Il vice-ct della Vinotinto, Maurizio Lazzaro: “Questa convocazione è stata fatta con molta attenzione”

Pubblicato il 07 marzo 2016 da redazione

Maurizio Lazzaro

Maurizio Lazzaro

CARACAS – É tempo di convocazioni per le nazionali in vista delle qualificazioni Conmebol verso il mondiale Russia 2018, la nazionale venezuelana affronterá in questo doppio confronto Perú (in trasferta) e Cile (in casa). Noel ‘Chita’ Sanvicente, commissario tecnico della nazionale, ha convocato 26 calciatori, tra cui spiccano gli ‘italiani’ Tomás Rincón (Genoa) e Josef Martínez (Torino).

L’italo-venezuelano Maurizio Lazzaro, mano destra di ‘Chita’ ha parlato sulle convocazioni: “Questa é stata una delle selezioni piú difficili, dove abbiamo dovuto analizzare quali sono i giocatori piú idonei secondo il cronogramma che abbiamo preparato per queste due gare. É stata una convocazione ben pensata e molto meticolosa. Il gruppo che avremo é spettacolare ed é disposto a fare bene”.

Tra le cose positive di questa lista di convocati, ci sono calciatori come Mikel Villanueva (23enne del Atlético Malagueño), Juan Pablo Añor (22 anni, Málaga) ed Adalberto Peñaranda (18 anni, Granada) che porteranno una ventata di gioventù alla nazionale. A questi bisogna aggiungere Víctor García (21 anni, Porto), Jhon Murillo (20 anni, Tondela-Portogallo), Carlos Cermeño (Táchira, 20 anni) e Yeferson Soteldo (Zamora, 18 anni).

La rinnovazione sembra essere iniziata all’interno della nazionale, la media etá di questa squadra é di 24,5 anni con Richard Blanco il piú “vecchio” con i suoi 34 anni ed il 18enne Wuilker Fariñez il piú giovane. Poi bisogna aggiungere che 6 dei 15 calciatori che avevano firmato la famosa lettera contro la Fvf hanno confermato la propria disponibiltà per queste due gare: Roberto Rosales (Málaga, Spagna), Oswaldo Vizcarrondo (Nantes, Francia), Tomás Rincón (Genoa), Luis Manuel Seijas (Santa Fé, Colombia), Salomón Rondón (West Brom, Ighilterra) e Josef Martínez (Torino) sono giocatori che possono ancora dare tanto per questa nazionale.

Sempre ci saranno assenze che faranno discutere come quelle di Ronald Vargas, Alejandro Guerra e Christian Santos.

“Se parliamo di giocatori che restano fuori dalle convovazioni, ce ne sono diversi che stanno attraversando un ottimo momento, é vero, ma è una cosa normale, sempre qualcuno non entrerá nella lista” ha commentato il tecnico di origine siciliana manifestando il suo dispiacere per le assenze di Miku Fedor e Jeffren Suárez per problemi fisici.

Infine, Lazzaro ha aggiunto: “In una nazionale é importante avere a disposizione giocatori che, oltre ad aver un buon rendimento con il club, sappiano cosa vuol dire lavorare in gruppo e per fare questo devi essere disposto anche a sacrificarsi.

Se così non fosse, si potrebbe generare un ambiente pesante nello spogliatoio, e noi non ne abbiamo proprio bisogno. Allora, se un calciatore ti dice ‘voi dovete garantirmi queste determinate cose per venire’, questo giocatore sicuramente non verrá convocato, almeno fino a quando noi saremo incaricati della nazionale”.

La lista dei 26 convocati é la seguente:

Portieri: Alain Baroja (AEK, Grecia), José David Contreras (Deportivo Táchira) e Wuilker Faríñez (Caracas).

Difensori: Wilker Ángel (Deportivo Táchira), José Manuel Velásquez (Arouca, Portogallo), Ángel Faría (Zamora), Roberto Rosales (Málaga, Spagna), Oswaldo Vizcarrondo (Nantes, Francia), Daniel Benítez (Deportivo La Guaira), Víctor García (Porto, Portogallo), Mikel Villanueva (Atlético Malagueño, Spagna) e Rubert Quijada (Caracas).

Centrocampisti: Carlos Cermeño (Deportivo Táchira), Jhon Murillo (Tondela, Portogallo), Arquímedes Figuera (Dvo. La Guaira), Tomás Rincón (Genoa), Rómulo Otero (Huachipato, Cile), Juan Pablo Añor (Málaga, Spagna), Luis Manuel Seijas (Independiente Santa Fe, Colombia), Arles Flores (Zamora) e Yeferson Soteldo (Zamora).

Attaccanti: Richard Blanco (Mineros de Guayana), Mario Rondón (Shijiazhuang, Cina), Josef Martínez (Torino), José Salomón Rondón (West Bromwich Albion, Inghilterra) e Adalberto Peñaranda (Granada, Spagna).

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

04:28Bus ungherese si incendia in A4, 4 morti e alcuni feriti

VENEZIA - Sarebbero 4, secondo le prime informazioni, le persone decedute nell'incidente avvenuto poco prima di mezzanotte lungo la A4, a Verona est che ha coinvolto un autobus di nazionalità ungherese, pare con a bordo diversi ragazzi tra i 14 e i 18 anni. Ci sarebbero anche alcuni feriti. Secondo una prima ricostruzione, l'autobus ha preso fuoco dopo essere finito contro un pilone dell'autostrada. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale e i vigili del fuoco. Al momento il tratto autostradale é stato chiuso in direzione Venezia con uscita obbligatoria a Verona Sud.

02:19Trump e Melania entrano alla Casa Bianca

(ANSA) - NEW YORK, 21 GEN - Donald Trump e Melania entrano alla Casa Bianca con tutta la famiglia Trump al completo. La coppia uscirà a breve per partecipare ai balli in loro onore.

02:17Trump: polizia, 217 arresti in scontri a Washington

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - Sono 217 gli arresti effettuati a Washington durante le proteste nel corso dell'Inauguration Day. Lo ha reso noto la Polizia della capitale americana, riferendo inoltre che sei poliziotti sono rimasti feriti in maniera lieve negli scontri con i manifestanti.

01:00Calcio: rientro Balotelli non basta, Nizza fa 1-1 con Bastia

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il ritorno di Mario Balotelli, al rientro dopo aver scontato due giornate di squalifica, non è bastato al Nizza per vincere sul campo dei 'rivali storici' del Bastia nell'anticipo di oggi della Ligue 1. Al vantaggio della squadra della Corsica con Oniangué ha risposto per il Nizza il difensore Souquet. Così adesso per il Nizza sono trascorsi 32 giorni dall'ultima vittoria, quella del 18 dicembre in casa per 2-1 contro il Digione, con doppietta di Balotelli (oggi poco assistito dai compagni). Da quel giorno la squadra rossonera ha ottenuto tre pareggi in campionato e una sconfitta in Coppa di Francia. E ora il Nizza, che è in vetta con 46 punti con + 1 sul Monaco, rischia di perdere il primato ed essere staccato dalla squadra del Principato, in campo domenica contro il Lorient penultimo.

00:42Rugby: 6 Nazioni, lunedì 23 allenamento azzurri è aperto

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - La nazionale italiana di rugby apre subito le porte al proprio pubblico in vista dell'esordio nel 6 Nazioni 2017 fissato per domenica 5 febbraio all'Olimpico di Roma contro il Galles. Parisse e compagni si raduneranno al Centro di Preparazione Olimpica "Giulio Onesti" di Roma nella serata di domenica 22 gennaio, per una tre giorni di raduno in vista delle prime due gare del torneo (l'11 febbraio, sempre a Roma, è in calendario il secondo turno contro l'Irlanda). Lunedì 23 alle ore 14.30 svolgeranno sul prato dell'Onesti la prima sessione di allenamento, interamente aperta ai sostenitori azzurri. Per i tifosi ci sarà la possibilità di incontrare i giocatori, dopo il lavoro sul campo, per foto e autografi di rito.

00:24Atletica: Tamberi ha problemi, venerdì 27 consulto medico

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Su richiesta di Gianmarco Tamberi e del padre allenatore Marco, il medico della Fidal Andrea Billi ha disposto un consulto per definire la natura dei problemi alla caviglia di stacco (operata nel luglio scorso) ancora avvertiti dall'azzurro. Il consulto si terrà venerdì 27 gennaio a Roma, presso l'Istituto di Medicina dello sport, alla presenza degli specialisti in chirurgia artroscopica della caviglia Francesco Allegra, Francesco Lioi, e Raul Zini, oltre che del Direttore dell'Istituto, prof. Antonio Spataro. Tamberi, che ha affrontato un primo periodo di preparazione in Sudafrica, a Stellebosch, a cavallo dei mesi di dicembre e gennaio, è rientrato in Italia da una settimana. L'obiettivo del campione del mondo indoor dell'alto, grande assente dell'Olimpiade di Rio de Janeiro a causa dell'infortunio patito al meeting Diamond League di Montecarlo del 15 luglio scorso, è quello di rientrare alle gare nel corso della stagione estiva. "Ma potrei tornare di nuovo in sala operatoria", commentato l'azzurro.

00:21Calcio: Coppa Africa, Marocco-Togo 3-1

(ANSA) - LIBREVILLE, 20 GEN - Il Marocco ha battuto il Togo per 3-1 in una partita del gruppo C della Coppa d'Africa. Togolesi in vantaggio al 5' pt con Dossevi, poi le reti dei marocchini di capitan Benatia con Bouhaddouz (15' pt) Saiss (21' pt) ed En Nesyri (27' st). Quest'ultimo era entrato al 15' st al posto del napoletano El Kaddouri. Questa del Marocco è una vittoria molto importante, visto che riapre il discorso qualificazione: ora la nazionale del ct Renard se la giocherà contro la Costa d'Avorio. Il Togo, invece, è praticamente fuori dal torneo continentale.

Archivio Ultima ora