Bloccato l’ascensore sociale, pesa l’origine della famiglia

Pubblicato il 25 febbraio 2016 da redazione

sociale

ROMA. – Dopo la scuola: università o lavoro? Dipende dal background famigliare. E’ più probabile che si immatricoli all’università un diplomato che proviene da contesti socio-economici avvantaggiati (lo fa l’81% dei diplomati 2014) piuttosto che chi è cresciuto in contesti meno favoriti (52%). Sulla scelta incide poi anche il titolo di studio di mamma e papà: prosegue gli studi l’86% dei diplomati con almeno un genitore laureato, il 64% di quelli con genitori in possesso di un diploma e il 43% (la metà rispetto ai figli di laureati) tra quanti hanno genitori con al più la licenza media. Al contrario è più probabile che si mettano subito alla ricerca di un lavoro i figli di chi ha la licenza media (38%) rispetto ai figli di laureati (22%).

E’ un ascensore sociale bloccato quello che emerge dal Rapporto 2016 di AlmaDiploma. Ma è anche la fotografia di giovani che non si scoraggiano. A un anno dal titolo, la maggior parte dei diplomati del 2014 è iscritta a un corso di laurea (65%) o lavora (31%; 51% nel caso dei diplomati 2010). Il 13% è in cerca di occupazione, mentre il 4% non cerca un impiego.

Secondo AlmaDiploma, che ha intervistato circa 100 mila diplomati nel 2014, 2012 e 2010, la ricetta per ottenere risultati brillanti dopo il diploma, nell’università come nel lavoro, è un mix tra “orientamento, voti alti e stage”. “La scuola – ha osservato il sottosegretario all’Istruzione, Gabriele Toccafondi – è ‘conoscenze’ ma anche ‘competenze’ e queste ultime si acquisiscono anche con modalità di alternanza scuola-lavoro”. Con la riforma, ha aggiunto, “stiamo aprendo le scuole al mondo della produzione”: occorre che il “mondo del lavoro collabori” e “indichi quali competenze sono richieste ai giovani da qui ai prossimi anni”. “Competenze”, per il sottosegretario, è anche la parola chiave per sbloccare l’ascensore sociale: lo “strumento principe dell’Erasmus+”, che consente ai ragazzi di svolgere un periodo di studi all’estero lavorando, va “potenziato”.

Secondo l’indagine di AlmaDiploma, il 44% dei diplomati 2014 che hanno svolto un percorso di orientamento, come AlmaOrientati, ha “riportato performance più brillanti e lineari” di chi non l’ha fatto o non ne ha seguito le indicazioni. Svolgere esperienze lavorative e internazionali durante gli studi, invece, ha aumentato le chance occupazionali dei diplomati tecnici e professionali, rispettivamente del 66% e del 31%. “Decisivo”, per queste due categorie di studenti, è stato anche l’aver ottenuto un voto alto all’esame di Stato: passare da 60 a 100 aumenta la probabilità di lavorare dell’80%.

Infine, gli stage dopo il titolo accrescono del 90% la possibilità di trovare presto un’occupazione. In generale, la paga media dei diplomati tecnici e professionali 2014 che già lavorano corrisponde a poco più di mille euro netti mensili. Una parte di questi ragazzi ha già un contratto stabile (28% nel caso dei tecnici; 22% nel caso dei professionali), ma quasi la metà (rispettivamente il 47% e il 48%) ammette di utilizzare in modo ridotto le competenze acquisite a scuola. Il 29%, invece, non le utilizza per niente.

(di Alice Fumis/ANSA)

Ultima ora

12:48Biotestamento: al via dichiarazioni voto, verso ok finale

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Con le dichiarazioni di voto è iniziato in Aula al Senato l'esame del Ddl sul biotestamento. Ieri l'Assemblea di Palazzo Madama ha respinto tutte le proposte emendative. Il via libera definitivo per il testo di legge è atteso entro la mattinata.

12:45Russia: Putin, Artide renderà ricco il Paese

(ANSA) - MOSCA, 14 DIC - L'Artide aiuterà a far crescere "la ricchezza della Russia" perché "è lì che si trovano le risorse": lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin durante la sua conferenza stampa annuale aggiungendo che bisogna però tenere conto della questione ambientale e anche di quella relativa alla sicurezza.

