Mattarella, basta esecuzioni capitali nel mondo

Pubblicato il 22 febbraio 2016 da redazione

pena-morte

ROMA.- “Liberare” il mondo dalla pena capitale per l’Italia era ed è “un dovere irrinunciabile”. A meno di 24 ore dall’appello di papa Francesco che ha chiesto, oltre all’abolizione della pena di morte, almeno una “moratoria” delle esecuzioni “in questo Anno Santo della Misericordia”, Sergio Mattarella interviene con decisione sul tema ricordando quali siano i valori del vecchio Continente e quanto la pena capitale sia anche inutile come strumento di prevenzione dei reati.

Occasione del richiamo del presidente della Repubblica è stato un simposio internazionale organizzato dalla comunità di sant’Egidio a Roma dall’esplicito titolo “Non c’è giustizia senza vita”. E il capo dello Stato ha approfittato dell’occasione anche per stimolare Governo e Parlamento a riprendere in cura il sistema penitenziario italiano da anni in forte sofferenza: bisogna “adeguare il sistema penale e carcerario ai principi di umanità consentendo ai carcerati una vita dignitosa durante la pena e dando loro la possibilità di progettare un futuro dopo aver effettivamente pagato per gli errori commessi”.

Ma è la battaglia difficilissima per l’abolizione globale della pena di morte il cuore dell’intervento di Mattarella. Il presidente è da poco rientrato da un viaggio negli Stati Uniti, simbolo attualissimo di un Paese occidentale ed alleato dove la frase biblica “occhio per occhio, dente per dente”, la cosiddetta “legge del taglione”, viene ancora interpretata alla lettera in molti Stati dell’Unione.

Non a caso Mattarella ha ricordato la tradizionale battaglia delle Nazioni Unite che, consapevole delle difficoltà oggettive di una abolizione globale, da anni si batte per una “moratoria” delle esecuzioni. Il ragionamento del capo dello Stato parte da un concetto che invece ormai nell’Unione europea è scolpito nella pietra: “la dignità di ogni uomo non è una variabile indipendente ma il fondamento della civiltà”.

“Chiunque voglia entrare nell’Unione europea sa – ha ricordato – di dover cancellare la pena di morte – se esistente – dalle proprie regole. Non si è europei se si mette in discussione questo principio. Non può esserci Europa senza il rispetto della vita”. E Mattarella, sviluppando un ragionamento fatto in precedenza dal ministro della Giustizia Andrea Orlando, ha spiegato che tantomeno oggi bisogna cedere a questi “impulsi” pensando di vincere così la sfida del terrorismo fondamentalista.

“Purtroppo non è sopito l’impulso di affidare alla pena di morte la speranza di vincere paure e insicurezze. Le esecuzioni capitali hanno un prezzo di vite umane ancora troppo alto; e sarebbe comunque inaccettabile anche se la pena cadesse su una sola persona”. Piuttosto “l’effetto deterrente della punizione legale dipende molto di più dalla certezza e dalla prontezza con cui una sanzione, anche severa, viene applicata, che non dal suo carattere estremo e irrimediabile”.

Un altro monito che può benissimo essere letto in chiave italiana dove i ritardi della Giustizia sembrano indomabili.

(Di Fabrizio Finzi/ANSA)

Ultima ora

19:00Calcio: Juve, Mandzukic si ferma “in dubbio per Napoli”

(ANSA) - TORINO, 30 MAR - Mario Manduzkic è in dubbio per la trasferta di domenica a Napoli. L'attaccante croato non si è allenato oggi per un'infiammazione al ginocchio sinistro, solo domani si potrà capire l'entità del problema. Questa sera, altri accertamenti clinici per Marko Pjaca, che verrà visitato a Roma a Villa Stuart, dal professor Mariani. Il giovane esterno croato ha subito la rottura del legamento crociato anteriore nel secondo tempo della partita Estonia-Croazia. Dopo il controllo, "verrà presa - precisa la Juventus - la decisione per il proseguimento delle cure".

18:56Stadio Roma:Frongia,noi nei tempi,atto in conferenza servizi

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - "Abbiamo rispettato i tempi, la Giunta ha oggi approvato la delibera per le nuove linee guida per la revisione della delibera originaria. Come avevamo detto, sia assessori sia consiglieri procediamo secondo i tempi previsti. Questo è un documento che presenteremo anche il 5 aprile alla riunione della conferenza dei servizi. Se la conferenza dei servizi andrà avanti o se ne aprirà una nuova? A breve l'assessore all'urbanistica Luca Montuori darà maggiori informazioni sull'iter che seguirà". Lo ha detto l'assessore allo Sport, Daniele Frongia, interpellato a margine della cerimonia per l'allenatore Claudio Ranieri.

