Berlusconi spiato dagli Usa. L’Italia vuole spiegazioni

Pubblicato il 23 febbraio 2016 da redazione

Silvio Berlusconi parla al telefono mentre sale in auto dalla sua abitazione nel centro di Milano in una foto d'archivio. ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO

Silvio Berlusconi parla al telefono mentre sale in auto dalla sua abitazione nel centro di Milano in una foto d’archivio.
ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO

ROMA. – Scoppia un caso diplomatico tra Italia e Stati Uniti dopo le ultime rivelazioni di Wikileaks sullo spionaggio americano ai danni di Silvio Berlusconi quando era capo del governo nel 2011, poco prima delle sue dimissioni. Il premier Matteo Renzi ha chiesto spiegazioni e la Farnesina ha convocato l’ambasciatore americano. Mentre da Washington, per il momento, tacciono.

Secondo i nuovi documenti fatti filtrare dall’organizzazione di Julian Assange – e pubblicati in Italia da Repubblica e L’Espresso – la Nsa avrebbe intercettato le telefonate dell’allora premier e quelle dei suoi collaboratori principali a Palazzo Chigi, tra cui anche conversazioni dirette con leader stranieri come Benyamin Netanyahu.

E c’è anche un report su un incontro tra Berlusconi, il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angela Merkel nel quale Sarkozy avrebbe sollecitato il premier italiano a “prendere delle decisioni” perché le istituzioni finanziarie italiane rischiavano di “saltare in aria”. L’incontro è del 22 ottobre 2011. Meno di un mese dopo, Berlusconi si dimise sotto la pressione di uno spread arrivato alle stelle, aprendo le porte di Palazzo Chigi a Mario Monti.

Il caso Berlusconi-Wikileaks ha provocato la reazione del governo italiano. Renzi ha annunciato che verranno chieste “informazioni in tutte le sedi, anche con passi formali”. La Farnesina ha convocato l’ambasciatore americano John Phillips ed il segretario generale Michele Valensise gli ha trasmesso “la viva aspettativa italiana di poter disporre quanto prima di chiarimenti specifici”. Phillips, ha fatto sapere la Farnesina, ha ricordato “le nuove procedure adottate da Obama nel 2014 in materia di riservatezza delle comunicazioni” e comunque ha assicurato che porterà “immediatamente” la questione all’attenzione di Washington.

Anche il Parlamento si è mosso. La presidente della Camera Laura Boldrini ha parlato di “spionaggio inaccettabile”. Il Copasir, l’organo di controllo dei servizi, ha chiesto chiarimenti al sottosegretario con delega all’Intelligence Marco Minniti. La procura di Roma ha fatto sapere che procederà in caso di esposti o denunce.

Ora finalmente mi crederanno quando denunciavo di essere stato vittima di un complotto, sarebbe stato lo sfogo di Berlusconi con i parlamentari di Forza Italia, che hanno chiesto a Renzi di riferire in aula. Il capogruppo azzurro alla Camera, Renato Brunetta, ha sollecitato l’avvio di una commissione d’inchiesta, rilanciando la tesi che l’ex Cavaliere sia caduto all’epoca sotto i colpi della “finanza internazionale” e dei “poteri oscuri”.

L’ex premier italiano era già finito nel mirino di Wikileaks nell’ambito del cosiddetto ‘Cablegate’, del novembre 2010, quando vennero pubblicati documenti con informazioni confidenziali inviate dalle ambasciate americane di tutto il mondo al dipartimento di Stato. Berlusconi era stato definito un leader “inefficace” che pensava troppo alle feste ed il “portavoce di Putin in Europa”.

Giudizi poco lusinghieri erano stati riservati anche ad altri leader come Sarkozy, definito “imperatore nudo”, e alla Merkel, che “evita il rischio e raramente è creativa”. L’imbarazzo degli Usa nei confronti degli alleati era riesploso tre anni dopo con il ‘Datagate’, quando la talpa dei servizi Edward Snowden diffuse documenti sullo spionaggio americano ai danni di ben 35 leader stranieri, persino con il cellulare della Merkel messo sotto controllo.

Quel ciclone costrinse l’amministrazione Obama ad ammettere gli eccessi e ad avviare una riforma delle regole. Ma soltanto in parte. Lo scorso giugno il presidente Usa ha firmato il Freedom Act, che vieta alla Nsa di raccogliere informazioni di massa, chiudendo l’epoca delle intercettazioni libere inaugurata dopo gli attentati dell’11 settembre 2001. La nuova legge, però, vale solo per le comunicazioni all’interno degli Stati Uniti. Quanto alle intercettazioni all’estero, Obama ha imposto soltanto una stretta sorveglianza della Casa Bianca. Nsa e Cia, quindi, potranno continuare a spiare i leader stranieri.

(di Luca Mirone/Ansa)

Ultima ora

23:47Nuoto:Mondiali, Settebello ko con Croazia, niente semifinale

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - Niente semifinale per il Settebello ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest. Nei quarti di finale, gli azzurri sono stati sconfitti dalla Croazia 12-9 (3-2, 5-5, 8-6). Per i croati c'è adesso la Serbia, mentre l'altra semifinale sarà tra Grecia e Ungheria.

21:29Incendi: certo il dolo in roghi sud Sardegna

(ANSA) - CAGLIARI, 25 LUG - Il Corpo Forestale della Sardegna ha già avviato le indagini per risalire ai responsabili degli incendi dolosi appiccati nel sud dell'Isola, nei territori di Quartu Sant'Elena e di Muravera. Nel pomeriggio di oggi la linea spegnimento dell'apparato antincendi regionale è stata infatti messa a dura prova dai due pericolosi eventi in concomitanza. Nel primo erano sei i punti-incendio dolosamente appiccati in rapida sequenza in agro di Quartu, località San Martino e Frapponti. Il secondo incendio è divampato nelle campagne di Muravera e ha proseguito velocemente in direzione del villaggio turistico di Santa Giusta sino a lambirne il perimetro. Il Corpo Forestale ha coordinato le operazioni di spegnimento operando su entrambi gli eventi con sette squadre dello stesso Corpo, sette dell'Agenzia Forestas e 13 di associazioni di volontariato. Assegnati sui due eventi tre elicotteri regionali, uno dell'esercito e un Canadair. Le forze statali competenti in materia di soccorso pubblico e pubblica sicurezza hanno curato l'evacuazione del villaggio turistico. Il sistema antincendi sta continuando a contrastare il fuoco e a monitorare l'insorgere di ulteriori roghi nelle zone delle operazioni. (ANSA).

21:27Calcio: Ederson confessa, ‘ho tumore a testicolo’

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 25 LUG - Il centrocampista brasiliano Ederson Honorato Campos ha reso noto oggi di avere un tumore a un testicolo, scoperto al termine di un esame antidoping. Per potersi curare l'ex laziale, 31 anni, è stato così momentaneamente tolto dalla lista dei giocatori del Flamengo, dove è approdato due anni fa. "Sono triste ma anche tranquillo per il futuro che mi aspetta", ha detto il giocatore in una conferenza stampa a Rio de Janeiro.

21:11Johnny Zingaro, arrestato in appartamento in provincia Siena

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - E' stato arrestato in un appartamento di Taverne d'Arbia, in provincia di Siena, Johhny lo Zingaro. Assieme al latitante sono stati arrestati anche la compagna e alcuni fiancheggiatori. L'operazione è stata svolta da agenti dello Sco della Polizia, delle squadre mobili di Cuneo, Lucca e Siena e dagli uomini del Nucleo investigativo centrale della Polizia Penitenziaria.(ANSA).

20:59Travolta da un’onda, 15enne ungherese muore in Gallura

(ANSA) - OLBIA, 25 LUG - Una ragazza ungherese di 15 anni è morta annegata questo pomeriggio a Costa Paradiso, nel comune di Trinità d'Agultu, in Gallura. La giovane è stata travolta da un'onda mentre si trovava sopra uno scoglio, forse per ammirare lo spettacolo del mare in burrasca a causa del forte vento di maestrale. Il corpo è stato recuperato dall'elicottero dei vigili del fuoco di Sassari con a bordo una equipe medica del 118 che ha tentato di rianimare la 15enne per oltre mezz'ora. Purtroppo per l'adolescente non c'è stato nulla da fare. Sul posto è intervenuta anche una motovedetta della Capitaneria di Porto Torres.

20:53Sesso in cambio di favori, arrestato cc ispettorato lavoro

(ANSA) - LIVORNO, 25 LUG - I carabinieri del Nucleo investigativo di Livorno hanno eseguito, su ordine della Procura livornese, un'ordinanza di custodia cautelare a carico di un sottufficiale dell'Arma che ha comandato il nucleo carabinieri dell'ispettorato del lavoro livornese. Il cc è accusato di avere ottenuto prestazioni sessuali in cambio di favori. Le indagini, spiega una nota della procura, "hanno fatto emergere fatti per i quali viene ipotizzata la sistematica strumentalizzazione dei poteri connessi alla funzione di controllo dell'ispettorato del lavoro per ottenere favori di vario genere ed in particolare prestazioni personali". Il gip Antonio Del Forno ha perciò ritenuto sussistenti gravi indizi di concussione continuata, consumata e tentata e ha emesso l'ordinanza di arresto per il sottufficiale ora in servizio a Firenze: l'uomo si trova ai domiciliari, dopo il trasferimento fuori dalla Toscana. Le indagini proseguono: gli inquirenti non escludono che possano esserci altri casi non ancora venuti alla luce.

20:35Siccità: Regione Calabria chiede stato calamità naturale

(ANSA) - CATANZARO, 25 LUG - La Giunta regionale della Calabria, riunitasi sotto la presidenza di Mario Oliverio, ha chiesto al Governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la siccità. La decisione dell'esecutivo é stata presa su proposta dello stesso presidente Oliverio. "La siccità - si afferma in una nota dell'ufficio stampa della Giunta - ha già fatto registrare centinaia di migliaia di euro di danni nel settore agricolo".

Archivio Ultima ora