni speciali del Giubileo della Misericordia, dalla Chiesa di San Salvatore in Lauro nel centro di Roma alla basilica vaticana. Un fiume di devoti venuti da tutte le parti d’Italia e anche dall’estero (un frate cappuccino assicura che un gruppo è venuto apposta dall’Australia) cui si sono mescolati via via, nel percorso tracciato lungo le vie strette del centro prima dell’ingresso in via della Conciliazione, anche turisti e semplici cittadini.

E così, tra non pochi disagi per il traffico (per alcune ore nell’area è andato in tilt), e tra la meraviglia di tanti turisti, è esplosa, nel cuore di Roma, la devozione popolare, soprattutto nei confronti del santo di Pietrelcina. Scatti continui di foto con i telefonini, preghiere e canti hanno accompagnato per tutto il tempo il corteo partito alla 16.00 dalla chiesa di San Salvatore in Lauro e arrivato in circa due ore, procedendo per un chilometro e mezzo scortato dalle forze dell’ordine, in piazza San Pietro.

Fortissima l’attrazione che la reliquia di San Pio ha esercitato sulla folla. Già non appena la salma, trasportata in spalla dai frati cappuccini del convento di San Giovanni Rotondo, ha fatto la sua comparsa in piazza, una pioggia di flash ha immortalato il corpo del santo custodito in una teca speciale che per la prima volta ha lasciato il Gargano.

“Evviva padre Pio”, rimbombava in piazza mentre tanti romani incuriositi si sono affacciati alle finestre per seguire l’evento. Qualcuno tra i negozianti si è lamentato, decidendo di chiudere prima vista la folla e il transennamento delle vie lungo le quali si è snodata la processione. Ma si sono sentiti anche tanti apprezzamenti con romani che ricordavano di non aver mai visto un evento del genere nel centro della città, che pure è la sede mondiale della cristianità.

Lungo tutto il percorso, poi, tanti hanno allungato di continuo verso i frati rosari, fazzoletti, sciarpe perché li accostassero all’urna in atto di devozione. Il momento di maggiore disagio per il traffico si è avuto intorno alle 17.00 quando il corteo ha attraversato Ponte Sant’Angelo mettendosi in direzione della basilica. Tutta l’area ne ha risentito con rallentamenti e code soprattutto sul lungotevere dei Sangallo, nel tratto compreso da Ponte Mazzini fino a Ponte Vittorio.

A guidare il corteo mons. Rino Fisichella, presidente del pontificio consiglio della Nuova evangelizzazione e ‘regista’ del Giubileo, mentre anche il sindaco di San Giovanni Rotondo ha guidato, dietro al gonfalone, una rappresentanza della cittadina pugliese. In fila anche la parlamentare di Forza Italia Michaela Biancofiore: “Sono una devota di padre Pio. Mio nonno gli faceva le scarpe e lui ha battezzato tanti miei familiari”.

Nel corteo c’era anche il superiore dei frati cappuccini di Pietrelcina che ha confidato: “Una volta i fedeli venivano per lo più a chiedere grazie per malattie. Oggi vengono quasi tutti a chiedere la grazia del lavoro”. Vi aspettavate tanta partecipazione? “Noi forse sì – ha risposto un frate foggiano del Convento di San Giovanni Rotondo -, perché riceviamo in continuazione i fedeli che vengono a omaggiare il santo. Quello che viene da pensare è che forse è Roma che non si aspettava tanta devozione. E’ stata una sorpresa per la città”.

Alle 18.00 le teche sono arrivate sul sagrato di San Pietro. Le ha accolte l’arciprete, il cardinale Angelo Comastri, che ha indicato San Pio e San Leopoldo come “grandi confessori”. “Hanno lasciato passare un fiume di misericordia – ha osservato – prestando anche 16 o più ore al giorno nel confessionale. E’ impressionante quante persone hanno ritrovato la fede in questo modo”. Le teche sono entrate quindi in basilica dove i fedeli potranno rendere omaggio ai due santi. E si annuncia già molto affollata l’udienza speciale che papa Francesco terrà per l’occasione con i Gruppi di preghiera di Padre Pio.

Curioso che le spoglie del frate di Pietrelcina entrino in basilica da santo dove giacciono anche quelle di Giovanni XXIII, suo oppositore, e Giovanni Paolo II, che invece lo canonizzò, proclamati entrambi santi da Francesco nell’aprile 2014.

(di Nina Fabrizio/ANSA)

Ultima ora

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

20:45Alfano, con Renzi posizioni distanti, 1/6 Ap deciderà

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Le posizioni sono distanti sia sul tema della legge elettorale e sia sul tema della durata della legislatura. Sarebbe stato naturale per il Pd cercare prima un accordo con il suo alleato di governo e non con le forze che sono all'opposizione. Ho convocato la direzione nazionale del partito il primo giugno e in quella sede prenderemo le nostre decisioni". Lo afferma il leader di Ap e ministro degli Esteri Angelino Alfano parlando da Fabriano.

20:43Gb: custode zoo Cambridgeshire uccisa da una tigre

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - Una custode dello zoo di Hamerton nel Cambridgeshire è stata uccisa da una tigre. Ne dà notizia la polizia locale che ha evacuato e chiuso la struttura assicurando che nessun animale è fuggito. Secondo la ricostruzione, la tigre è riuscita ad entrare nella recinzione che doveva proteggere l'addetta dello zoo. I visitatori non sarebbero mai stati in pericolo.

20:33Ue: Mattarella, servono interventi più ambiziosi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "La gravità della situazione, con forti squilibri, l'elevata disoccupazione giovanile e di lunga durata, richiedono interventi più ambiziosi per una crescita sostenibile, con occupazione di qualità e compensi equi". Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Segretario generale della Confederazione Europea dei Sindacati, Luca Visentini, in occasione della conferenza della Ces per il 60esimo anniversario del Trattato di Roma, che il presidente definisce "un'opportunità preziosa per ribadire l'importanza della costruzione europea per tutti i lavoratori, per tutti i cittadini europei".

20:15Rally: auto fuoristrada uccide bimbo,spunta filmato schianto

(ANSA) - TORINO, 29 MAG - I carabinieri della compagnia di Venaria Reale hanno acquisito un video amatoriale, realizzato da uno spettatore, che ha ripreso l'incidente in cui sabato, al rally Città di Torino, ha perso la vita un bambino di sei anni, investito da un'auto in gara. Nel video, secondo quanto si apprende, si vedrebbe chiaramente la Skoda Fabia S2000 del pilota Cristian Milano e del navigatore Luca Pieri, che finisce 'dritta' a una curva, andando a travolgere la famiglia della piccola vittima, Aldo. I genitori hanno riportato lievi ferite, mentre il fratellino, tre anni appena, è rimasto miracolosamente illeso. Secondo gli accertamenti della procura di Ivrea, le persone investite dall'auto si trovavano in mezzo al prato, non a ridosso della strada, ma in una zona interdetta al pubblico. L'autopsia del bimbo morto, in un primo momento prevista per oggi, è stata rinviata a mercoledì. Si tratta di un atto dovuto per far luce sulle cause e sulle eventuali responsabilità dell'incidente.(ANSA).

Archivio Ultima ora