A Selva di Val Gardena aperta la 35. Gara d’Arma di sci

Pubblicato il 05 marzo 2016 da ansa

(ANSA) – BOLZANO, 5 MAR – Si è aperta ufficialmente a Selva di Val Gardena, presso il Centro Carabinieri Addestramento Alpino, la 35esima edizione della Gara d’Arma di sci, nella quale militari dell’Arma provenienti da tutta Italia, in servizio ed in congedo, si cimenteranno in gare di slalom gigante, sci nordico e combinata. Alla cerimonia di apertura hanno partecipato autorità civili e militari. Era presente anche il vice-comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, il Generale di Corpo d’Armata Vincenzo Giuliani. Mentre sulla cima del Ciampinoi campeggiava, illuminata dal fuoco delle torce, una enorme fiamma, simbolo dell’Arma dei Carabinieri, sulla pista i militari del Centro CC Addestramento Alpino e gli atleti protagonisti delle competizioni hanno dato vita a dimostrazioni che hanno allietato per circa un’ora le centinaia di persone presenti. Dopo la discesa di apertura degli sciatori con le bandiere internazionali, due carabinieri in uniforme storica hanno effettuato una dimostrazione di telemark.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

12:14Reliquia San Nicola ‘in corsa’ da Tolentino a Modugno

(ANSA) - MODUGNO (BARI), 25 SET - Sei podisti modugnesi stanno portando a piedi, correndo, da Tolentino a Modugno, una reliquia del santo patrono di Modugno, San Nicola da Tolentino. I sei 'runner' sono partiti dalla città marchigiana sabato pomeriggio e, percorrendo in staffetta i 450 chilometri circa che separano Tolentino dalla città pugliese, arriveranno in piazza Sedile a Modugno oggi verso le 19, al momento della cerimonia di consegna delle chiavi della città dal sindaco, Nicola Magrone, a San Nicola. Nell'occasione ci sarà anche la consegna del cofanetto in argento contenente la reliquia del santo, che sarà donata al parroco della chiesa Maria Santissima Annunziata di Modugno, don Nicola Colatorti. Alla cerimonia parteciperà il parroco della basilica di San Nicola a Tolentino, don Francesco Marcoaldi, che due giorni fa ha affidato il cofanetto con la reliquia nelle mani dei sei podisti.

12:11Delegato Catalogna, vogliamo rimanere nell’euro e in Europa

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Il popolo catalano vuole rimanere nell'euro e in Europa". Lo ha detto il delegato della Generalitat di Catalogna a Roma Luca Bellizzi in un forum all'ANSA sul referendum del primo ottobre. L'Ue si distingue da Madrid "per proposte pratiche, concrete". In Catalogna ci sono 600 imprese italiane, "è interesse dell'Italia e dell'Ue che rimangano". Sono questioni "pratiche che meritano risposta".

12:04Calcio: Conte, ‘nostalgia Italia,non all’estero per sempre’

(ANSA) - ROMA, 25 SET - L'ex ct azzurro Antonio Conte non vede un suo futuro "per sempre all'estero, perchè ho nostalgia dell'Italia". In Inghilterra -ha detto Conte a 'Radio anch'io sport'- mi trovo benissimo, sono contento per l'accoglienza che dei tifosi del Chelsea, che "l'anno scorso vennero in tribuna con la bandiera italiana per salutarmi. Ho nostalgia dell'Italia questo è fuori dubbio, non penso di stare all'estero troppo tempo. L'Italia è il mio paese, quindi una volta fatte delle esperienze belle, formative, importanti per la vita, alla fine tornerò. Non so tra quanto tempo, ma l'obbiettivo è quello". Alla domanda se dunque andrà in Cina, Conte ha risposto: "no. Ma è sempre difficile prevedere il futuro, per noi tecnici è il lavoro più precario in assoluto, oggi sei in un posto, domani altrove. Io voglio fare sempre bene, finire un progetto e trovare la giusta via per il dopo. Questa esperienza mi sta dando tanto, migliorando molto, magari in futuro non farò l'allenatore o il dirigente, non lo so".

11:59Don Prodi lascia parrocchia, ‘non a tutti piace la mia vita’

(ANSA) - BOLOGNA, 25 SET - "Non a tutti è piaciuta o piace la mia vita; a nessuno, però, era lecito portare in pubbliche piazze valutazioni negative su di me, che hanno fatto male a me, ma soprattutto alla comunità". E' un passaggio di un testo letto da don Matteo Prodi, nipote dell'ex premier, che ieri ha annunciato dopo la messa domenicale le sue dimissioni dopo 12 anni dalla parrocchia di Ponte Ronca, frazione di Zola Predosa, nel Bolognese. Una rinuncia che, ha detto il sacerdote, oggi porterà all'arcivescovo di Bologna, Matteo Zuppi. "Il vescovo - ha spiegato don Prodi nella lettera - mi disse già molti mesi fa che 10 anni erano abbastanza; la necessità di creare unità pastorali ha dato pure il suo contributo; ma le grandissime difficoltà che ho sperimentato, soprattutto l'ultimo anno, hanno, sicuramente, accelerato il processo". Difficoltà che non sono chiarite nel testo. L'addio non è al sacerdozio: "Io non avrò una parrocchia andrò ad officiare in zona Santa Rita di via Massarenti.(ANSA).

11:59Calcio: Conte, “certo che Italia andrà ai Mondiali 2018”

(ANSA) - ROMA, 25 SET - L'ex tecnico azzurro Antonio Conte, oggi allenatore del Chelsea, è fiducioso, anzi non ha "il minimo dubbio" sulla partecipazione dell'Italia ai Mondiali del 2018 in Russia. Lo ha detto lo stesso Conte ai microfoni di 'Radio anch'io sport'. "Non ho paura -ha detto Conte in risposta a una domanda- che la nazionale italiana non vada ai Mondiali. Non ho il minimo dubbio. Si andrà agli spareggi e lì abbiamo forza sufficiente per passare. Penso non ci siano assolutamente problemi".

11:58Calcio: Champions, Conte “se passo turno,non vorrei italiane

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Se il Chelsea passa il turno a gironi della Champions, spero di non incontrare sul mio cammino squadre italiane": lo ha detto il tecnico del Chelsea Antonio Conte ai microfoni di 'Radio anch'io sport'. La Roma, che è nello stesso girone del Chelsea, secondo Conte "ha tutte le carte in regola per andare avanti. Non siamo stati fortunati nel sorteggio, il nostro è uno dei più difficili. L'Atletico Madrid ha fatto tutte le grandi competizioni negli ultimi anni, diverse finali e semifinali, ha una rosa forte. Conosco benissimo la Roma, compete per i massimi traguardi in Italia e così farà nelle altre competizioni. Noi -ha concluso Conte- siamo tornati in Champions con tanto entusiasmo e abbiamo voglia di fare del nostro meglio, ma dovremo fare la massima attenzione. Comunque, noi dobbiamo cercare di passare il turno, e poi prepararci per il sorteggio".

11:51Delegato Catalogna, pronti a negoziare fino all’ultimo

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Siamo disposti a negoziare fino all'ultimo partendo dalla condizione che il popolo catalano possa decidere". Lo ha detto il delegato della Generalitat di Catalogna a Roma Luca Bellizzi in un forum all'ANSA. "Data, quorum, censo, la domanda elettorale, siamo disposti a negoziare su tutto, ma qual è la proposta del governo spagnolo?. Rajoy ha detto no. Se c'è una volontà si puo' modificare anche la costituzione ma i popolari non hanno questa volontà politica", ha aggiunto Bellizzi.

Archivio Ultima ora