Fava, consiglieri Castelvetrano si dimettano

(ANSA) – ROMA, 14 FEB – “E’ infamante che i cittadini di Castelvetrano, che si battono perché il nome del Paese non rimanga per sempre legato a Messina Denaro, siano rappresentati in consiglio comunale da persone come Lillo Giambalvo”. Per questo Claudio Fava domani si recherà in città a chiedere ai consiglieri comunali, che “giudicano indecente sedere in consiglio vicino a questo personaggio, di comportarsi coerentemente e dunque di dimettersi”. “La legge è dalla parte di Giambalvo – sottolinea Fava – l’assoluzione dall’accusa di essere un fiancheggiatore del boss ha costretto il prefetto a reintegrarlo nel suo posto in consiglio, ma questo non si può accettare in modo rassegnato”. “La mafia – prosegue – costruisce il suo potere anche in un clima di abitudine, di rassegnazione”. “Chiederò – conclude – alla commissione Antimafia di ascoltare il sindaco di Castelvetrano perché ci spieghi come sia possibile che in consiglio sieda una persona accusata di fiancheggiare Messina Denaro e un’altra che ha subito attentati dalla mafia”.

Condividi: