Franceschini inaugura due mostre fotografiche sull’Italia a Baires

buenosaires_

BUENOS AIRES. – La fotografia italiana e Buenos Aires: un forte legame che esiste da tempo e che da questa settimana è ancora più in evidenza con l’inaugurazione di due mostre, in occasione della visita in Argentina del ministro della Cultura, Dario Franceschini. La prima esposizione è stata allestita presso il ‘Museo d’arte plastica Sivori’, che si trova nel cuore dei giardini di ‘Palermo’ della capitale: è curata da Maria Rosario Nappi con una sessantina di immagini che presentano i siti italiani iscritti nella ‘Lista Unesco del Patrimonio Mondiale’.

Nel commentare le immagini di fotografi quali Vittore Fossati, Gianni Berengo Gardin, Gabriele Basilico e Mimmo Jodice, Franceschini ha sottolineato “la grande attualità della fotografia, che non sarà mai sostituita completamente dai video o dalle immagini in movimento”.

Insieme all’ambasciatore Teresa Castaldo, il ministro ha poi partecipato all’inaugurazione dell’esposizione di Olivo Barbieri organizzato dal Museo Maxxi di Roma alla ‘Recoleta’, uno dei centri culturali più noti di Buenos Aires: è un’iniziativa, ha ricordato, “organizzata tra due istituzioni culturali dei nostri paesi e che mostra le opere di un grande artista”.

Al centro dell’esposizione 100 immagini che si snodano attraverso sette sezioni sulle diverse tematiche e aree di ricerca tramite le quali l’artista di Carpi ha sviluppato la propria arte: in una megalopoli quale Buenos Aires, Barbieri mette così in mostra la propria arte con immagini, tra le altre, sugli spazi urbani e l’architettura di città quali Roma, Shangai e Las Vegas.

Condividi: