Libia: Di Battista, no truppe italiane, rischio è Vietnam

(ANSA) – ROMA, 28 FEB – Sulla Libia “l’Italia deve contribuire nel modo giusto per distruggere il terrorismo che è un cancro che va affamato, ma non credo che inviare droni possa servire a qualcosa”: così Alessandro Di Battista (M5s) a l’Intervista su SkyTg24. E’ d’accordo sull’invio di forze speciali sul campo? “No – ha risposto – l’Italia faccia la sua parte ma no all’invio di forze speciali. Se si decidesse una cosa del genere ci opporremo in Parlamento perché significa andare in guerra, in una terra a 500 cento chilometri da qui, che potrebbe diventare un nuovo Vietnam”.

Condividi: