Maltempo: morta una donna per neve, sciatori scampati da slavina

Pubblicato il 29 febbraio 2016 da redazione

Maltempo: si stacca neve da tetto, morta donna Foto collaboratore ANSA Raffaele Sasso

Maltempo: si stacca neve da tetto, morta donna
Foto collaboratore ANSA Raffaele Sasso

ROMA. – Il maltempo continua a flagellare l’Italia, con danni anche ingenti in numerose Regioni. E non si arresta, dopo i cinque morti di ieri, la triste conta delle vittime: una donna ha perso la vita a Limone Piemonte (Cuneo) dopo essere stata colpita da un lastrone di neve staccatosi da un tetto. Ma la cronaca della giornata è una sorta di fotocopia di quanto accaduto ieri, con rami e alberi caduti, fiumi straripati, mareggiate, collegamenti interrotti o a singhiozzo e rischio valanghe.

Una di queste, con un fronte di un centinaio di metri, è caduta in Val di Fassa, sopra Canazei, coinvolgendo due sciatori slovacchi, che però sono stati recuperati dagli elicotteri dei soccorsi; un terzo, più fortunato, è riuscito a mettersi in salvo da solo. Per i primi due è scattata una denuncia per aver causato la valanga, in base all’articolo 426 del codice penale.

Intanto la Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso meteo che annuncia a partire dalle prime ore di domani l’arrivo di nuovi temporali, soprattutto al Sud. Per domani quindi allerta ‘arancione’ per rischio idraulico sul Rodigino in Veneto e in Emilia-Romagna sulla pianura di Modena e Reggio Emilia e su quella di Bologna e Ferrara; per rischio idrogeologico, invece, sull’Oltrepò Pavese in Lombardia, su gran parte delle Prealpi Venete, sulla Pianura di Parma e Piacenza in Emilia-Romagna, sui settori appenninici dell’Abruzzo, su gran parte della Campania, sui bacini Agri e Sinni in Basilicata e sulle zone tirreniche centro settentrionali della Calabria.

A fronte di una situazione decisamente difficile, il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha ribadito la volontà del governo di considerare come “priorità un’azione forte”, non senza sottolineare come “il territorio stia scontando la mancanza di interventi che dura da decenni e che ultimamente si è associata agli effetti dei cambiamenti climatici”.

La morte a Limone Piemonte della donna di 50 anni – N.O., di Novara – è stata provocata da un lastrone di neve e pietre staccatosi dal tetto che ha colpito la malcapitata alla testa, provocandole una frattura al cranio che le è stata fatale. Ancora senza soluzione, poi, il caso di un pescatore tunisino di 49 anni scomparso sabato sera all’Isola d’Elba: secondo i carabinieri che stanno indagando sul caso, l’uomo sarebbe banalmente scivolato in acqua a causa del forte maltempo in quel momento. A lieto fine l’incubo vissuto nel Cuneese da un camionista polacco di 56 anni che è rimasto intrappolato nella neve per due notti a causa della neve: stamattina è stato tratto in salvo dalle squadre del Soccorso Alpino. Nel Bellunese, una valanga si è abbattuta su una pista da sci (tra Forcella Averau e Fedare), fortunatamente deserta nel momento dell’impatto della massa nevosa.

In Emilia Romagna osservati speciali sono i fiumi: fase d’allarme in particolare per il Panaro e Secchia nel Modenese, per il Taro e i torrenti Enza, Parma, Stirone e Rovacchia nel Parmense e per il Riglio e lo Stirone nel Piacentino. Gli effetti delle piogge e dei venti forti si sono avvertiti particolarmente a Roma, dove i vigili del fuoco sono stati chiamati a un super-lavoro, dovuto in massima parte a una vera e propria ecatombe di alberi; problemi anche in zona litoranea, con forti danni a Fregene provocati da una mareggiata. Inoltre hanno superato i livelli di attenzione il Tevere e l’Aniene, che hanno costretto alla chiusura delle banchine a Ripetta e Ponte Salario.

