Rettore santuario, Stato aiuti i gay a correggersi

(ANSA) – GENOVA, 18 FEB – Hanno provocato polemiche le parole di un sacerdote, don Roberto Ravera, rettore del Santuario della Madonna delle Grazie di Cairo Montenotte (Savona), che in una lettera a un settimanale locale spiega che l’omosessualità “non è una malattia ma un difetto rispetto alla natura che vuole l’amore tra uomo e donna” e suggerisce tra l’altro come “lo Stato potrebbe aiutare gli omosessuali a correggersi come sta facendo con altre persone che sono sole con vari problemi psicologici, fisici o caratteriali”. Il sindaco di Cairo Montenotte, Fulvio Briano, replica: “Mi auguro che tali parole, sia nei contenuti che nei toni degni di una Chiesa del Medioevo, siano dettate più dall’età che da un reale sentire di sacerdote e guida di una comunità. Sono allibito e auspico che chi deve intervenire intervenga”.

Condividi: