Anac, legge su Autorità anticorruzione Lombardia da rivedere

(ANSA) – MILANO, 10 MAR – Il progetto di legge della Regione Lombardia per istituire l’Autorità regionale anticorruzione (Arac), è “apprezzabile” perché mira a prevenire abusi, ma per come è impostato determinerebbe una struttura con compiti e poteri identici a quelli demandati per legge all’Autorità nazionale anticorruzione. La norma predisposta interviene, infatti, in un ambito in cui la competenza legislativa è dello Stato. Alla luce di tali motivazioni l’Anac chiede alla Regione di rivedere il progetto perché sia coerente con le competenze statali. La decisione è contenuta in una delibera assunta ieri, firmata dal presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, e trasmessa alla Regione Lombardia. “Cantone – ha spiegato il governatore Roberto Maroni – mi ha preavvertito della cosa, non appena mi arriva il suo parere lo studio e ci mettiamo al lavoro per le eventuali modifiche. Considero molto apprezzabile la decisione dell’Anac che è un sostanziale via libera”.

Condividi: