Parigi allunga la vita delle vecchie centrali nucleari. Proteste dei Paesi vicini

Pubblicato il 04 marzo 2016 da redazione

centrale_nucleare1

PARIGI. – La Francia è molto convinta della sicurezza delle proprie centrali nucleari, tanto da pensare di prolungarne la durata di vita di dieci anni rispetto a quella inizialmente prevista. Ma i suoi vicini hanno molti più dubbi, e cominciano a mobilitarsi anche a livello istituzionale per chiedere la chiusura degli impianti più datati. A prendere la parola in materia è il portavoce del ministro dell’Ambiente tedesco, Barbara Hendricks, che ha attaccato senza mezzi termini la centrale di Fessenheim, la più longeva del parco francese, definendola “un rischio per la sicurezza” in quanto “troppo vecchia per essere ancora in attività”. E chiedendo che sia “chiusa il più in fretta possibile”.

Una dichiarazione che riprende le critiche già mosse nel settembre scorso, dall’esecutivo tedesco e dal governo locale del Baden Wurttemberg, alla decisione francese di mantenere la centrale attiva fino al 2018, e non chiuderla nel 2017 come aveva promesso Francois Hollande a inizio mandato.

La reazione delle istituzioni transalpine non si è fatta attendere. “Non ci sono motivi per chiudere” Fessenheim “dal punto di vista della sicurezza”, ha dichiarato in una nota l’Autorità per la sicurezza nucleare (Asn), spiegando che l’impianto “è del tutto nella media delle valutazioni”, ovvero “globalmente soddisfacente”. Un’eventuale chiusura potrebbe comunque arrivare, precisa l’Asn, per “decisioni di politica energetica di competenza del governo, che possono portare a scelte differenti”.

Due giorni fa era stato invece il cantone di Ginevra a prendersela con un’altra centrale nucleare francese “invecchiata”, quella di Bugey, già da anni nel mirino delle associazioni ecologiste, che sorge a una trentina di chilometri dal confine. Assistiti dall’avvocato ed ex ministro verde Corinne Lepage, i rappresentanti cantonali e municipali hanno sporto denuncia a Parigi contro la società che gestisce la centrale, con l’accusa di “messa a rischio della vita altrui ed inquinamento delle acque”.

La mossa, sottolinea il quotidiano svizzero Le Temps, era stata ampiamente preannunciata dalle autorità ginevrine, che avevano spiegato di volersi mobilitare in modo più attivo per fermare l’impianto di Bugey, anche in nome di una costituzione cantonale che li impegna a “fare tutto il possibile per opporsi a qualsiasi velleità nucleare, all’interno e nei pressi delle proprie frontiere”.

(di Chiara Rancati/ANSA)

Ultima ora

14:23Tennis: Australia, Chung elimina Djokovic

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Sorpresa agli Open d'Australia di tennis, dove Novak Djokovic è stato eliminato negli ottavi di finale. Il serbo, ex numero 1 del mondo e vincitore per sei volte a Melbourne, si è arreso al giovane sudcoreano Hyeon Chung, che si è imposto in tre set con il punteggio di 7-6, 7-6, 7-6. Chung, 21 anni, vincitore a novembre nelle Next gen Atp Finals a Milano, e autore al turno precedente dell'eliminazione del tedesco Alexander Zverev, incontrerà adesso lo statunitense Tennys Sandgren che ha sconfitto per 6-2, 4-6, 7-6 (4), 6-7 (7), 6-3 l'austriaco Dominic Thiem, numero 5 del seeding.

13:58Calcio: Cagliari, arrivano Lykogiannis e Ceter

(ANSA) - CAGLIARI, 22 GEN - Ora è ufficiale: il greco Charalampos Lykogiannis, classe 1993 e il colombiano Damir Ceter, classe 1997 sono due giocatori del Cagliari. Lykogiannis arriva dallo Sturm Graz e si trasferisce in rossoblù a titolo definitivo legandosi al club rossoblù sino al 2022. È un difensore che gioca abitualmente sulla fascia sinistra, bravo in fase di copertura ma anche nelle ripartenze. È cresciuto nell'Olympiakos e con la squadra greca ha vinto un campionato nazionale, due coppe e ha esordito in Champions League. Lo scorso settembre ha anche esordito in nazionale. Nelle ultime due stagioni ha giocato nel campionato austriaco: 81 presenze e sei gol. In rossoblù e con contratto sino al 2022 anche Ceter (FOTO): attaccante centrale alto e fisicamente ben piazzato è considerato uno dei nomi emergenti del calcio sudamericano. Nell'ultima stagione ha giocato con l'Independiente di Santa Fè: 12 presenze e due gol. Alle 15.30 nella sala stampa della Sardegna Arena, la presentazione ufficiale dell'attaccante.

13:55Truffa su accoglienza migranti, sigilli a immobili sacerdote

(ANSA) - ASTI, 22 GEN - La procura di Asti indaga su una presunta truffa sui fondi per l'accoglienza migranti. Al centro dell'inchiesta, sulla quale gli inquirenti mantengono il massimo riserbo, ci sarebbe il parroco di Piea, 600 abitanti in provincia di Asti. Polizia e guardia di finanza hanno eseguito il decreto di sequestro di tre immobili riconducibili al sacerdote che, attraverso il suo legale, nega ogni addebito. "Il parroco nega di essersi appropriato di denaro pubblico e o di avere riciclato risorse finanziarie", afferma in una nota l'avvocato Aldo Mirate, difensore del prete. "Chiederemo una immediata ricostruzione contabile dei flussi finanziari erogati dallo Stato e del loro effettivo utilizzo per il funzionamento del centro di accoglienza". (ANSA).

13:53Nfl: Patriots e Eagles al Super Bowl

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Saranno i New England Patriots e i Philadelphia Eagles a disputare domenica 4 febbraio a Minneapolis la 52/a edizione del Super Bowl, la finalissima del campionato di football americano. Nelle due finali di Conference i Patriots, campioni in carica e vincitori di due degli ultimi tre Super Bowl, hanno battuto i Jacksonville Jaguars per 24-20 mentre gli Eagles hanno nettamente avuto la meglio dei Minnesota Vikings per 38-7. Se i Patriots - guidati dal famoso quarterback Tom Brady - dovessero vincere, eguaglierebbero il record di 6 vittorie dei Pittsburgh Steelers.

13:49Maltempo: val Senales resta isolata, fino 3 metri di neve

(ANSA) - BOLZANO, 22 GEN - Almeno fino domani la parte alta della val Senales resta isolata a causa del pericolo valanghe elevato. La strada è attualmente chiusa tra Vernago e Maso Corto, dove appunto si trovano gli impianti di risalita e il maggior numero di alberghi. Alcune centinaia di turisti restano perciò bloccati nei loro alberghi. In alcuni punti si sono accumulati fino a tre metri di neve. I tecnici stanno effettuando in queste ore degli sopralluoghi per valutare un distacco pilotato delle valanghe. In Alto Adige, lungo la cresta di confine, il pericolo valanghe attualmente è forte (grado 4 di 5), in alcune zone del vicino Tirolo addirittura molto forte (grado 5 di 5). Il massimo livello di allerta è stato raggiunto nel Lechtal l'ultima volta nel 1999.

13:46Antinori: legale infermiera, va risarcita con 100 mila euro

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - Per il "danno biologico e morale" che ha subito, lei che "tuttora non può più lavorare a seguito del trauma", l'infermiera spagnola che il 5 aprile del 2016 alla clinica Matris, secondo l'accusa, fu vittima di un prelievo forzato di ovuli da parte di Severino Antinori, deve essere risarcita in solido dal ginecologo e dagli altri imputati, tra cui l'anestesista Antonino Marcianò, con "almeno 100 mila euro" per quella che fu una "violenza di gruppo" ai suoi danni. Lo ha chiesto l'avvocato Roberta De Leo nel suo intervento come difensore della giovane, parte civile nel processo milanese che dovrebbe arrivare a sentenza il prossimo 31 gennaio. Per il ginecologo i pm di Milano Maura Ripamonti e Leonardo Lesti nella scorsa udienza hanno chiesto 9 anni di carcere, oltre a condanne anche per gli altri imputati. Il legale De Leo ha chiesto ai giudici di riconoscerle un risarcimento "secondo equità, perché lei non è mai stata interessata al denaro, lei voleva solo lavorare alla clinica".

13:32Figc: Gravina, mia candidatura di rottura col passato

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Avverto di avere un debito verso un mondo di cui sono parte e in cui ho cercato di dare un contributo positivo, impegnandomi. La mia è una candidatura di rottura rispetto al passato e di riflessione". Lo dice Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro e candidato alla presidenza Figc, parlando a Radio Onda Libera. "Punto su nuove idee, che partono dalla condivisione e la coesione senza arroccamenti. Metto al centro la sostenibilità del nostro calcio. Va ottimizzato il prodotto, proiettandosi alla crescita con una maggiore apertura al mondo dell'innovazione attraverso due direttrici come la valorizzazione dei vivai e le infrastrutture. Sono necessarie le riforme: dalla giustizia sportiva ai campionati e lo Statuto. Con Tommasi c'è un dialogo aperto da due anni, fatto di riflessioni e la ricerca costante di convergenze. Sibilia fa politica e rappresenta la vecchia maggioranza da me avversata per la visione riduttiva e miope - sottolinea -. Spero che le candidature si riducano".

Archivio Ultima ora