Il vice-ct della Vinotinto, Maurizio Lazzaro: “Questa convocazione è stata fatta con molta attenzione”

Pubblicato il 07 marzo 2016 da redazione

Maurizio Lazzaro

Maurizio Lazzaro

CARACAS – É tempo di convocazioni per le nazionali in vista delle qualificazioni Conmebol verso il mondiale Russia 2018, la nazionale venezuelana affronterá in questo doppio confronto Perú (in trasferta) e Cile (in casa). Noel ‘Chita’ Sanvicente, commissario tecnico della nazionale, ha convocato 26 calciatori, tra cui spiccano gli ‘italiani’ Tomás Rincón (Genoa) e Josef Martínez (Torino).

L’italo-venezuelano Maurizio Lazzaro, mano destra di ‘Chita’ ha parlato sulle convocazioni: “Questa é stata una delle selezioni piú difficili, dove abbiamo dovuto analizzare quali sono i giocatori piú idonei secondo il cronogramma che abbiamo preparato per queste due gare. É stata una convocazione ben pensata e molto meticolosa. Il gruppo che avremo é spettacolare ed é disposto a fare bene”.

Tra le cose positive di questa lista di convocati, ci sono calciatori come Mikel Villanueva (23enne del Atlético Malagueño), Juan Pablo Añor (22 anni, Málaga) ed Adalberto Peñaranda (18 anni, Granada) che porteranno una ventata di gioventù alla nazionale. A questi bisogna aggiungere Víctor García (21 anni, Porto), Jhon Murillo (20 anni, Tondela-Portogallo), Carlos Cermeño (Táchira, 20 anni) e Yeferson Soteldo (Zamora, 18 anni).

La rinnovazione sembra essere iniziata all’interno della nazionale, la media etá di questa squadra é di 24,5 anni con Richard Blanco il piú “vecchio” con i suoi 34 anni ed il 18enne Wuilker Fariñez il piú giovane. Poi bisogna aggiungere che 6 dei 15 calciatori che avevano firmato la famosa lettera contro la Fvf hanno confermato la propria disponibiltà per queste due gare: Roberto Rosales (Málaga, Spagna), Oswaldo Vizcarrondo (Nantes, Francia), Tomás Rincón (Genoa), Luis Manuel Seijas (Santa Fé, Colombia), Salomón Rondón (West Brom, Ighilterra) e Josef Martínez (Torino) sono giocatori che possono ancora dare tanto per questa nazionale.

Sempre ci saranno assenze che faranno discutere come quelle di Ronald Vargas, Alejandro Guerra e Christian Santos.

“Se parliamo di giocatori che restano fuori dalle convovazioni, ce ne sono diversi che stanno attraversando un ottimo momento, é vero, ma è una cosa normale, sempre qualcuno non entrerá nella lista” ha commentato il tecnico di origine siciliana manifestando il suo dispiacere per le assenze di Miku Fedor e Jeffren Suárez per problemi fisici.

Infine, Lazzaro ha aggiunto: “In una nazionale é importante avere a disposizione giocatori che, oltre ad aver un buon rendimento con il club, sappiano cosa vuol dire lavorare in gruppo e per fare questo devi essere disposto anche a sacrificarsi.

Se così non fosse, si potrebbe generare un ambiente pesante nello spogliatoio, e noi non ne abbiamo proprio bisogno. Allora, se un calciatore ti dice ‘voi dovete garantirmi queste determinate cose per venire’, questo giocatore sicuramente non verrá convocato, almeno fino a quando noi saremo incaricati della nazionale”.

La lista dei 26 convocati é la seguente:

Portieri: Alain Baroja (AEK, Grecia), José David Contreras (Deportivo Táchira) e Wuilker Faríñez (Caracas).

Difensori: Wilker Ángel (Deportivo Táchira), José Manuel Velásquez (Arouca, Portogallo), Ángel Faría (Zamora), Roberto Rosales (Málaga, Spagna), Oswaldo Vizcarrondo (Nantes, Francia), Daniel Benítez (Deportivo La Guaira), Víctor García (Porto, Portogallo), Mikel Villanueva (Atlético Malagueño, Spagna) e Rubert Quijada (Caracas).

Centrocampisti: Carlos Cermeño (Deportivo Táchira), Jhon Murillo (Tondela, Portogallo), Arquímedes Figuera (Dvo. La Guaira), Tomás Rincón (Genoa), Rómulo Otero (Huachipato, Cile), Juan Pablo Añor (Málaga, Spagna), Luis Manuel Seijas (Independiente Santa Fe, Colombia), Arles Flores (Zamora) e Yeferson Soteldo (Zamora).

Attaccanti: Richard Blanco (Mineros de Guayana), Mario Rondón (Shijiazhuang, Cina), Josef Martínez (Torino), José Salomón Rondón (West Bromwich Albion, Inghilterra) e Adalberto Peñaranda (Granada, Spagna).

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

08:55Casa Bianca, Trump ha parlato al telefono con Putin

(ANSA) - NEW YORK, 14 DIC - Il presidente americano Donald Trump ha parlato al telefono nelle ultime ore col presidente russo Vladimir Putin. Lo rende noto la Casa Bianca, che per il momento non informa sui contenuti del colloquio telefonico.

00:48Calcio: 4-1 al Cittadella, Lazio nei quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Lazio ha battuto il Cittadella 4-1 negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti i biancocelesti affronteranno la Fiorentina, il 26 dicembre alla stadio Olimpico. Incontro indirizzato a favore dei padroni di casa già nel primo tempo grazie alle reti di Immobile (11'), Felipe Anderson (24', con il brasiliano a segno dopo 221 giorni) e l'autorete di Camigliano (36'). Il Cittadella però non si è rassegnato ed al 41' ha accorciato le distanze con una gran punizione da 25 metri di Bartolomei. Nella ripresa, piuttosto povera di emozioni, ha chiuso i conti ancora Immobile, al 42', superando Paleari con un preciso pallonetto.

23:45Raiola, Mirabelli usa Donnarumma per attaccare me

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Mirabelli ha un problema personale contro di me e usa Donnarumma per attaccarmi. Gli fanno comodo queste polemiche perché tolgono l'attenzione dal vero problema del Milan: il suo progetto tecnico". Così Mino Raiola in una nota a Gazzetta.it, ricordando che il portiere aveva "offerte che nessuno avrebbe mai rifiutato. Ma Gigio e la sua famiglia hanno fatto una scelta col cuore. E l'ho rispettata. Oggi mi interessa solo che Gigio venga lasciato tranquillo, solo così potrà fare il suo meglio. Dovrebbe essere anche la priorità del ds del Milan".

22:51Donnarumma, mai detto di aver subito violenza morale

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto". E' quanto afferma Gianluigi Donnarumma su Instagram, all'indomani della contestazione subita dai tifosi del Milan a San Siro. "E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... forza Milan!", ha scritto a corredo di una foto che lo ritrae in mezzo al campo mentre saluta il pubblico, con Rino Gattuso che gli batte una mano sul petto.

22:20Calcio: Bonucci, vincere al Milan è pass per la storia

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Vincere al Milan ti consegna un pass per la storia. Vi auguro di riuscirci, io sono alle prima armi con questa maglia". Così Leonardo Bonucci si è rivolto ai ragazzi del settore giovanile del Milan durante la festa di Natale: "Perché ho lasciato la Juventus? Sono successe alcune cose che hanno portato sia la società che il sottoscritto a questa decisione. Poi è arrivato il Milan, un'occasione che ho colto al volo. Anche grazie al lavoro di Fassone e Mirabelli. Con la Juventus abbiamo scelto di separarci, nella vita capitano delle discussioni".

22:10Terremoto: procura Macerata apre inchiesta su Sae

(ANSA) - MACERATA, 14 DIC - Il procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio ha aperto un fascicolo di indagine sui cantieri delle casette del terremoto, e le presunte irregolarità nella gestione della manodopera, denunciate dalla Cgil e dalla Fillea provinciali. Lo reso noto lo stesso Giorgio, sottolineando che "la tutela dei diritti dei lavoratori, rispetto ad ogni forma di sfruttamento e di sopruso costituisce una delle essenziali finalità del mio Ufficio". I cantieri sono appaltati al Consorzio Arcale, che ha vinto una gara bandita dalla Protezione civile nazionale. Il sindacato ha segnalato la presenza di molti lavoratori romeni, in particolare a Ussita, che verrebbero impiegati senza godere delle norme contrattuali italiane, e addirittura rimpatriati in caso di infortunio. Oggi la Cgil maceratese è stata contattata da funzionari del Governo romeno che sta conducendo un monitoraggio in varie regioni italiane proprio sul fenomeno del 'caporalato' e sullo sfruttamento di propri connazionali.

21:55Hayden morto in bici, chiesto rinvio giudizio automobilista

(ANSA) - RIMINI, 14 DIC - Il sostituto procuratore Paolo Gengarelli ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per omicidio stradale a carico dell'automobilista coinvolto nell'incidente a Misano Adriatico che costò la vita, nel maggio scorso, all'ex campione statunitense di motoGp Nicky Hayden, in quel momento in sella a una bici. Il pilota, poi anche di Superbike, morì il 22 maggio a 36 anni all'Ospedale Bufalini di Cesena, cinque giorni dopo essere stato investito da una Peugeot 206. La Procura della Repubblica di Rimini contesta l'omicidio stradale al conducente dell'auto, un trentenne di Morciano di Romagna, perché - come da consulenza del pubblico ministero - "in concorso di cause indipendenti con la condotta colposa del ciclista ne cagionava la morte per colpa consistita in negligenza ed imprudenza". (ANSA).

Archivio Ultima ora