12:42Natale: Meloni,italiani facciamo insieme rivoluzione presepe

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Ho deciso di fare il Presepe quando non lo fa più nessuno, quando nelle scuole dicono che non si può fare perché offende chi crede in un'altra cultura. Continuo a chiedermi come possa un bambino che nasce in una mangiatoia o una famiglia che scappa per difenderlo, offendere qualcuno. Come possa offendere qualcuno la mia cultura. Proprio non me ne faccio una ragione: che si creda in Dio oppure no, in questo simbolo sono raccolti i valori che hanno fondato la mia civiltà. Quello che io sono è in questo simbolo: io credo nel rispetto, nella laicità dello Stato, nella sacralità della vita, nella solidarietà perché me lo ha insegnato questo simbolo". Lo dice il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni nel video "2 minuti con Giorgia", su Facebook.

12:41Salvini, nessun tavolo con chi protegge stupratori

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Stiamo ricevendo centinaia di telefonate, messaggi, mail di donne e uomini arrabbiati e delusi per l'incredibile scelta di Fi di proteggere stupratori e assassini. Per quanto ci riguarda, sospendiamo le nostre previste partecipazioni a tavoli e incontri con Fi e Berlusconi finché non ci sarà un chiarimento ufficiale". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini dopo il voto contrario di Fi in comm. giustizia al Senato all'iter veloce per la legge Molteni che nega sconti di pena per reati gravissimi.

12:40Basket: Nba, Gallinari assente ma Clippers a segno

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sia pur senza Danilo Gallinari, fermato da un problema ad un'anca, i Los Angeles Clippers passano 105-96 in casa degli Orlando Magic totalizzando la loro undicesima vittoria su 26 partite disputate nella regular season del campionato di basket Nba. Miglior realizzatore dell'incontro con 31 punti Lou Williams, guardia dei Clippers. Grazie al successo interno per 108-96 sui Charlotte Hornets(31 punti di Chris Paul) gli Houston Rockets consolidano il comando nella Western Conference, così come i Boston Celtics (124-118 ai Denver Nuggets con 33 punti di Kylie Irving) mantengono la testa della Eastern Conference. Gli Oklahoma City Thunder passano 100-95 in casa degli Indiana Pacers, i Washington Wizards superano 93-87 i Memphis Grizzlies, i Portland Trail Blazers si impongono 102-95 in trasferta sui Miami Heat. Successo esterno anche per i Toronto Raptors (115-109 sui Phoenix Suns) mentre Chicago Bulls e New Orleans Pelicans hanno la meglio rispettivamente su Utah Jazz (103-100) e Milwaukee Bucks (115-108).

12:37Comune trapanese cura gatto malato di Aids, ed è polemica

(ANSA) - PALERMO, 14 DIC - E' polemica a Campobello di Mazara (Tp) per la spesa che il comune ha sostenuto per curare un gatto randagio affetto dall'Aids felino. Costo per l'assistenza 2.120 euro. Il 30 dicembre 2016 l'animale malato fu segnalato alla polizia municipale da un cittadino. Gli agenti lo fecero visitare a un veterinario. Poi il trasporto alla clinica San Vito di Mazara del Vallo. Da lì è iniziato l'iter d'assistenza per capire la patologia: le analisi del sangue, quelli specifici contro i virus e la diagnosi. Per il gatto, riporta il Giornale di Sicilia, è iniziata la cura farmacologia. "Nel centro il felino è rimasto dal 30 dicembre 2016 al 28 febbraio scorso - spiega Giuliano Panierino, comandante della polizia municipale - poi, è rimasto ancora lì sino al 7 aprile prima che un' associazione, lo adottasse". La determina di spesa ha scatenato le critiche del gruppo Io amo Campobello. "L' urgenza dell'intervento non ci ha consentito di coinvolgere l'Asp", replica Panierino. (ANSA).

12:21Moschea Firenze nascerà su terreno venduto dalla Diocesi

(ANSA) - FIRENZE, 14 DIC - Una nuova moschea nascerà su un terreno nel comune di Sesto Fiorentino (Firenze), attualmente di proprietà della curia di Firenze. La notizia, anticipata oggi dal quotidiano La Nazione, è confermata da una nota congiunta di Comune di Sesto, Arcidiocesi di Firenze, Università di Firenze e Associazione per la Moschea di Firenze. L'operazione potrebbe dunque rappresentare una soluzione all'annosa questione della ricerca di un terreno su cui far sorgere il luogo di culto islamico, risoltasi per ora negativamente quanto a disponibilità di siti nel territorio comunale di Firenze. Un protocollo d'intesa che sarà firmato venerdì prevede che l'Arcidiocesi, ceda a titolo oneroso la proprietà dell'area alla Comunità musulmana della provincia di Firenze affinché possa realizzarvi una moschea e un centro culturale islamico. Contestualmente l'Arcidiocesi otterrà, a titolo oneroso, un altro terreno di proprietà dell'Università nell'area del Polo scientifico di Sesto sul quale realizzare un centro religioso.

Archivio Ultima ora