Migranti: Renzi, rimpatri deve farli Ue, Italia non basta

(ANSA) – ROMA, 17 FEB – “C’è un principio di rispetto delle regole: chi non ha diritto all’accoglienza va rimandato a casa, lo diciamo dal primo giorno. Ma se i rimpatri li fa l’Ue è un film, se li fanno i singoli stati un altro film. Tra i Paesi europei l’Italia è quello che ha fatto più rimpatri eppure è opinione condivisa che non siano sufficienti”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi in Senato parlando del tema immigrazione. Inoltre, aggiunge, “deve esserci un diritto unico di asilo, non è possibile avere regole separate”. “Sul tema dell’accoglienza noi non rinunceremo ai valori della nostra civiltà ma dobbiamo essere chiari: quando hai dei richiedenti asilo che passano le giornate senza fare niente è evidente che cresce nell’opinione pubblica un sentimento di disaffezione e non va giudicato con il canone del moralismo, è il grido di dolore di chi non capisce”, ha proseguito il premier definendo però come “una falsità evidente l’equazione sicurezza uguale lotta all’immigrazione”.

Condividi: