Italia pronta a missione militare di supporto in Libia

Pubblicato il 25 febbraio 2016 da redazione

libia

ROMA. – L’Italia è pronta ad una missione militare di supporto in Libia, nel momento in cui le autorità libiche dovessero avanzare la richiesta. Sarà un contingente con numeri bassi, con il compito essenzialmente di addestrare le forze locali e sorvegliare siti sensibili come ambasciate e palazzi istituzionali. Gli scenari sono stati discussi al Quirinale, nella riunione del Consiglio supremo di Difesa, presieduto dal capo dello Stato, Sergio Mattarella.

L’organismo, si legge nella nota finale, ha “attentamente valutata la situazione in Libia, con riferimento sia al travagliato percorso di formazione del Governo di accordo nazionale sia alle predisposizioni per una eventuale missione militare di supporto su richiesta delle autorità libiche”. La posizione italiana, dunque, non cambia, come ha spiegato il ministro della Difesa, Roberta Pinotti. “La Libia – ha sottolineato – può essere stabilizzata solo con l’intervento delle forze locali. Un intervento militare di occupazione del paese sarebbe impensabile”.

L’attesa è dunque per le faticose trattative che dovrebbero portare alla formazione del Governo di accordo nazionale, sul quale l’Italia continua a scommettere. Lunedì il Parlamento di Tobruk dovrebbe pronunciarsi. Se ci sarà l’ok e l’esecutivo di unità nazionale si insedierà, partirà la richiesta di assistenza alla comunità internazionale cui risponderà anche l’Italia. Il numero di militari di vari Paesi ipotizzato è sui 5mila ma su questo niente è stato ancora deciso.

Il contingente internazionale non dovrà essere vissuto dai libici come ‘forza di occupazione’ e per questo i militari agiranno insieme alle forze di sicurezza locali. L’altro fronte aperto in Libia è quello del contrasto all’Isis, diventato una priorità. E su questo la comunità internazionale viaggia in ordine sparso, con gli Stati Uniti che fanno raid aerei e le forze speciali francesi che agiscono da tempo dell’Est del Paese.

Il ministro Pinotti non ha nascosto il suo disappunto. “Non commento le vicende che riguardano un altro paese – ha detto – ma in passato accelerazioni unilaterali non hanno aiutato la Libia. Nelle riunioni ufficiali – ha aggiunto – il ministro francese ha sempre riconosciuto all’Italia il ruolo di coordinamento per quanto riguarda la situazione in Libia”.

Anche su questo versante Roma attende la richiesta di aiuto dei libici ed anche un’indicazione da parte dell’Onu. L’Italia è comunque pronta a tutti gli scenari, anche in caso di accelerazioni improvvise, con la cautela però di non prestare il fianco a possibili ritorsioni terroristiche che la vedrebbero in prima linea. Ma non c’è solo la Libia a preoccupare.

Il Consiglio Supremo ha esaminato anche gli sviluppi in Siria e Iraq, dove saranno presto inviati rinforzi: 130 militari ad Erbil con il compito di recuperare i feriti e circa 500 a protezione dei lavori della ristrutturazione della diga di Mosul. E’ stato poi analizzato con preoccupazione l’andamento dei flussi migratori nell’area balcanica. Ad allarmare sono le possibili infiltrazioni terroristiche, visto che nei Paesi balcanici (dal Kosovo all’Albania, alla Macedonia) sono segnalati covi jihadisti. La vigilanza è dunque alta alle frontiere del Nord-Est, dove potrebbero essere inviati ulteriori rinforzi di polizia.

Nella riunione è stato registrato anche il fatto che il decreto missioni è da tempo scaduto e dunque serve al più presto approvare il nuovo provvedimento di rifinanziamento. Poi il premier Matteo Renzi ha avuto una conversazione telefonica con il presidente americano Barack Obama. Sicuramente si sarà parlato anche delle aree di crisi e della strutturazione degli interventi anti-Isis. Confermata la storica amicizia e strettissima collaborazione tra Italia e Stati Uniti.

(di Massimo Nesticò/ANSA)

Ultima ora

11:12Calcio: Mls, Sigi Schmid nuovo tecnico dei LA Galaxy

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Cambio di allenatore sulla panchina dei Los Angeles Galaxy: Curt Onalfo, infatti, è stato esonerato in seguito ai deludenti risultati conseguiti, non ultima una serie di 5 sconfitte consecutive. Il suo posto è stato assegnato al veterano della Mls Sigi Schmid, 64 anni, tedesco con passaporto Usa, tra il '99 e il 2004 già nella franchigia californiana che nel 2002 condusse anche al suo primo scudetto. Titolo che la scorsa stagione è andato ai Seattle Sounders, squadra allenata proprio da Schmid fino all'estate, quando fu a sua volta esonerato. Onalfo, promosso dai Galaxy B dopo la nomina di Bruce Arena a ct della Nazionale statunitense, lascia la squadra al 9/o posto della Western Conference, con 6 vittorie, 4 pareggi e 10 sconfitte. Dal prossimo campionato di Mls, intanto, la città avrà il suo derby con il debutto del Los Angeles Football Club (Lafc): la nuova franchigia sarà guidata dal 59enne ex ct degli Usa Bob Bradley. Nel gennaio dello scorso anno era stato esonerato dallo Swansea (Premier League).

