Terrorismo: Alfano, non saranno anni sereni i prossimi

Pubblicato il 14 febbraio 2016 da ansa

(ANSA) – ROMA, 14 FEB- “Abbiamo analisi che non lasciano prevedere un clima sereno per gli anni a a venire. Ma l’Italia è stato finora un paese sicuro perché abbiamo fatto un lavoro di prevenzione continuo giorno e notte. Ma il rischio zero non esiste. Il rischio è molto alto come per gli altri Paesi che hanno subito attentati: siamo parte di una comunità che è oggetto delle ritorsioni dei terroristi”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano a “In 1/2 ora” interpellato sull’allarme terrorismo lanciato dal il premier francese Manuel Valls.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

17:13Tour: presentate prime due tappe edizione 2019

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Il Tour de France nell'edizione 2019 omaggerà Eddy Merckx in occasione del 50/o anniversario della prima delle sue cinque vittorie nella Grande Boucle. Lo ha svelato oggi il direttore del Tour, Christian Prudhomme, presentando nella sede del Museo Reale delle Belle Arti a Bruxelles alcuni dettagli dell'edizione del prossimo anno che partirà nel fine settimana del 6-7 luglio La prima è che - proprio per rendere omaggio al 'cannibale' - il Tour partirà dalla capitale belga (sarà la quinta volta, nella sua storia secolare, che parte dal Belgio), dalla Place des Palais, con una lunga tappa di 192 km chilometri con inizio e fine a Bruxelles. Inoltre, il gruppo di corridori attraverserà alcuni luoghi mitici della storia del ciclismo, come il muro di Grammont e il Bosberg. Il 7 luglio cronosquadre di 28 km.

17:10Caso Bellomo:4 corsiste da pm Bari,alcune parlano di minacce

(ANSA) - BARI, 16 GEN - Quattro ex corsiste di Francesco Bellomo, l'ex giudice del Consiglio di Stato destituito nei giorni scorsi, sono state sentite dalla Procura di Bari nell'ambito dell'indagine per estorsione a carico dell'ex magistrato. A quanto si apprende, alcune di loro avrebbero confermato di aver subito minacce per firmare un contratto in cambio di una borsa di studio per seguire il suo corso di magistratura e di essersi rifiutate, altre avrebbero invece negato di aver subito minacce, ma almeno una di loro, a quanto si apprende, ha comunque firmato. Il contratto, come già emerso nelle dichiarazioni di altre corsiste, prevedeva un codice di comportamento con tanto di dress code, mini gonne e tacchi, e il rifiuto delle ragazze a rispettare queste ed altre regole sarebbe costato loro l'allontanamento dal corso. Nelle prossime settimane la Procura convocherà altre ex corsiste baresi.

17:08Moscovici, convergenza con Gentiloni ma aperto a tutti

(ANSA) - STRASBURGO, 16 GEN - "Non è un segreto che sugli orientamenti europei e le decisioni da prendere sulla zona euro c'è una convergenza di vedute molto chiara con Paolo Gentiloni, Pier Carlo Padoan e il governo. Per il resto, questo non significa nulla per quanto riguarda le scelte che faranno gli italiani: la Commissione e io stesso, come d'abitudine, lavoreremo con il governo democraticamente eletto dagli italiani". Così il commissario europeo agli Affari Economici e Finanziari Pierre Moscovici a Strasburgo a margine della riunione del collegio dei commissari.

16:55Calcio: Belotti, ‘io un caso? Nulla di più falso…’

(ANSA) - TORINO, 16 GEN - "Io un caso, una patata bollente? Nulla di più falso e assurdo". Andrea Belotti si sfoga così, su Twitter, bollando come una bufala anche le indiscrezioni di stampa sul presunto "gelo" tra lui e il presidente Urbano Cairo per la promessa - finora non mantenuta - di adeguare il contratto all'attaccante. Il tweet è su rigoroso sfondo granata, quasi a voler sottolineare l'immutato legame con il club e con l'ambiente, che alcuni vorrebbero distratto dalle voci di mercato che lo danno ora al Milan, ora allo United o all'Atletico Madrid. Nessun caso, dunque, secondo Belotti, tornato in questi giorni al lavoro per recuperare dall'ennesimo infortunio di una stagione tribolata. Soltanto 4 i gol fino ad ora realizzati dal bomber, tra cui quello spettacolare in rovesciata al Sassuolo, prossimo avversario dei granata. Difficile che domenica possa tentare di ripeterlo: il numero 9 fino ad ora ha svolto lavoro personalizzato e, quindi, sarà più probabile rivederlo in campo la domenica successiva contro il Benevento.

16:44Calcio: Juve, tifosi ‘trattengono’ Marchisio

(ANSA) - TORINO, 16 GEN - I tifosi della Juventus allontanano Claudio Marchisio dal mercato. "Marchisio non si tocca. Marchisio resta con noi" è lo striscione comparso di fronte allo Juventus Center, dove questa mattina i bianconeri sono tornati ad allenarsi. Un modo per far sentire tutto il loro affetto al 'Principino' e per allontanare le voci di mercato che vorrebbero il centrocampista lontano da Torino. Archiviate le vacanze natalizie, la squadra è tornata ad allenarsi agli ordini del tecnico Allegri. Da valutare gli infortunati, tra cui capitan Buffon e Cuadrado, che potrebbero recuperare per il posticipo di lunedì col Genoa, dove dovrebbe rientrare anche De Sciglio. Più lunghi i tempi di recupero di Dybala.

16:08Mose: Cantone, più problemi di quanto si potesse immaginare

(ANSA) - VENEZIA, 16 GEN - "Per il Mose ci sono a dire il vero molti più problemi di quanto potessi immaginare. Ci sono anche un po' di incertezze e scarse chiarezze su una serie di cose che stanno avvenendo ma per un fatto di riservatezza non posso dire altro". L'ha detto il presidente dell'Anac Raffaele Cantone. "Il commissariamento nella prima fase ha dato un segnale di discontinuità che c'è ancora - ha continuato - ma le difficoltà che stiamo incontrando adesso non sono tutte spiegabili e dobbiamo capire bene cosa sta avvenendo".

16:04Soffocò figlia tre mesi nel sonno, iniziato processo a Bari

(ANSA) - BARI, 16 GEN - Con la costituzione delle parti e l'ammissione di liste testi e mezzi di prova è iniziato dinanzi alla Corte di Assise di Bari il processo nei confronti del 30enne di Altamura Giuseppe Difonzo, accusato di aver ucciso la figlia di tre mesi soffocandola nel sonno. L'uomo, presente oggi nella cella dell'aula, è accusato di omicidio volontario premeditato pluriaggravato. Già in udienza preliminare si era costituita parte civile l'ex compagna dell'imputato, Angela Acquaviva, madre della bimba deceduta. Stando alle indagini dei carabinieri, coordinate dal pm Simona Filoni, il 30enne avrebbe soffocato la figlia Emanuela, di soli tre mesi, nel suo letto di ospedale nella notte fra il 12 e il 13 febbraio 2016. La piccola era nata nell'ottobre 2015 ed era stata ricoverata per 67 giorni in meno di tre mesi a causa di crisi respiratorie provocate, secondo la Procura, sempre dal padre. Difonzo è detenuto per il delitto dal novembre 2016 ma all'epoca era già in carcere per violenza sessuale su una minorenne.

Archivio Ultima ora