18:55M5s: firme false, in sei contro La Rocca, ‘tutto falso’

(ANSA) - PALERMO, 30 MAR - Sei dei cinquestelle indagati per le firme false alle Comunali 2012, a Palermo, hanno raccontato la loro versione ai magistrati che hanno chiuso le indagini. A chiedere di parlare con il pm, prima della eventuale richiesta di rinvio a giudizio, sono stati i parlamentari Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino; Riccardo Ricciardi (marito della deputata Loredana Lupo), l'attivista Samantha Busalacchi e Pietro Salvino, marito di Claudia Mannino. Hanno spiegato di non essere a conoscenza dei fatti di quella notte, contraddicendo la collega Claudia La Rocca, la prima a parlare, seguita dal deputato regionale Giorgio Ciaccio; e hanno precisato che nei mesi precedenti alla presentazione delle liste c'erano stati problemi con altre firme raccolte e mai utilizzate. Proprio per questo precedente, mai si sarebbe tollerata la riscrittura delle firme mancanti. Samantha Busalacchi, indicata come l'amanuense, ha smentito di avere partecipato alla ricopiatura e ha messo in dubbio la perizia grafica.

18:53Studente Erasmus morto a Valencia, no segni violenza

(ANSA) - FERMO, 30 MAR - Non ci sono segni di violenza sul corpo di Giacomo Nicolai, lo studente 24enne di Fermo trovato morto con delle coltellate al petto in un appartamento di Valencia, dove si trovava per l'Erasmus, ma il consulente di parte Piergiorgio Fedeli, che oggi ha assistito alla seconda autopsia a Roma, non esclude alcuna ipotesi. Per le autorità spagnole, si tratta di un suicidio. Ipotesi a cui non credono i genitori del giovane, rappresentati dall'avv. Igor Giostra, che hanno chiesto ulteriori esami in Italia. La seconda autopsia, disposta dal pm Monteleone, è stata eseguita dal prof. Bolino. Il corpo era sotto formalina e il precedente esame autoptico fatto in Spagna è risultato eseguito correttamente. E' stato chiesto l'esame del Dna sulle unghie del giovane. Comunque non c'erano segni di lesioni che potessero far presupporre azioni violente ai danni di Giacomo. I colpi all'emitorace sinistro, infine, che secondo magistratura e polizia spagnole sarebbe stati autoinflitti, sono stati inferti con forza.

18:48Calcio:Cordaz, Crotone deve centrare 3 risultati per sperare

(ANSA) - CROTONE, 30 MAR - "Non dobbiamo guardare contro chi giochiamo, ma dobbiamo centrare due o tre risultati utili per sperare nella salvezza". A dirlo il capitano del Crotone, il portiere Alex Cordaz, in vista della trasferta di domenica contro il Chievo Verona, ma soprattutto in considerazione del difficile calendario di aprile dei rossoblù che affronteranno, una dopo l'altra, l'Inter in casa, Torino e Samp in trasferta e Milan ancora in casa. "Vista la classifica - aggiunge Cordaz - tutte le partite sono difficili. Noi ci crediamo, ma dobbiamo portare dei fatti. A iniziare da domenica a Verona, dove dobbiamo centrare la prima vittoria in trasferta. E questa è una delle ultime chance che abbiamo e non vogliamo sprecarla". Il portiere sottolinea che la squadra ha approfittato della pausa di campionato per ricaricare le energie, fisiche e mentali: "Abbiamo lavorato molto, la sosta per la Nazionale ci ha permesso di staccare mentalmente, Verona potrebbe essere la svolta del nostro campionato".

18:39Calcio: Murillo, Champions? Inter non deve mollare

(ANSA) - MILANO, 30 MAR - "Lavoriamo sempre guardando avanti, non dobbiamo mollare. L'obiettivo è sempre più difficile ma dobbiamo comunque continuare a lavorare. Nessuna partita è facile ma dobbiamo provare a vincerle tutte se vogliamo arrivare dove vogliamo": il difensore dell'Inter Jeison Murillo crede ancora nella Champions. Lunedì i nerazzurri cercheranno di riprendere la corsa contro la Samp, partita che all'andata sancì l'esonero di Frank De Boer. "Tutte le sfide sono diverse - spiega Murillo - all'andata avevamo fatto bene ma abbiamo perso. Questa sarà un'altra partita, abbiamo un altro obiettivo e dobbiamo fare bene". E con l'arrivo di Pioli, l'Inter ha cambiato faccia: "Ha fatto un bel lavoro, adesso siamo una famiglia. Il progetto della società è buono e noi giocatori dobbiamo continuare a lavorare per fare sempre meglio. Io parte di questo progetto? Speriamo di sì".

18:24Stadio Roma: Campidoglio, via libera a nuova delibera

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Cambieranno le linee guida per definire il pubblico interesse sul progetto rinnovato dello stadio della Roma. La Giunta Capitolina ha infatti approvato una delibera con cui si conferma l'interesse alla realizzazione dello stadio e si conferisce mandato al Dipartimento Programmazione ed Attuazione Urbanistica di procedere alla revisione della determinazione del pubblico interesse precedentemente dichiarato dall'amministrazione Marino.

Archivio Ultima ora