Calano i furti d’auto nel 2015,in testa Napoli e la Campania

Pubblicato il 21 febbraio 2016 da ansa

(ANSA) – ROMA, 21 FEB – Calano i furti d’auto nel 2015 ma le utilitarie continuano ad essere le preferite dai ladri. Secondo dati delle forze dell’ordine diffusi dal Dipartimento di Pubblica sicurezza nel 2015 le vetture rubate sono state 114.121 a fronte delle 120.495 sottratte nel 2014. La regione con il maggiore numero di furti è la Campania,con 23.682 furti di auto e una percentuale di recuperi del 36%. Secondo posto per il Lazio con 18.709 sottrazioni, 3/o per la Puglia (17.046 furti), 4/o per la Lombardia (15.093), 5/o per la Sicilia (14.535). La “geografia” dei furti non cambia se si analizza la classifica delle città. In testa resta sempre Napoli con 17.290 furti l’anno (circa 47 al giorno); al 2/o posto Roma, con 17.194; 3/a Milano con 9.115 furti. Per quanto riguarda i mezzi pesanti invece i furti sono in aumento: 2.275 quelli rubati nel 2015 contro i 2.071 nel 2014. La Regione con il maggior numero di automezzi rubati è la Sicilia (358 furti), seguita dalla Lombardia (309) e dalla Campania (279).

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

15:24Sisma: lunedì visita Presidente Mattarella in Emilia

(ANSA) - BOLOGNA, 26 MAG - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sarà in Emilia lunedì 29 maggio, a cinque anni dalla seconda scossa che inferse un ennesimo, duro colpo a un territorio già ferito dal sisma del 20 maggio. Lo ricorda un comunicato della Regione Emilia-Romagna. Il filo rosso della visita del capo dello Stato sarà la ricostruzione dei luoghi del sapere e toccherà Mirandola nel modenese e Pieve di Cento nel bolognese, due luoghi fortemente colpiti dalla devastazione del sisma, ma anche simbolo della ricostruzione e della rinascita. Nella stessa giornata sarà in Emilia anche il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che visiterà la "Casa della salute Terre d'Acqua Barberini" a Crevalcore (Bologna), anch'essa ricostruita dopo il terremoto del 2012. (ANSA).

15:16Bullismo: estorcono soldi a compagno scuola, 5 indagati

(ANSA) - EMPOLI (FIRENZE), 26 MAG - All'inizio la cifra 'pattuita' settimanalmente era di 20 euro ma poi con il trascorrere del tempo le richieste sono aumentate, passando a 40, 50 e fino ad arrivare a 500 euro. Vittima delle richieste estorsive uno studente, minorenne, di un istituto superiore di Empoli che in cinque mesi è stato costretto a versare 1300 euro ai suoi 'aguzzini', cinque ragazzi, anche loro minori, che frequentano il suo stesso istituto e che ora risultano indagati. L'ultima richiesta è stata di 500 euro. La banconota è stata notata da un suo compagno di scuola che insospettito si è rivolto ad un professore che a sua volta ha ascoltato la vittima che, in lacrime, ha raccontato quello che stava accadendo. L'insegnante ha allertato la polizia che ha iniziato le indagini. Gli agenti del commissariato di Empoli, diretti dal Francesco Zunino e coordinati dalla Procura della Repubblica, Tribunale per i minorenni, sono riusciti a risalire ai cinque ora indagati per estorsione continuata aggravata in concorso tra loro.

15:08Calcio: Agnelli-ultras, al via il processo in Figc

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - Al via in Figc il processo sportivo alla Juventus e al suo presidente Andrea Agnelli per il caso dei rapporti con gli ultrà. Agnelli è giunto al Tribunale federale nazionale alle 13:30 per il procedimento di fronte alla Sezione disciplinare presieduta da Cesare Mastrocola. Agnelli è stato deferito dalla Procura federale per la presunta violazione degli articoli 1 bis (lealtà sportiva) e 12 (rapporti con i tifosi); la Juventus per responsabilità diretta. Secondo il procuratore Giuseppe Pecoraro, il presidente della Juventus avrebbe autorizzato la fornitura di abbonamenti e biglietti in numero superiore al consentito, favorendo così il bagarinaggio, e partecipato ad incontri con ultras, tra cui Rocco Dominello, imputato al processo "Alto Piemonte" per legami con la criminalità organizzata. Con il n.1 bianconero sono a processo Francesco Calvo, all'epoca direttore commerciale della Juventus, Alessandro Nicola D'Angelo, security manager bianconero, e Stefano Merulla, responsabile del ticket office del club.

15:05Kushner e Ivanka non sono al G7

(ANSA) - TAORMINA, 26 MAG - Ivanka Trump con il marito Jared Kushner non sono a Taormina ma sono già rientrati a Washington. Lo riferiscono fonti della Casa Bianca, spiegando come genero e figlia del presidente hanno lasciato la delegazione Usa subito dopo la visita a Roma. Su Kushner nelle ultime ore si è abbattuta la tempesta del Russiagate.

15:00G7: centri sociali da Napoli verso Taormina

(ANSA) - NAPOLI, 26 MAG - Partiranno questa sera per Catania circa 150 appartenenti a Centri sociali di Napoli per unirsi a Taormina alle manifestazioni contro il G7. Si tratta degli appartenenti al Centro sociale Insurgencia, che saranno accompagnati dai consiglieri comunali Eleonora di Majo e Rosario Andreozzi, del Movimento Dema del sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che stamattina ha salutato i manifestanti in partenza. L'imbarco per Catania è previsto per le ore 21.

14:56Moto: Valentino Rossi, meno dolore al petto e all’addome

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - Secondo il comunicato sulle condizioni di salute del pilota di Tavullia pubblicato sul proprio sito dalla scuderia Yamaha, Valentino Rossi "ha passato serenamente la notte all'ospedale Infermi di Rimini ed è stato visitato questa mattina dai dottori. Valentino ha spiegato di sentire minore dolore sia al petto, sia all'addome rispetto alla scorsa notte. Il dolore è il risultato di lievi lesioni al fegato e al rene che non si sono sviluppate in ulteriori complicazioni". Sempre secondo il comunicato emesso dal team per cui corre in MotoGp, "Valentino continuerà a ricevere il sostegno per il dolore per le prossime 12 ore e, nel corso della giornata, sosterrà test diagnostici di routine. Se i risultati saranno positivi - conclude il comunicato - potrebbe essere dimesso dall'ospedale entro la giornata".

14:45Budapest, non cambieremo la legge anti-Soros

(ANSA) - BUDAPEST, 26 MAG - Un netto rifiuto: è questo il contenuto della lettera inviata dal governo ungherese alla richiesta della Commissione europea di cambiare la legge che mira a liquidare l'università centro-europea (Ceu), fondata dal miliardario filantropo americano George Soros a Budapest. "Non vediamo argomenti validi nella richiesta della Commissione", ha detto il vicepremier Janos Lazar alla stampa, annunciando la posizione ungherese.

Archivio Ultima ora