Interessata dall’emergenza maltempo anche l’area archeologica di Pompei, dove sono caduti due alberi. La Soprintendenza ha avviato un monitoraggio per verificare eventuali danni alle strutture archeologiche ma domani l’intero complesso sarà aperto ai turisti. Difficoltà anche a Napoli, dove sono state numerose le strade allagate o bloccate dalla caduta di alberi, divelti da raffiche di vento che hanno toccato anche i 70 km/h.

In Toscana fiumi sotto osservazione, come ad esempio l’Ombrone nel Grossetano. Ma anche per allarme frane, com’è accaduto nel Pisano. Problemi anche in Sicilia, con mare in burrasca che ha provocato molti danni nelle Eolie. In Sardegna la Protezione Civile ha diramato una nuova allerta che durerà fino alla mezzanotte per un peggioramento delle condizioni meteo che dovrebbero riguardare soprattutto l’Iglesiente e il Campidano. Secondo la Coldiretti i danni nelle campagne ammonterebbero a svariati milioni, soprattutto per le coltivazioni di fragole, pomodori, fiori e piante da vivai in serra.

Ultima ora

15:33Calcio: Inzaghi, Lazio ha pagato abbastanza

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - "Due turni con lo stadio chiuso chiesti dalla Procura? Penso che la Lazio abbia già pagato abbastanza. Abbiamo avuto due partite senza la nostra curva, la Lazio si è sempre dimostrata contro ogni forma di razzismo e antisemitismo e penso che abbiamo già pagato abbastanza. Sono convinto che non possa succedere altro". Così l'allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, in conferenza stampa, commentando la richiesta della Procura federale avanzata ieri per il caso degli adesivi antisemiti affissi dai tifosi laziali nella partita del 22 ottobre scorso contro il Cagliari.

15:25Coree: team Nord domani farà sopralluogo siti Seul

(ANSA) - PECHINO, 20 GEN - La Corea del Nord ha notificato che domani invierà al Sud il team incaricato di fare i sopralluoghi ai siti di Seul e Gangnueng dove si esibiranno i suoi gruppi artistici di 240 persone, parte degli accordi di partecipazione alle Olimpiadi invernali di PyeongChang (9-25 febbraio). Lo riferisce il ministero dell'Unificazione di Seul, annunciando lo sblocco della missione che avrebbe dovuto iniziare oggi il suo lavoro di due giorni, prima che nella tarda serata di ieri il Nord informasse l'improvviso stop.

15:24Calcio: Verona, Osvaldo Bagnoli nominato presidente onorario

(ANSA) - VERONA, 20 GEN - Osvaldo Bagnoli, l'allenatore dello scudetto gialloblù conquistato nel 1985, è stato nominato presidente onorario dell'Hellas Verona. Lo ha ufficializzato stamattina il presidente del club, Maurizio Setti, intervenendo alla cerimonia d'inaugurazione di alcuni murales dedicati proprio a Bagnoli e a Preben Elkjaer Larsen, uno dei due attaccanti titolari (l'altro era Giuseppe Galderisi) di quella stagione trionfale, vicino allo stadio Marc'Antonio Bentegodi. Bagnoli, 81 anni, guidò la panchina del Verona dal 1981 al 1990, conquistando lo scudetto nella stagione 1984/85 - con 43 punti, quando all'epoca ogni vittoria valeva 2 punti e non 3 - e portando i gialloblù a disputare due finali di Coppa Italia.

