Con la Camerata di Caracas va di scena l’Opera italiana

Durante la conferenza-stampa presso la residenza dell'Ambasciatore Silvio Mignano (foto cortesia Patricia Aloy)
Durante la conferenza-stampa presso la residenza dell'Ambasciatore Silvio Mignano (foto cortesia Patricia Aloy)
Durante la conferenza-stampa presso la residenza dell’Ambasciatore Silvio Mignano (foto cortesia Patricia Aloy)

CARACAS.- L’Ambasciata d’Italia, l’Istituto Italiano di Cultura di Caracas e la Camerata di Caracas, con l’auspicio del “Banco Mercantil”, l’”Instituto de Artes Escenicas y Musicales” (IAEM) e il “Centro de Creación Artistica TET (Teatro Luis Peraza), ci invitano ad assistere a due Concerti stupendi. Se n’è parlato nel corso della Conferenza Stampa svoltasi presso la residenza dell’Ambasciatore d’Italia in Venezuela, Silvio Mignano.

Un incontro culturale davvero particolare, come l’Ambasciatore Mignano sa riservarci.
Accanto a lui, attesissima, la presenza di Isabel Palacios, la magnifica Direttrice d’Orchestra che, ammaliata dalla nostra Cultura, racconta ancora, come quando l’abbiamo incontrata tantissimi anni fa a Caracas che, al cospetto di una magnifica nota opera artistica del Rinascimento italiano, vista nel corso di un suo viaggio in Italia (ancora ragazzina), svenne per la profonda emozione provata.

Ed è così. Isabel Palacios ama “passeggiare” tra le meraviglie della nostra Cultura, mentre Leonardo, Dante, Foscolo, sorridono “spiandola” tra le nuvole azzurre dell’inimitabile cielo fiorentino.

Incontriamo di nuovo Isabel presso la residenza dell’Ambasciatore Mignano e… non è mai cambiata. Ricorda, si emoziona, ci accompagna attraverso i vicoli storici del Rinascimento italiano… tra Palazzo Pitti, gli Uffizi, Piazza Santa Croce… Santa Maria Novella, i Lungarni della stupenda Firenze. Trovarsi accanto a Isabel Palacios, grazie all’Ambasciatore Mignano, è illuminarsi di bellezza… rivivere i vicoli antichi tanto cari al Divino Poeta, passeggiare tra le calli di Venezia, scalare con lo sguardo il Duomo di Milano, volare con la fantasia tra le pietre del Colosseo e… appassionarci con la nostra meravigliosa storia.

Isabel Palacios, anche in questa fortunata opportunità offertaci dall’Ambasciatore d’Italia in Venezuela, ha saputo riprendere il “filo” di un discorso iniziato circa trent’anni fa e, con lo stesso entusiasmo, tornare a raccontare delle bellezze artistiche, culturali, di scenari immortali dove la vita, abbracciata all’arte e la storia, ha reso famosa l’Italia nel mondo.

Abbiamo quindi l’opportunità di poter assistere a due Concerti con musiche, brani d’Opera, scene drammatiche, interpreti eccellenti. Il “Lamento d’Arianna” o la “Lettera Amorosa” di Monteverdi, saranno eseguiti con passione, per rapirci attraverso le voci di Greiys Bracho, Alma Salsedo, Luis Magallanes, Alvaro Carrillo, alunni della “Cattedra di Tecnica Vocale e Interpretazione” di Isabel Palacios. La prima parte di “Somos instantes”, avrà luogo il prossimo 4 marzo alle ore 19,00, sabato 5 e domenica 6 marzo alle ore 17,00.

La seconda parte, si realizzerà venerdì 11 marzo alle ore 19,00; sabato 12 marzo e domenica 13 alle ore 17,00 nel Teatro Luis Peraza, Av. Universidad (vicino la Basilica di S. Pedro, Urb. Valle Abajo- Caracas). Il biglietto d’ingresso è di Bs. 500 e di Bs. 300 per studenti e persone della “terza età”.

Questo nuovo incontro con Isabel Palacios, presso l’accogliente residenza dell’Ambasciatore Mignano, a Caracas, ci ricorda con emozione il lungo magnifico cammino artistico della “Camerata di Caracas”……. di un tempo in cui ci si affacciava entusiasti presso il Museo di Sofia Imber e il “Teresa Carreño”, era il luogo d’incontro dell’Arte che moltiplicava senza sosta le proprie iniziative propiziandoci nuovi magnifici talenti “made in Venezuela”.

(Anna Maria Tiziano/Voce)

Condividi: