Banche: istanza insolvenza Bm, tribunale si riserva

(ANSA) – ANCONA, 7 MAR – Il Tribunale fallimentare di Ancona si è riservato la decisione, che potrebbe arrivare nel giro di una settimana, sull’istanza di dichiarare lo stato d’insolvenza per la vecchia Banca Marche. I giudici decideranno anche sulle questioni di costituzionalità poste dalle Fondazioni bancarie di Jesi e Pesaro che si oppongono alla richiesta d’insolvenza. L’udienza, davanti al giudice Francesca Miconi, è durata un’ora. “Abbiamo chiesto di dichiarare lo stato d’insolvenza – ha detto al termine il commissario liquidatore Bruno Inzitari -, non ci sono motivi per negarlo. Sono state già accolte quelle per Banca Etruria e per CariFerrara e dovrebbe essere accolta anche questa”.

Condividi: