Insegnante uccisa: caccia a tracce delitto, Ris al lavoro

(ANSA) – TORINO, 3 MAR – Ris di Parma a caccia di tracce utili nell’inchiesta sull’omicidio dell’ insegnante Gloria Rosboch. La scientifica dei carabinieri sta setacciando le auto, una Renault Twingo e una Mini Cooper, utilizzate il giorno del delitto da Gabriele Defilippi e dal suo complice-amante Roberto Obert, entrambi in carcere con l’accusa di omicidio volontario. I carabinieri si sono presentati questa mattina in una concessionaria d’auto di Cuorgnè, nel Torinese, dove le auto sono custodite. Una volta conclusi i rilievi sulle due vetture, entrambe di proprietà di Obert, raccoglieranno eventuali prove anche dalla Fiat 500 di Defilippi e sulla Lancia Ypsilon della madre, Caterina Abbattista, anche lei in carcere con l’accusa di concorso in omicidio. In programma anche alcuni rilievi sugli appartamenti di Obert, a Forno Canavese, e dei Defilippi, a Castellamonte e Gassino Torinese. (ANSA).

Condividi: