Draghi stupisce con tassi a zero, arsenale da 2.200 miliardi

Pubblicato il 10 marzo 2016 da redazione

President of European Central Bank Mario Draghi  is on his way to a press conference following a meeting of the governing council in Frankfurt, Germany, Thursday, March 10, 2016.  The European Central Bank cut all its main interest rates, expanded its bond-buying stimulus program, and offered new cheap loans to banks, making an unexpectedly aggressive effort to boost inflation and economic growth in the 19 countries that share the euro.  (ANSA/AP Photo/Michael Probst)

President of European Central Bank Mario Draghi is on his way to a press conference following a meeting of the governing council in Frankfurt, Germany, Thursday, March 10, 2016. The European Central Bank cut all its main interest rates, expanded its bond-buying stimulus program, and offered new cheap loans to banks, making an unexpectedly aggressive effort to boost inflation and economic growth in the 19 countries that share the euro. (ANSA/AP Photo/Michael Probst)

FRANCOFORTE. – Mario Draghi stupisce ancora, trovando nella Bce il consenso su un potenziamento inatteso degli acquisti di debito, un taglio dei tassi e una spinta al credito bancario che non trova precedenti neanche fuori dall’Eurozona: l’arsenale è di oltre 2.200 miliardi di euro.

“Abbiamo mostrato che non ci mancano le munizioni”, dice il presidente della Bce: un segnale forte ai dubbi dei mercati su quanto le banche centrali possano ancora fare, accolto però con una fiammata iniziale delle borse poi andate giù: Milano chiude a -0,50% dopo aver superato il +2%, le altre piazze europee sono in negativo con un tonfo a Francoforte (-2,3%), l’euro anziché scendere vola a 1,12 dollari.

Pesano le parole di Draghi secondo cui, sulla base dei dati di oggi, i tassi Bce non dovrebbero più scendere. Lo spread è sceso fino a 104 dopo le decisioni di Francoforte per poi chiudere a quota 115. “Le misure approvate a stragrande maggioranza fanno piena giustizia della nostra volontà di agire”, spiega Draghi ai giornalisti.

“Immaginate se non avessimo fatto niente, incrociando le braccia e dicendo ‘nein zu allen’, no a qualsiasi cosa. Oggi ci ritroveremmo con una disastrosa deflazione”, aggiunge l’italiano togliendosi il sassolino dalla scarpa di fronte a certe rimostranze tedesche (le Sparkassen ancora oggi parlano di una nuova “dose di veleno”). Ma a differenza di occasioni passate, secondo quanto si apprende, non vi sarebbe stato un confronto serrato con la Bundesbank (che non aveva diritto di voto in base alla rotazione) nel consiglio Bce. Ma piuttosto un negoziato “costruttivo” sulle singole misure con appena due voti contrari sul solo Qe.

Il segnale è diretto a chi temeva che una fronda tedesca avrebbe spaccato il consiglio Bce legandogli le braccia; e a un’economia sfiduciata – europea e non solo – che rischia un avvitamento sulla deflazione: di pari passo con la crescita rivista in peggio, è drammatico il taglio delle stime d’inflazione da parte di Francoforte, che per quest’anno vede +0,1% da +1% di tre mesi fa e per il prossimo un magro 1,3%: il ritorno verso il 2% slitta al 2018 e ci aspetta “inflazione negativa nei prossimi mesi”, spiega Draghi.

Per l’italiano, poi, si trattava di riaffermare la fiducia nell’efficacia della Bce in una sorta di terza prova del fuoco dopo il “whatever it takes” del 2012 (e di quel 26 luglio Draghi indossava la stessa cravatta), la svolta del Qe l’anno scorso e la delusione con il più blando ‘Qe2’ dello scorso dicembre.

Tecnicamente ha funzionato: il Qe passa a 80 miliardi di titoli comprati al mese e si aggiungono ora anche i corporate bond, tanto da poter parlare di un vero e proprio ‘Qe3’ che fa lievitare il totale dell’intervento a 1.750 miliardi di euro. Scende nuovamente il tasso principale, da 0,05% a 0%. E scende, come da attese, quello sui depositi delle banche, a -0,40% da -0,30%.

E c’è la novità di quattro maxi-prestiti alle banche, i ‘Tltro2’, che rappresentano un unicum su scala globale per stimolare il credito all’economia: alle banche che presteranno al di sopra di un benchmark prestabilito, la Bce presta liquidità illimitata non più a tasso zero ma al tasso negativo sui depositi: in pratica le paga (al tasso dello 0,40%) per prendere a prestito purché reimpieghino i prestiti.

L’intervento complessivo vale 2.200 miliardi. La reazione dei mercati, però, solleva alcuni interrogativi. Se sia sufficiente l’azione delle banche centrali, innanzitutto: non è un caso che Draghi abbia ricordato che occorre l’azione dei governi. Se misure tanto forti da parte della Bce non nascondano preoccupazioni sul futuro, ora che il Fondo monetario internazionale si appresta nuovamente a tagliare le sue stime di crescita. E, probabilmente, anche se abbia senso per le banche centrali seguire le attese dei mercati che si fanno sempre più elevate.

(dell’inviato Domenico Conti/ANSA)

Ultima ora

15:01Terremoto: camper Telefono Azzurro in partenza per Amatrice

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il Camper Azzurro, un mezzo che agevolerà il supporto di Telefono Azzurro ai piccoli abitanti delle zone nel centro Italia vittime un anno fa del sisma, è in viaggio verso Amatrice, dove l'associazione è presente sin dallo scorso agosto. Il mezzo, presentato ieri sera al Giffoni Festival alla presenza della ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, consentirà all'associazione di rafforzare la sua presenza e il suo supporto ai bambini, offrendo sostegno educativo e psicologico attraverso attività ludico-ricreative impostate sull'importanza dell'ascolto, tema distintivo dell'attività trentennale di Telefono Azzurro. Le attività di Telefono Azzurro ad Amatrice proseguiranno nei prossimi mesi nelle scuole, ma anche all'interno di moduli prefabbricati, grazie al lavoro di operatori specializzati che si alterneranno per favorire il rafforzamento delle attività. (ANSA).

14:59Lancia acido addosso a moglie e fugge con i figli

(ANSA) - FORLÌ, 22 LUG - Al culmine di una lite ha aggredito la moglie con un coltello, ferendola leggermente, e poi le ha lanciato addosso una sostanza acida. Quindi è fuggito in auto, probabilmente con i due figli piccoli. Il fatto è successo a fine mattina in un appartamento di un condominio di via Salinatore a Forlì. La donna, albanese di 37 anni, è stata portata in ospedale e secondo le prime informazioni non sarebbe grave, anche se ha riportato ferite e ustioni. L'uomo, kossovaro, è attivamente ricercato. Probabilmente a limitare i danni alla donna è stato l'intervento di alcuni vicini, che hanno 'lavato' la pelle della donna dall'acido. I vicini hanno anche tentato di fermare l'uomo che però si è dileguato e in casa non ci sono più nemmeno i due figli piccoli. È intervenuta la polizia.(ANSA).

14:59Nautica: si è spento designer Versari, inventò moto d’acqua

(ANSA) - GENOVA, 22 LUG - Si è spento questa mattina all'età di 86 anni Giulio Versari, inventore e design papà di alcuni dei più famosi oggetti della nautica moderna. Versari era da tempo malato. Tra le sue invenzioni più famose la poltrona da combattimento per la pesca d'altura, la bitta a scomparsa e il primo prototipo di moto d'acqua. Proprio in questi giorni, fino a domani, alcuni suoi oggetti sono in mostra al Castello di Santa Margherita Ligure, materiale che lo stesso Versari, sammargheritese, ha donato al Comune e al neo nato Museo del Mare cittadino. I funerali si terranno lunedì alle 11:30 nella basilica di Santa Margherita. (ANSA).

14:30Migranti: nuovo sbarco di algerini nel sud Sardegna

(ANSA) - CARBONIA, 22 LUG - Nuovo sbarco di migranti nelle coste del Sulcis. Questa mattina un barchino con a bordo sei algerini è approdato lungo la spiaggia di Capo Sperone, a Sant'Antioco, sulla costa sud occidentale della Sardegna. Gli stranieri sono stati avvistati da un bagnante che ha fatto scattare l'allarme. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Polizia di Carbonia. I migranti, tutti uomini, dopo le visite mediche e le operazioni di identificazione sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Assemini (Cagliari). (ANSA).

14:21Calcio: Real, la maglia n.10 a Luka Modric

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il nuovo n.10 dei campioni d'Europa del Real Madrid è Luka Modric. Sarà il fuoriclasse croato, una delle stelle della squadra merengue, a ereditare la maglia più prestigiosa fino a poche settimane fa sulle spalle di James Rodriguez, adesso passato al Bayern Monaco. La scelta è stata ufficializzata dal club che ha pubblicato sul sito la nuova numerazione delle maglie per la stagione entrante. Un numero di maglia 'pesante' per il talento croato, che a Madrid ha giocato finora col numero 19, che indosserà la maglia che nel recente passato è stata sulle spalle di Robinho, Özil o del colombiano. Ovviamente scontati e confermati i numeri di maglia delle altre stelle della squadra, da C.Ronaldo (7) a Bale (11), da Benzema (9) a Kroos (8), da Ramos (4) a Marcelo (12), a Isco (22). I nuovi arrivati Theo Hernandez e Dani Ceballos avranno rispettivamente il 15 e il 24.

14:21Calcio: lampi di ‘euro’ Milan in Cina, 4-0 al Bayern Monaco

(ANSA) - MILANO, 22 LUG - Lampi di ottimo Milan in Cina. Con gli assist di Rodriguez, gli inserimenti di Kessié, una doppietta del giovane Cutrone e una prodezza di Calhanoglu i rossoneri hanno battuto 4-0 il Bayern Monaco nell'ultima partita della tournée cinese: a cinque giorni dal preliminare di Europa League, Vincenzo Montella può constatare passi avanti rispetto al ko con il Borussia Dortmund. In porta debutto stagionale per Gianluigi Donnarumma, con il fratello Antonio subentrato nel finale, e da subito si è fatto notare sulla corsia sinistra Rodriguez che al 14' ha servito a Kessié l'assist del vantaggio, e al 25' con una punizione mancina da trenta metri ha offerto una palla perfetta per l'incornata di Cutrone. L'attaccante classe '98 si è ripetuto al 42' finalizzando un perfetto contropiede milanista. I tedeschi di Ancelotti hanno sprecato un paio di chance nella ripresa, quando hanno debuttato in rossonero Biglia e Bonucci, accolto con un'ovazione dal pubblico di Shenzhen. A 5' dalla fine ha completato il poker Calhanoglu.

14:16Muore colpito da un toro nel suo allevamento

(ANSA) - ISERNIA, 22 LUG - Allevatore muore ucciso dal toro a cui stava dando da mangiare. Il 73enne Pasquale Forte di Sesto Campano (Isernia) è stato raggiunto a un fianco dal toro del suo piccolo allevamento. L'animale lo ha caricato colpendolo con le corna. Subito soccorso da operatori del 118, poi trasportato all'ospedale "Veneziale" di Isernia, l'uomo è morto qualche ora dopo il ricovero. Nell'allevamento i carabinieri stanno effettuando rilievi. (ANSA).

Archivio Ultima ora