10:59Migranti: naufragio Egeo, 7 vittime, anche 5 bambini

(ANSAmed) - ISTANBUL, 28 LUG - Almeno 7 persone, 2 donne e 5 bambini, sono morte nel naufragio di un barcone di migranti nel mar Egeo, avvenuto nella tarda serata di ieri. Lo riferisce la guardia costiera turca. Il natante, diretto verso le isole greche, è affondato al largo di Cesme, località costiera nella provincia di Smirne. Secondo le autorità marittime di Ankara, a bordo c'erano 18 persone, 9 delle quali - 4 iracheni, 3 somali e 2 siriani - soccorse in mare. Proseguono inoltre le ricerche di un altro migrante, che risulta disperso. Il presunto scafista avrebbe invece abbandonato il barcone mentre stava affondando ed è ora ricercato. Nelle operazioni di salvataggio sono stati impiegati 3 navi e un elicottero. Dall'accordo Ue-Turchia del marzo 2016, il flusso di migranti e rifugiati verso le isole greche si è ridotto a una media quotidiana di poche decine, facendo diminuire sensibilmente anche il numero degli incidenti in mare

10:51Pakistan: premier rimosso da Corte Suprema

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - La corte suprema pachistana ha rimosso dal suo incarico il premier Nawaz Sharif perché accusato di corruzione. Non è la prima volta che un tribunale ha ordinato la rimozione di un premier eletto. Cinque anni fa era successo all'allora primo ministro Yusuf Raza Gilani per un caso di oltraggio alla giustizia. Sharif e i suoi figli sono invece accusati di possedere una serie di compagnie offshore, come è emerso un anno fa dai cosiddetti Panama Papers.

10:42Omicidio a Vieste: indagini, ascoltate 8 persone

(ANSA) - VIESTE, 28 LUG - Otto persone, tra amici, familiari e possibili testimoni, sono state ascoltate dai carabinieri nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Omar Trotta, di 31 anni, con precedenti penali, ucciso ieri con colpi di pistola intorno alle 14.00 mentre era all'interno del suo ristorante, 'La bruschetta', nel centro storico di Vieste. E'stata ascoltata anche la moglie della vittima, che era presente con la figlioletta di 7 mesi. ''Ci ha confermato la dinamica. - ha detto un ufficiale dei Cc che segue le indagini - Un solo killer è entrato nel locale, col volto coperto da casco e armato di pistola calibro 9. Ha esploso 5 colpi che hanno raggiunto Trotta all'addome e alla testa, uccidendolo''. Poi è fuggito ed ha raggiunto il complice che lo attendeva su uno scooter. Il killer ha sparato senza preoccuparsi della gente che in quel momento si trovava nel locale. Al tavolo con Trotta e Tommaso Tomaiuolo, di 21 anni, rimasto leggermente ferito, sedeva anche la fidanzata di Tomaiuolo, sfuggita al fuoco del killer.

10:41Causò incendio che distrusse 10mila mq Parco Vesuvio, preso

(ANSA) - NAPOLI, 28 LUG - Identificato e arrestato dai Carabinieri l'autore dell'incendio che ha distrutto 10mila metri quadrati di Parco nazionale del Vesuvio. Sono stati i Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco, in sinergia con i Carabinieri Forestali, ad aver eseguito nella notte un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per incendio boschivo emessa dal Gip di Torre Annunziata su richiesta della locale Procura nei confronti di un 24enne del luogo già noto alle forze dell'ordine. L'uomo, identificato grazie a veloci indagini - esame di telecamere e attività di intercettazione - è ritenuto responsabile di aver appiccato, il 14 luglio scorso a Torre del Greco, l'incendio che ha distrutto 10mila metri quadrati di Parco. Il giovane ha utilizzato un semplice accendino, mettendo per altro a repentaglio con quel gesto la sua stessa abitazione, lambita dalle fiamme. Adesso si trova nel carcere di Poggioreale, in attesa del processo.

10:27Ignoti ‘intitolano’ via a indipendentista sardo morto

(ANSA) - BRESCIA, 28 LUG - La scorsa notte, a Brescia, ignoti hanno coperto la targa della via intitolata a Luigi Cadorna, in centro città, sostituendola con una finta intitolata: "Via Doddore Salvatore Meloni. Patriota sardo". Il riferimento è all'indipendentista sardo morto all'inizio di luglio dopo due mesi di sciopero della fame in carcere. Era tra i 48 coinvolti dalla Procura di Brescia nell'inchiesta per l'organizzazione dell'occupazione di Piazza San Marco a Venezia. Al momento il gesto non è stato rivendicato.

10:23Migranti: Ventimiglia, veglia davanti croce fatta coi remi

(ANSA) - VENTIMIGLIA (IMPERIA), 27 LUG - Una croce formata da due remi incrociati che diventano il simbolo di chi muore di speranza: davanti a questa croce si sono raccolti ieri sera in cattedrale a Ventimiglia alcune persone che hanno preso parte alla veglia di preghiera organizzata dalla Comunità di sant'Egidio di Genova e dalla diocesi, veglia durante la quale sono stati ricordati tutti i profughi morti in mare e nel viaggio verso l'Europa. L'evento ha visto la partecipazione di diversi migranti, soprattutto donne ospiti della vicina chiesa delle Gianchette e di esponenti delle associazioni umanitarie che operano sul territorio (Croce Rossa, Caritas). Nel corso della serata sono stati letti i nomi di alcuni scomparsi e sono state accese candele in ricordo delle vittime. Alla veglia, presieduta dal parroco don Luca Salomone, hanno preso parte anche don Rito Alvarez della chiesa di Sant'Antonio e padre Alexis Bassoma, originario del Togo e residente a Genova della Società Missioni Africane (Sma). (ANSA).

Archivio Ultima ora