Siguen las aventuras con Kung Fu Panda 3

Pubblicato il 05 marzo 2016 da redazione

kung-fu-panda-3

Cuando el padre de Po, por mucho tiempo perdido, aparece de manera repentina, padre e hijo viajan a un paraíso secreto para encontrarse con personajes panda, nuevos y divertidos. Pero cuando el místico villano, Kai, comienza a arrasar China, una vez que se da a la tarea de derrotar a todos los maestros del kung fu, Po deberá hacer lo imposible: ¡aprender a entrenar a un pueblo lleno de sus camaradas bullangueros y torpes para que se conviertan en la banda de kung-fu pandas por excelencia!

El filme representa el regreso de este divertido y valiente personaje, que sólo tiene una aspiración: “convertirse en un experto en artes marciales”, para lo cual se requiere de agilidad, habilidad mental y reflejos relámpago. Fue una misión difícil, por no decir imposible. Pero Po no conoce la palabra “imposible”. Siempre está buscando ser lo mejor que pueda…ser su propio héroe.

La aventura de Po comenzó en KUNG FU PANDA, donde consumó su destino y se convirtió en el Guerrero Dragón. El filme mostró secuencias de pelea sorprendentes, comedia ocurrente y un gran corazón. Las audiencias de todo el mundo vitorearon al Kung Fu Panda, y la película terminó por recabar $633 millones de dólares en la taquilla global, además de haber sido nominada a un Oscar a Mejor Película Animada, y haberse llevado diez Premios Annie.

En KUNG FU PANDA 2, Po tuvo que descubrir los secretos de sus misteriosos orígenes, para poder liberar la fuerza que necesitaba para tener éxito. El filme superó los números en taquilla que hizo la primera película, obtuvo una nominación al Oscar a Mejor Película Animada, y ganó dos Premios Annie, incluyendo uno a Mejor Director, para Jennifer Yuh Nelson.

Ahora, en KUNG FU PANDA 3, la aventura de Po lo vuelve a poner en el punto de partida, una vez que continúa su evolución para convertirse en héroe. Po se percata que todavía tiene mucho que aprender cuando deja su zona de confort como estudiante de las artes marciales para asumir las responsabilidades como maestro. Al mismo tiempo, deberá reunir a su familia biológica y a su familia del kung fu y convertirse en un experto del pasado y del futuro.

KUNG FU PANDA 3 aprovecha al máximo los avances tecnológicos de punta de DreamWorks Animation, mientras hace historia al ser la primera producción en crear dos filmes distintos, en inglés y mandarín, con la misma historia y personajes. Pero, sobre todo, hace que regresemos a la diversión, aventura, humor y espíritu del primer filme, y nos recuerda el porqué las audiencias de todo el mundo se enamoraron de Po.

Los más grandes aficionados de Po son los realizadores que le han dado vida. La directora Jennifer Yuh Nelson, quien ha estado con Po desde el mero principio, indica: “La característica que más me gusta de Po es su entusiasmo ilimitado. Es un placer pasar tiempo con Po, porque es muy apasionado en todo lo que hace”.

“El hecho de que descubra lo que lo hace especial y lo use para convertirse en la mejor versión de sí mismo, es algo con lo que todos nos podemos identificar”, continúa Yuh Nelson. “Todos quieren saber qué es lo que los hace únicos y usar esa información para convertirse en mejor persona. Me parece que es maravilloso que niños y adultos le presten atención a eso y es importante para nosotros, los realizadores, ¡porque es verdad que no encajamos en casi ningún molde!”.

La invitación es para divertirnos en las mejores salas de cine del país con este film y luchar por ser la mejor versión de nosotros mismos siempre.

Ultima ora

21:24Milan: P.Berlusconi ‘trattativa conclusa, no colpi di scena’

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - "Le trattative sono state concluse" e "non sono ovviamente previsti" colpi di scena: così Paolo Berlusconi sulla cessione del Milan alla cordata cinese guidata da Sino-Europe Sports. "Non credo ci siano degli investitori che dopo aver investito 200 milioni di euro dicano 'scusa ho sbagliato'. C'è qualcuno - ha sorriso Paolo Berlusconi, vice presidente rossonero e fratello del presidente Silvio Berlusconi - che potrebbe anche augurarselo, in quanto il Milan oggi dopo la rivalutazione e la scoperta di nuovi giovani può essere ancora più interessante per un eventuale acquirente. Ma non ho mai visto un investitore così poco avveduto da mettere lì 200 milioni e poi tirarsi fuori, avendo un oggetto che assolutamente vale".

21:21Calcio: Squinzi, vorrei Berardi bandiera permanente Sassuolo

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - "Fino al termine della stagione sicuramente resta, per noi Berardi è una bandiera e faremo di tutto perché diventi una bandiera permanente". Giorgio Squinzi blinda così la stella del suo Sassuolo, senza però escludere definitivamente la partenza di Defrel. "E' un giocatore in cui crediamo tantissimo, ha contribuito ad alleggerire l'assenza di Berardi nella prima parte della stagione e speriamo di poterlo avere per tutto il campionato - ha detto il presidente del Sassuolo a margine del 'Premio Gianni Brera - Sportivo dell'anno' - Non mi interesso direttamente di mercato, per noi è un giocatore importante come Acerbi e tanti altri".

