Maggioranza autosufficiente sul ddl Cirinnà per le unioni civili

Pubblicato il 25 febbraio 2016 da redazione

unioni

ROMA. – La maggioranza tiene. Ala vota a sostegno del governo. E’ il responso del voto di fiducia posto da Matteo Renzi sul ddl Cirinnà per le unioni civili. Il governo ottiene 173 voti, ovvero 12 in più della teorica maggioranza assoluta del Senato, a quota 161. Un bottino non indifferente che, però, espone il Pd alle critiche delle opposizioni, secondo le quali i 18 voti a favore espressi oggi dal gruppo dei verdiniani sono ormai indispensabili per la tenuta dell’esecutivo. Tesi che i dem respingono con fermezza: quelli di Ala, sottolineano, sono voti “aggiuntivi” e non determinanti.

Nel dettaglio, il Pd ha ottenuto 108 dei 111 voti sui quali può normalmente contare. Gli unici mancanti sono quelli dei senatori Felice Casson, Luigi Manconi e Sergio Zavoli (quet’ultimo per motivi di salute). Manconi ha annunciato la propria defezione – ma solo sul provvedimento – in quanto non condivide “lo spirito” del testo approvato dai suoi colleghi. Sulla stessa linea d’onda il collega Casson: “Non partecipo al voto sulle unioni civili perché non condivido la soluzione trovata né politicamente, né costituzionalmente”, ha dichiarato prima del voto.

Dei 32 parlamentari di Ap, 26 hanno votato a favore. Sei gli assenti: Albertini, Di Biagio, Esposito, Formigoni, Marinello e Sacconi, tutti contrari alle unioni civili. Quattro voti a favore del governo arrivano dal gruppo dei 15 senatori di Grandi Autonomie e Libertà: si tratta di Paolo Naccarato, Michelino Davico, Riccardo Villari (in predicato di passare a Ala) e del sottosegretario all’istruzione Angela D’Onghia. Dodici voti arrivano dal gruppo “Per le Autonomie”, composto da 19 senatori (tra i sì quello dell’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano). Sempre nel gruppo delle Autonomie sono sette quelli che non votano (tra questi il sottosegretario Riccardo Nencini, assente per motivi personali e non politici). Altri cinque voti per il governo appartengono al gruppo Misto: il sottosegretario Benedetto Della Vedova, i parlamentari Alessandra Bencini, Maurizio Romani di Italia dei Valori, l’ex grillina Serenella Fucksia e il senatore a vita Mario Monti.

A conti fatti la maggioranza di governo si sarebbe assestata a 155 voti. Il provvedimento sarebbe passato in ogni caso in quanto il quorum era di soli 123 voti a favore. I voti contrari sono stati 71: Lega, Fi e Sel. All’appello mancano i 35 voti contrari alla fiducia del M5S: i pentastellati sono usciti dall’Aula per sottolineare la loro opposizione nei confronti dell’esecutivo e non del provvedimento.

Il contributo di 18 voti favorevoli di Ala ha comunque permesso a Renzi di superare la soglia psicologica (decisiva solo nel caso di votazioni con la richiesta di maggioranza assoluta) di 161 voti.

(di Teodoro Fulgione/ANSA)

Ultima ora

15:09Berlusconi, a due anni da Expò Italia piagata da siccità

(ANSA) - ROMA, 24 LUG -"Sono trascorsi solo due anni da quello straordinario evento dell'Expo 2015 che da Milano mise al centro dell'attenzione mondiale il ruolo economico e sociale dell'agricoltura nella sfida per la sicurezza alimentare e la qualità del cibo. Oggi a solo due anni di distanza l'Italia è piagata dalla siccità. Il governo agisca con tempestività per proteggere questo prezioso patrimonio con aiuti straordinari, avviando un confronto serio con le autorità europee". Lo afferma il presidente di FI Silvio Berlusconi.

14:51Incendi: con maestrale allerta massima in tutta la Sardegna

(ANSA) - CAGLIARI, 24 LUG - E' allerta da codice rosso in quasi tutta la Sardegna per il rischio incendi. Il vento di maestrale che sta battendo l'Isola, provenendo da Nord Ovest, ha fatto scattare il piano operativo della Protezione civile regionale. Dalla Gallura al Marghine, passando per Nuorese, Ogliastra e Campidano, sono diverse le zone che vengono monitorate dalla macchina antincendio, pronta a schierare, in caso di necessità, la flotta aerea regionale e nazionale. Nel frattempo, proprio a causa del forte vento di maestrale, si complicano le operazioni di spegnimento di un vasto incendio che si è sviluppato nella Valle della Luna, a Santa Teresa di Gallura. (ANSA).

14:48Calcio: Ancelotti, sono sicuro che Vidal rimarrà al Bayern

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - "Ho piena fiducia in Vidal. Girano molte voci, ma io conto su di lui al 100%". Carlo Ancelotti, allenatore del Bayern Monaco, approfitta di una conferenza stampa a Singapore per dire la sua sul caso di mercato che riguarda il suo centrocampista cileno, inseguito da Inter e Manchester United. "Sono sicuro che rimarrà con noi", ha aggiunto Ancelotti.

14:37Scherma: Mondiali, fiorettiste avanti

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - L'Italia accede alle semifinali della prova di fioretto a squadre femminile ai Mondiali di scherma di Lipsia. Entrate in gara direttamente ai quarti, Alice Volpi, Martina Batini e Camilla Mancini hanno battuto il Giappone per 45-25.

14:35Charlie: oggi e domani nuove udienze Alta Corte di Londra

(ANSA) - LONDRA, 24 LUG - A Londra inizia oggi una nuova udienza sul caso del piccolo Charlie Gard. Il giudice dell'Alta Corte ha fissato due giorni di audizioni per esaminare nuovi elementi per stabilire se il bimbo affetto da una malattia rara vada trasferito negli Stati Uniti per tentare una terapia alternativa, come chiedono i genitori. Nei giorni scorsi uno specialista americano era volato a Londra, dove Charlie è ricoverato, per visitare il bambino. I medici dell'ospedale, il Great Ormond Street, restano dell'avviso che un nuovo trattamento sarebbe inutile a causa dei gravi danni al cervello e che quindi sarebbe meglio staccargli la spina.

14:34Calcio: Serie B, il 31 luglio assemblea di Lega

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Assemblea elettiva, lunedì 31 luglio alle ore 13 (in seconda convocazione) presso la sede milanese di via Ippolito Rosellini 4, per la Lega di Serie B. All'ordine del giorno, fa sapere la stessa Lega, vi sono dunque le elezioni del presidente e dei consiglieri.

14:27Calcio: Torino, guaio muscolare per Belotti

(ANSA) - TORINO, 24 LUG - Problemi muscolari per Andrea Belotti nel ritiro del Torino, a Bormio. L'attaccante granata ha terminato anzitempo l'allenamento e sarà sottoposto ad accertamenti per stabilire l'esatta entità dell'infortunio. Potrebbe trattarsi soltanto di un affaticamento. Stesso problema per Alex Berenguer, lo spagnolo che il club ha soffiato al Napoli e che ieri è stato protagonista di una buona prestazione all'esordio in amichevole contro il Renate. Anche le sue condizioni andranno valutate nelle prossime ore.

Archivio Ultima ora