Assegnata dalla Niaf la borsa di studio “Filomena J. Peloro”

Speranza+FB

NEW YORK – Eliot Engel, membro della Camera dei Rappresentati dello Stato di New York, e la leadership del “National Italian American Fundation” si sono rallegrati con la giovane Melinda Kiefer, nata a Mount Vernon, per aver ottenuto la prestigiosa borsa di studio “Filomena J. Peloro” che gli permetterà di frequentare un “master” in Belle Arti.

Quella della Niaf non è stata scelta facile. Infatti i candidati, tutti meritevoli della borsa di studio, sono stati 1.262. La selezione ha favorito la giovane Melinda Kiefer, brillante studentessa, che frequenta la facoltà di Belle Arti presso il Purchase College di New York, istituto fondato da Nelson Rockeffeller nel 1969.

– Voglio congratularmi con Kiefer che si è fatta meritevole dell’importante borsa di studio “filomena J. Peloro” che assegna la Niaf – ha detto Eliot Engel -. La “National Italian American Fundation” è una prestigiosa organizzazione italo-americana che da oltre 40 anni contribuisce alla formazione di giovani talenti, giovani studenti applicati. Come ex insegnante, non nascondo l’orgoglio di sapere che rappresento studenti che, come Melinda Kiefer fiore all’occhiello per Mount Vernon, nel futuro faranno grandi cose.

Dalla sua fondazione, 40 anni fa, il programma di borse di studio della Niaf è cresciuto acceleratamente accelerare. Dalle quattro iniziali, ciascuna per un valore di 250 mila dollari, a decine di borse di studio annuali che spaziano dai 2.500 ai 12mila dollari a giovani che frequentano studi accademici che vanno dalla lingua e cultura italiane alla medicina, dall’ingegneria alla musica, dal commercio all’arte.

Insomma, un impegno non indifferente per una organizzazione che si preoccupa della formazione delle giovani generazioni. Lo scorso anno, negli Stati Uniti, il promedio delle borse di studio è stato di circa 6mila dollari.

Dal 1975 ad oggi, quindi, la Niaf ha assegnato milioni di dollari a giovani meritevoli per permettere loro di frequentare corsi di post-laurea e proseguire la formazione accademica al più alto livello – ha commentato Anita Bevacqua McBride, co-presidente del Comitato per l’Istruzione e la Sovvenzione della Fondazione.

I candidati alle borse di studio che assegna la fondazione devono essere di origine italiana o essere residenti negli Stati Uniti, avere un proprio familiare membro della Niaf ed essere ammessi ad un College o Università americana accreditata. Gli aspiranti sono selezionati sulla base dei loro meriti accademici.

(Flavia Romani/Voce)