15:23Norman Atlantic: relitto resta sotto sequestro in porto Bari

(ANSA) - BARI, 20 GEN - Il relitto del traghetto 'Norman Atlantic' rimane sotto sequestro perché potrebbe essere necessario tornare a bordo e perché si rischierebbe una infrazione comunitaria. Lo ha deciso il gip del Tribunale di Bari Alessandra Piliego, rigettando l'appello proposto dai difensori dell'armatore proprietario del traghetto, Carlo Visentini, gli avvocati Filiberto Palumbo e Pietro Palandri. Il traghetto naufragò dopo un incendio a bordo nel dicembre del 2014 che costò la vita a 12 persone (19 sono ancora disperse) e il ferimento di altre 64; il relitto è ormeggiato nel porto di Bari dal febbraio 2015. Per il giudice, che ha accolto le tesi della Procura, è necessario "assicurare la nave a fini probatori" perché anche nel corso del processo "potrebbero profilarsi nuove esigenze istruttorie". Concluso l'incidente probatorio, la Procura ha ipotizzato responsabilità a carico di nuovi indagati i quali, per il gip, potrebbero chiedere perizie tecniche a bordo, non avendo partecipato all'incidente probatorio.

15:18Sci. Cdm, tedesco Dressen vince libera Kitzbuehel e Fill 9/o

(ANSA) - KITZBUEHEL, 20 GEN - Favorito da un momentaneo arrivo del sole, e da una migliore visibilità, il tedesco Thomas Dressen, 24 anni e al primo successo in carriera, ha vinto a sorpresa (1'56"15) la discesa sulla leggendaria Streif a Kitzbuehel, la pista più famosa e difficile del mondo. Al secondo posto lo svizzero Beat Feuz (1'56"35), che già pensava a festeggiare di nuovo dopo il trionfo di una settimana fa a Wengen. Terzo l'austriaco Hannes Reichelt (1'56"56), che è riuscito a salvare l'onore dei padroni di casa. Caduto senza danni Christof Innerhofer, miglior azzurro è risultato Peter Fill, vincitore due stagioni fa, 9/o in 1'57"41. Poi c'è, pettorale 44 e miglior risultato in carriera, il veneto Emanuele Buzzi 11/o in 1'57"60. Dominik Paris - vincitore l'anno scorso e nel 2013, ha chiuso invece all'11/o posto, 1'57"79. L'attesissimo azzurro Matteo Marsaglia - primo e terzo tempo nelle due prove, nonostante il pettorale altissimo - è sceso da 49/o, ma con il cielo completamente chiuso: per lui solo il tempo di 1'58"80.

15:18Siria: Erdogan, al via operazione contro enclave curda

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che le forze armate turche hanno iniziato 'de facto' "un'operazione anti-terrorismo" di terra contro le postazioni curde nell'enclave di Afrin, nel nord-ovest della Siria. Lo riferisce l'agenzia Anadolu. L'esercito di Ankara era già schierato al confine siriano, e le autorità avevano avvertito che l'offensiva a Afrin era imminente.

15:17PyeongChang: Cio, ci saranno 22 atleti della Corea del Nord

(ANSA) - LOSANNA, 20 GEN - Sì alla sfilata sotto un'unica bandiera delle due delegazioni di Corea del Nord e Corea del Sud, alla cerimonia di apertura dei Giochi di Pyeongchang: lo ha stabilito il Cio nella riunione di Losanna con i rappresentanti dei due comitati olimpici e dei due governi. Il Cio ha stabilito anche che saranno 22 gli atleti nordcoreani che parteciperanno ai Giochi, al via dal 9 febbraio, in 5 discipline: hockey su ghiaccio femminile (con un'unica nazionale coreana), pattinaggio artistico, short track, sci alpino e sci di fondo. "PyeonChang 2018, si spera, aprirà le porte a un futuro più luminoso per la penisola coreana": così Thomas Bach, presidente del Cio, ha annunciato la scelta di una sfilata sotto una bandiera delle due Coree. "Lo spirito olimpico e' fatto di rispetto, dialogo, comprensione: con questa scelta invita il mondo a una celebrazione della speranza", ha detto Bach, che ha ringraziato i due governi per le loro scelte: "I Giochi ci mostrano il mondo cos' come tutti vorremmo che fosse".

Archivio Ultima ora