Comitato permanente sugli italiani nel mondo e la promozione del sistema paese

Pubblicato il 21 febbraio 2016 da redazione

Newspapers

Newspapers

ROMA – Si è svolta alla Camera dei Deputati, presso Comitato permanente sugli italiani nel mondo e la promozione del sistema paese, l’audizione informale dei rappresentanti della Federazione unitaria per la stampa italiana all’estero (Fusie). Per conto della Fusie sono intervenuti il presidente Giangi Cretti e il segretario generale Giuseppe Della Noce.

Durante l’incontro si è parlato soprattutto della nuova legge delega sull’editoria che riguarderà anche la stampa in lingua italiana realizzata all’estero e quella edita in Italia e diffusa prevalentemente nel mondo. Per avere un quadro più esaustivo di come questo tema è stato trattato durante l’audizione abbiamo contattato il presidente del Comitato Fabio Porta.

“Questa audizione con i rappresentanti della Fusie, che avevamo programmato da tempo, – ci ha spiegato Porta – ha coinciso con l’approvazione di un emendamento alla nuova legge sull’editoria che mi vede come primo firmatario e che è stato sottoscritto anche da altri deputati eletti all’estero. L’emendamento inserisce tra i soggetti destinatari del nuovo fondo per l’editoria, che si sta costituendo sulla base una legge delega che il Parlamento dovrebbe approvare la prossima settimana, i periodici e i giornali editi e diffusi fra gli italiani all’estero.

Questa audizione ci ha quindi consentito di affrontare questa tematica che interessava direttamente la Fusie, nonché di avere un quadro aggiornato su questo contesto associativo e sulla realtà della stampa italiana all’estero. Per il Comitato è infatti importante avere un apporto con questo mondo dell’informazione che riteniamo sia vitale anche per l’attività democratica svolta dai rappresentanti all’estero”.

“Per quanto riguarda la nuova norma sull’editoria – ha proseguito Porta affrontando il tema centrale del dibattito – ci siamo soffermati in particolare sui decreti attuativi, perché essendo una legge delega, questi decreti entreranno nel merito della materia dettando le condizioni e chiarendo alcuni punti che vanno sviluppati.

Ovviamente ci siamo impegnati come Comitato a fare in modo che in questi decreti attuativi vi sia un chiaro riferimento alla stampa italiana all’estero e magari sia possibile arrivare per questi media specializzati anche all’accesso al fondo per l’editoria nel suo complesso, senza dimenticare le somme già stanziate per loro, ovvero i due milioni di euro più i seicentocinquantamila euro previsti nella legge di stabilità.

Durante la discussione – ha continuato il presidente del Comitato – abbiamo inoltre evidenziato una cosa che non era chiara a molti e cioè che questa nuova legge sull’editoria riguarderà anche le testate on line che ovviamente negli ultimi anni si sono molto sviluppate e sono diventate essenziali per l’informazione degli italiani all’estero. Sulla questione del web bisognerà comunque chiarire e specificare meglio perché una cosa è la valutazione e la misurazione dei giornali, un’altra cosa è entrare in un mondo del tutto diverso come quello del web. Vanno quindi verificati e studiati meglio i termini del funzionamento e le condizioni, però la cosa importante è che questo mondo ci sia.

Nel dibattito – ha aggiunto Porta – si è anche fatto riferimento a tutto il comparto radio e televisivo che invece non è direttamente interessato da questa legge, ma che crediamo debba in qualche maniera avere un suo riconoscimento soprattutto per quanto riguarda il mondo delle radio. Una realtà, quest’ultima, che potrebbe essere presa in considerazione nei decreti attuativi o in un altro intervento settoriale”.

“Nelle prossime audizioni – ha poi segnalato Porta – cercheremo di approfondire questa tematica della stampa con la Presidenza del Consiglio – parlo ovviamente del Dipartimento per l’Editoria – e con il Ministero degli Esteri. Come hanno evidenziato nel corso dell’audizione gli stessi rappresentanti della Fusie voglio poi ricordare che la nostra stampa all’estero rappresenta un elemento importantissimo per la promozione e la diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo.

Quindi non si tratta soltanto di comunicazione, ma anche di cultura e in questo senso lo strumento della stampa può tenere insieme tutta l’emigrazione, dalle vecchie generazioni alle nuove generazioni di italiani nati all’estero, fino alle ultime mobilità. Una nuova emigrazione – ha precisato Porta – che ovviamente dovremo cercare di coinvolgere anche attraverso questi organismi informativi. Questa è la sfida futura”.

Per quanto riguarda infine le prossime audizioni del Comitato Porta ha rilevato di “aver chiesto nuovamente un incontro con i rappresentanti dell’Anci, al fine di approfondire il tema dell’Imu”, e “di avere intenzione di ascoltare il Presidente della Dante Alighieri Andrea Riccardi sulla questione della promozione all’estero della lingua e cultura italiana.

Aspettiamo inoltre – ha infine ricordato Porta – che venga nuovamente assegnata o confermata la delega per gli italiani all’estero nell’ambito dei vertici politici del Maeci in modo di poter audire il vice ministro o il sottosegretario competente in materia.

(Goffredo Morgia /Inform)

Ultima ora

12:23Calcio:Totti show da Fiorello,’Buffon 1000partite,un grande’

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Prima in regia e poi lo show in 'studio'. Francesco Totti è stato il super ospite dell'Edicola Fiore di oggi: "Vieni a fare il vecchio in panchina con noi" l'invito di Fiorello al capitano della Roma apparso dalla cabina di regia per l'ultima puntata della prima settimana della nuova edizione del programma in onda su Sky HD e TV8. "Tanto so' abituato…" ha subito risposto il n.10, chiaro riferimento al suo scarso utilizzo in campo negli ultimi mesi. Totti ha raggiunto Fiorello e sono cominciate le gag: subito il pronostico sulla nazionale impegnata stasera a Palermo con l'Albania. "Vince l'Italia 2-0 - dice il capitano giallorosso - gol di Belotti e De Rossi". Poi gli auguri a Buffon per le mille partite proprio in occasione della gara degli azzurri. "Gigi è un grande, tanti auguri. A lui in carriera dieci quindici gol li ho fatti, ma non solo alla Juve, anche quando stava al Parma… Come si segna a Buffon? Tiro sui cog…" ha scherzato ancora Totti.

12:19Sicurezza: giudice Treviso, ‘lo Stato non c’è, io mi armo’

(ANSA) - TREVISO, 24 MAR - "D'ora in poi sarò armato": il giudice trevigiano Angelo Mascolo annuncia di volersi dotare di un'arma per esercitare il suo diritto alla difesa. "Lo Stato ha perso completamente e totalmente il controllo del territorio - accusa - nel quale, a qualunque latitudine, scorazzano impunemente delinquenti di tutti i colori".

12:18F1:Australia,Hamilton’tutto perfetto, ma solo domani verità’

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - ''È stato tutto perfetto al 99 per cento''. Parola di Lewis Hamilton dopo aver dominato, a Melbourne in Australia, il primo venerdì di prove libere della stagione di Formula 1 2017. ''Dopo aver lottato con alcuni problemi a Barcellona, non sapevamo se sarebbe stato lo stesso qui. La cosa incoraggiante è che siamo arrivati in pista solo una settimana dopo e la macchina è proprio dove dovrebbe essere. Va tutto a meraviglia e i ragazzi hanno fatto un lavoro fantastico. Le gomme hanno lavorato molto bene anche oggi''. ''Sapevamo dopo le prime prove che le Ferrari non erano al loro massimo - aggiunge Hamilton - ma naturalmente, nelle seconde libere sono tornate subito veloci. Vedremo domani come siamo messi sul serio. In ogni caso spingerò più forte che posso per vincere questa gara''.

12:13Trattati Roma: Norcia blindata per visita parlamentari Ue

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 24 MAR - Valnerina blindata per l'arrivo dei parlamentari europei e del presidente Antonio Tajani a Norcia. Lungo la statale "Tre Valli", che collega Spoleto alla città di San Benedetto, decine di uomini delle forze dell'ordine presidiano il percorso lungo il quale passeranno gli esponenti dell'Ue. Sono oltre 300 gli uomini e le donne impegnati nel sistema di sicurezza. Blindata anche la città di Norcia, controlli serrati agli accessi all'ex campo sportivo, dove sono state allestite le tensostrutture in cui si svolgerà il vertice europeo. Interdetto a ogni volo anche lo spazio aereo sopra il territorio nursino. (ANSA).

11:58Trattati Roma: Gentiloni, no a Ue divisa, ma andare avanti

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - "Non vogliamo una Europa divisa, l'Europa è unita e indivisibile, ma vogliamo anche andare avanti su una idea comune di Europa, in aree ad esempio come difesa, sicurezza. Abbiamo bisogno di una maggiore integrazione e rivendichiamo un ruolo globale per l'Europa". Lo dice il premier Paolo Gentiloni incontrando nella biblioteca chigiana le associazioni imprenditoriali europee, presenti tra gli altri Vincenzo Boccia ed Emma Marcegaglia. "L'Europa si trova di fronte a differenti sfide anche nuove, da Brexit al rinascere del protezionismo, ma abbiamo una opportunità per reagire", dice ancora il premier. "Rivendichiamo un ruolo globale per l'Europa. Per questo abbiamo bisogno anche di voi per sostenere il libero scambio, la crescita, una agenda per l'innovazione, e anche una Europa sociale".

11:52Londra: Khalid Masood si chiamava Adrian Russell Ajao

(ANSA) - LONDRA, 24 MAR - Il nome anagrafico di Khalid Masood, il terrorista britannico di 52 anni autore della strage di Westminster, ucciso dalla polizia, è Adrian Russell Ajao. lo rende noto l'antiterrorismo britannica. (ANSA).

11:47Timmermans, più velocità soluzione per tenere Ue insieme

(ANSA) - BRUXELLES, 24 MAR - L'Ue a più velocità è "la soluzione per tenere insieme l'Unione europea". E' quanto afferma il primo vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans, sottolineando di "non vedere in questo alcun problema". "Data la diversità politica e economica degli Stati membri - sostiene Timmermans in una diretta Facebook - sarebbe bene offrire loro la possibilità di muoversi in avanti, purché ci muoviamo tutti nella stessa direzione. D'altra parte l'abbiamo già fatto con l'euro e con Schengen".

Archivio Ultima ora