Calcio: Ronaldo, se tutti fossero come me saremmo primi

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – “Se tutti fossero al mio livello, saremmo primi”: Cristiano Ronaldo non usa mezzi termini dopo il ko casalingo del Real Madrid nel derby con l’Atletico che, di fatto, ha escluso i blancos dalla corsa per il campionato. “Tutti gli anni, secondo la stampa, sembra che io giochi di merda, ma i numeri e le statistiche non mentono”, la polemica del portoghese sul suo rendimento. “Non voglio disprezzare nessun compagno – aggiunge – ma quando non ci sono i migliori, è difficile vincere. A me piace giocare con Pepe, Benzema, Bale, Marcelo. Non voglio dire che Jesé, Lucas, Kovacic non siano bravi, però…”. Ronaldo, poi, parla degli infortuni e non lesina una stoccata alla gestione Benitez: “Non so se è per la cattiva preparazione, ma stiamo avendo molti infortuni e questo ci danneggia”. Infine, circa il derby odierno, il portoghese sottolinea che, a suo avviso, il risultato (0-1) è bugiardo: “Abbiamo avuto più occasioni e meritavamo la vittoria, ma il calcio è così”.

Condividi: