In due giorni poche violazioni, la tregua regge in Siria

Pubblicato il 28 febbraio 2016 da redazione

Siria: in due giorni poche violazioni, la tregua regge

Siria: in due giorni poche violazioni, la tregua regge

ROMA. – Una tregua fragile, quella in Siria, che però regge e ieri ha vissuto il suo secondo giorno tra dichiarazioni di speranza, denunce di violazioni e sporadici incidenti. Sono in gran parte tranquille per la prima volta in cinque anni di guerra le zone dove più intensi fino a venerdì notte erano stati i combattimenti, i bombardamenti degli aerei e dell’artiglieria pesante, le devastazioni e le stragi. Lo riferiscono fonti diverse, mentre testimoni raccontano della gente che sta tornando nelle strade delle città in macerie a far scorte di acqua e cibo.

Soprattutto nella capitale Damasco – dicono – le vie durante il giorno sono state molto animate. La tregua ‘trovata’ su iniziativa di Washington e di Mosca, e appoggiata dal Consiglio di sicurezza dell’Onu che l’ha ‘benedetta’ con una risoluzione approvata all’unanimità, sta dunque suscitando grandi speranze malgrado la complessità della sua applicazione su un territorio vastissimo, che è comunque solo quello interessato dai bombardamenti Usa e dai combattimenti tra le forze del regime appoggiate dall’aviazione degli alleati russi e i ribelli siriani.

Sono esclusi dal cessate-il-fuoco i jihadisti dell’Isis e di al-Nusra, con i quali non è stato possibile avviare la benché minima trattativa. Ma sono esclusi, secondo la Turchia, anche i curdi del Pkk (Partito dei lavoratori del Kurdistan) che Ankara non smette di definire “terroristi” e che anche oggi sono stati presi di mira dai colpi dell’artiglieria turca.

Il capo del centro russo per la riconciliazione delle parti in Siria, Sergei Kurylenko, ha denunciato anche l’attraversamento del confine siriano “da parte di un gruppo di circa 100 miliziani provenienti dalla Turchia che, insieme ad altri già in Siria, hanno preso il controllo della città di Tal Abyad, 82 chilometri a nord di Raqqa”, da mesi oggetti di sanguinosa contesa tra combattenti curdi e jihadisti dell’Isis.

Le complessivamente poche denunce di violazioni della tregua – una ventina in due giorni, secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus) – stanno comunque dando vita a un rimpallo di responsabilità tra i Paesi coinvolti a vario titolo nel conflitto. Così, mentre Mosca mette sotto schiaffo la Turchia, l’Arabia Saudita accusa proprio la Russia e il governo di Damasco di aver compiuto raid aerei senza precisare se si tratta di quelli che hanno colpito sei località nelle province di Aleppo e Hama.

Mentre l’opposizione siriana armata denuncia anche raid aerei americani. In questo fragile contesto, la voce di speranza più forte è stata quella del Papa. “Invito tutti – ha detto – a pregare perché questo spiraglio possa dare sollievo alla popolazione sofferente favorendo i necessari aiuti umanitari, e apra la strada al dialogo e alla pace tanto desiderata”.

Con i consueti distinguo sulla peculiarità delle cosiddette “linee rosse israeliane” che impongono uno stop “dell’aggressione iraniana contro Israele dalla Siria”, anche il premier Benyamin Netanyahu ha sottolineato che lo stato ebraico dà il benvenuto “agli sforzi per raggiungere uno stabile, lungo e reale cessate il fuoco. Qualunque cosa metta fine all’orribile macello in Siria è importante. Prima di tutto – ha concluso – sul piano umanitario”.

Ultima ora

15:41L.elettorale: Romani, FI agevolerà approvazione

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "Al Senato siamo sfortunati, perché non abbiamo la possibilità di votare il provvedimento come alla Camera, quindi dovremo trovare il modo di manifestare il nostro parere favorevole alla legge, abbiamo solamente il problema che ci sarà difficile votare la fiducia al governo, anche se trattasi di fiducia tecnica. Ma faremo in modo di agevolare che questa legge venga comunque approvata". Lo ha detto il presidente dei senatori di Forza Italia Paolo Romani.

15:38Vitalizi: Pizzetti, legge si farà entro legislatura

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "La legge sui vitalizzi verrà approvata entro la fine della legislatura. La Commissione fissa oggi il termine per gli emendamenti, e la legge va avanti". Lo ha detto il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento, Luciano Pizzetti, arrivando in Commissione Affari costituzionali del Senato, dopo la Conferenza dei capigruppo.

15:37Manovra: Guerra, senza Mdp governo non ha maggioranza

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "Con l'uscita di Mdp il governo non ha la maggioranza. Chiederemo un incontro al Colle per capire come può un governo fare una Legge di Bilancio senza avere una maggioranza consolidata". Lo dice ai cronisti la senatrice Cecilia Guerra capogruppo di Mdp a margine della conferenza dei capigruppo che ha calendarizzato la legge elettorale.

15:37Stupri Rimini: processo con rito abbreviato per Butungu

(ANSA) - RIMINI, 17 OTT - Rito abbreviato allo stato degli atti, sei parti civili ammesse e prosecuzione del processo direttissimo al 10 novembre per Guerlin Butungu, il 20enne congolese arrestato dalla squadra mobile della Questura di Rimini per gli stupri di una turista polacca e di una transessuale peruviana avvenuti nella notte tra il 25 e il 26 agosto scorsi a Miramare. Quella stessa notte venne anche picchiato con violenza un amico della giovane dell'Est. Il Tribunale collegiale, presieduto dal giudice Silvia Corinaldesi - dopo aver sciolto il nodo sulla scelta del rito direttissimo su cui la Procura della Repubblica ha presentato una memoria e ammettendolo sui punti in cui la confessione di Butungu era piena - ha accolto la richiesta della difesa di procedere per tutti i capi di imputazione per evitare una doppia condanna al congolese.(ANSA).

15:36Mondiali: Conte, l’Italia andrà in Russia

(ANSA) - LONDRA, 17 OTT - "Da italiano sono sicuro che andremo al mondiale": alla vigilia della sfida di Champions contro la Roma, il tecnico del Chelsea Antonio Conte commenta così la sfida di playoff contro la Svezia. "Spero che sia di buon auspicio la vittoria della mia nazionale contro gli svedesi a Euro 2016. Saranno due partite dentro-fuori, con grande pressione. Ma spero e penso che l'Italia andrà al mondiale".

15:35Coniugi uccisi, perizia psichiatrica su figlio e amico

(ANSA) - BOLOGNA, 17 OTT - Sarà una perizia psichiatrica a valutare le condizioni dei due ragazzi imputati davanti al tribunale per i minorenni di Bologna per il delitto di Pontelangorino (Ferrara) dove nella notte tra il 9 e il 10 gennaio i coniugi Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni furono uccisi a colpi di scure. L'ha disposta in udienza il giudice Anna Filocamo, accogliendo la richiesta di rito abbreviato condizionato alla perizia, avanzata dall'avvocato Gloria Bacca, difensore del figlio 16enne della coppia, accusato di omicidio premeditato in concorso con un amico di un anno più grande, difeso dall'avvocato Lorenzo Alberti. Il Procuratore Silvia Marzocchi si è associato alla richiesta di perizia. I due minori sono stati interrogati e avrebbero sostanzialmente ribadito la confessione. L'esecutore materiale fu l'amico del figlio, questi in conflitto da mesi con i genitori. Il 16enne poi diede l'allarme, fingendo di aver ritrovato i corpi. I due furono sentiti, emersero contraddizioni e infine ammisero i fatti. (ANSA).

15:30Mondiali: playoff, la Svezia ci crede

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "Finalmente conosciamo la nostra rivale: l'Italia è forte, ma lo è anche la Svezia. Ora dipende da noi prepararci al meglio, e siamo consapevoli dell'impegno che ci attende". Il ct della Svezia Janne Andersson commenta a RaiSport l'esito del sorteggio dei playoff mondiali a Zurigo Ma cosa sa il ct svedese dell'Italia? "Ora la studierò attentamente - risponde Andersson - ma finora non l'avevo seguita molto. Quali suoi giocatori stimo? Di solito non parlo dei singoli ma certamente ora mi concentrerò su di loro e li studierò, così come studierò Ventura del quale per ora non so molto". Giocare l'andata in casa per la Svezia è un vantaggio? "Adesso che lo sappiamo - risponde -, la prima in casa per noi è meglio, è bene saperlo" Infine una battuta su Ibrahimovic. "Io non ho lavorato con lui - spiega Andersson -, perché se n'era già andato dalla nazionale. Quindi ho costruito una nuova squadra, ci siamo ricompattati e c'è un nuovo progetto senza di lui. Siamo arrivati fin qui e ora continuiamo così".

Archivio Ultima ora