21:21Rigopiano: fiaccolata a Chieti,solidarietà a Di Michelangelo

(ANSA) - CHIETI, 23 GEN - Circa 250 persone hanno preso parte a Chieti a una fiaccolata di solidarietà per la famiglia di Domenico Di Michelangelo, il poliziotto in servizio a Osimo e originario di Chieti che, insieme alla moglie Marina Serraiocco, è fra i dispersi dell'hotel Rigopiano di Farindola (Pescara); il figlio della coppia, Samuel, è uno dei quattro bimbi salvati. Alla fiaccolata - dalla chiesa del Sacro Cuore, attraverso via d'Aragona, con sosta di qualche minuto in via Smargiassi, davanti alla casa in cui la famiglia Di Michelangelo ha vissuto per alcuni anni - ha preso parte il fratello di Domenico, Alessandro, anche lui poliziotto, in servizio a Chieti. In corteo anche il sindaco della città, Umberto Di Primio, e molti appartenenti alla Polizia di Stato. "Siamo il gruppo 'I ragazzi del muretto' e siamo cresciuti con la montagna - dice Maria Elena Carulli - Siamo amici storici di Dino (così chiamano Domenico). Questa fiaccolata è un po' per esorcizzare il dolore, un po' per stare vicini ai famigliari"."Serve concretezza, l'unico modo abbiamo pensato fosse questa fiaccolata. Vorremmo fare anche una raccolta fondi, ma vorremmo chiedere alla famiglia se è d'accordo". "Con Dino condividevamo anche la passione del calcio fin da piccoli, quando abbiamo cominciato a giocare con la Polisportiva Virtus Sacro Cuore. Con questa fiaccolata - dice Alessandro Ghionni - vogliamo dare un segnale forte di speranza e vicinanza alla famiglia".(ANSA).

21:19Bimba marocchina muore in ospedale, segni di malnutrizione

(ANSA) - NOVARA, 23 GEN - La procura di Novara ha aperto un'inchiesta su una bambina marocchina di 5 anni morta nei giorni scorsi all'ospedale Maggiore, dove era arrivata con gravi sintomi di malnutrizione e disidratazione. Si attendono ora i risultati dell'esame autoptico per stabilire l'esatta causa della morte. Dai primi accertamenti i genitori, che avevano portato la bimba in ospedale dopo che si era sentita male mentre viaggiava in treno dalla Lombardia al Piemonte, sembrano essere sprovvisti di regolare permesso di soggiorno. Dopo la morte della figlia, i genitori, che dovrebbero essere residenti nella provincia di Bergamo, non hanno più fatto ritorno a Novara. Ad avviare l'indagine è stata una segnalazione dei sanitari dell'ospedale.(ANSA).

21:19Nigeria: bombardati per errore, 236 i morti

(ANSA) - MAIDUGURI (NIGERIA), 23 GEN - E' salito a 236 morti il bilancio delle vittime del bombardamento di un campo profughi compiuto per errore nel nord-est della Nigeria da un jet dell'aeronautica militare nigeriana lo scorso 17 gennaio. Lo hanno reso noto le autorità, aggiungendo che quasi tutte le vittime sono morte sul posto, a Rann, dilaniate e bruciate dalle bombe sganciate dal caccia che - secondo fonti ufficiali - credeva di attaccare un accampamento degli integralisti islamici Boko Haram. In un primo tempo era stato detto che le vittime erano più di cento, la maggior parte sfollati già sopravvissuti alla furia dei Boko Haram ma anche molti medici, infermieri e operatori umanitari di Medici senza Frontiere e della Croce Rossa internazionale.

21:15Calcio: Ranieri, per Napoli è sfida aperta con Real Madrid

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - Il Napoli ha chance di superare il Real Madrid e la Juventus non deve sottovalutare il Porto. Questo il pensiero di Claudio Ranieri sulle italiane superstiti in Champions League. "Sarri sta facendo giocare bene il Napoli, è una squadra compatta mentre il Real Madrid lascia spesso qualcosa in difesa. E' una sfida aperta - ha spiegato l'allenatore del Leicester, a Milano per ricevere il 'Premio Gianni Brera - Sportivo dell'anno' - La Juventus? Non si può programmare di vincere la Champions, si va partita per partita, e il Porto non si può sottovalutare il Porto". Dando uno sguardo alla Serie A, Ranieri ha notato che "la Juventus sta facendo il suo solito campionato, è solida e forte come società, mentre le altre sono in fase evolutiva. Auguro a tutte - ha aggiunto l'allenatore - di raggiungere al più presto il livello della Juventus. Il gap si è molto ridotto e questo fa bene al calcio italiano".

21:15Comuni: Pizzarotti candidato, sarò a capo di lista civica

(ANSA) - PARMA, 23 GEN - Dopo l'annuncio di sabato scorso, oggi Federico Pizzarotti ha presentato ufficialmente la sua candidatura per il secondo mandato di sindaco di Parma. "Sarò a capo di un movimento veramente civico - ha sottolineato - e rispetto a cinque anni fa saremo più liberi di ascoltare i cittadini". "Possibili alleanze? Tutti sono ben accetti, ma ovviamente parlo di cittadini - ha risposto - Chi vorrà fare questo percorso con noi sarà ben accetto. Il tema dei partiti non ci ha mai appassionato. Di cappelli in questi anni ce ne hanno messi tanti, forse mi manca solo quello di Forza Italia. Noi badiamo ad altro, ai contenuti". Ma si parla di un nuovo feeling con il futuro partito di Pisapia? ''L'ho letto sui giornali ma nessuno mi ha chiamato e tantomeno ci tengo - ha sottolineato Pizzarotti - Forse ci tirano in ballo perché siamo utili a loro visto i grandi risultati che abbiamo ottenuto qui a Parma. Pensiamo solo alla città''.(ANSA).

Archivio Ultima ora