La Procura del Brasile chiede l’arresto di Lula

Pubblicato il 10 marzo 2016 da redazione

SAO PAULO, BRAZIL - MAY 1:  Union members celebrate May Day at the ''Vale do Anhangabau''on May 1, 2015 in Sao Paulo, Brazil. Labor Day celebrations were attended by former President Luis Inacio Lula da Silva and concerts of famous musicians. (Photo by Victor Moriyama/Getty Images)

SAO PAULO, BRAZIL – MAY 1: Union members celebrate May Day at the ”Vale do Anhangabau”on May 1, 2015 in Sao Paulo, Brazil. Labor Day celebrations were attended by former President Luis Inacio Lula da Silva and concerts of famous musicians. (Photo by Victor Moriyama/Getty Images)

SAN PAOLO. – La procura di San Paolo ha chiesto l’arresto preventivo dell’ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva per la vicenda dell’attico di lusso che risulta intestato ad una impresa di costruzioni coinvolta nella tangentopoli brasiliana, ma che l’accusa ritiene sia di sua proprietà.

E’ la prima volta dalla fine della dittatura militare che la magistratura brasiliana chiede l’arresto di un ex capo di stato. Lula, che ha definito la richiesta della procura “banditismo”, si professa innocente e sostiene che l’immobile, un attico di 216 mq su tre livelli davanti alla spiaggia di Guaruja’, sulla costa paulista, non è di sua proprietà. Per la stessa vicenda, Lula era stato denunciato dal pm Cassio Conserino per riciclaggio e falso ideologico.

Nell’inchiesta sono finiti anche la moglie dell’ex presidente, Marisa, il loro primogenito, Fabio Luis, accusati di riciclaggio, e a vario titolo altre 13 persone, tra cui l’ex tesoriere del partito di Lula, Joao Vaccari Neto, e Leo Pinheiro, ex presidente dell’impresa di costruzioni Oas, intestataria dell’immobile e già coinvolta nell’inchiesta ‘Lava Jato’, la tangentopoli brasiliana finanziata con le tangenti dell’azienda petrolifera statale Petrobras.

La richiesta di arresto preventivo sarà esaminata dal giudice Maria Priscilla Veiga Oliveira, della quarta sezione penale del tribunale di San Paolo. Non si conosce ancora la data della decisione. Il pm Cassio Conserino ha spiegato di aver sollecitato la misura cautelare nei confronti di Lula per evitare che l’ex presidente inquini le prove e per motivi di “ordine pubblico”.

Domenica prossima sono previste a San Paolo e in altre città del Brasile manifestazioni contro e a sostegno dell’ex presidente e il governo teme incidenti. Dura la reazione di Lula attraverso la sua fondazione: “I magistrati stanno usando un ruolo pubblico per compiere atti di banditismo e di immotivata militanza politica”, si legge nella nota diffusa dall’Istituto Lula.

Ancora nessuna reazione invece dalla presidente Dilma Rousseff che, dopo la misura coercitiva imposta a Lula venerdì scorso per costringerlo a deporre, era corsa a San Paolo per portare la propria solidarietà a Lula e si era fatta fotografare abbracciata al suo predecessore nonché mentore politico sul balcone di quella casa ‘profanata’ dall’irruzione della polizia federale.

Dilma aveva proposto a Lula di entrare a far parte della sua squadra di governo per sottrarsi ad una eventuale richiesta di arresto, che è arrivata puntuale. L’ex presidente aveva declinato l’offerta ribadendo di non avere nulla da temere in quanto non ha commesso niente di male. Chissà che ora non riconsideri l’offerta di Dilma.

Ultima ora

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

21:49Marine Le Pen, ‘l’Ue morirà, la gente non la vuole più’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "L'Unione europea morirà perche' la gente non la vuole più". Ne è convinta Marine Le Pen, la candidata euroscettica alle presidenziali in Francia. Durante un comizio elettorale a Lille la leader del Front National ha rassicurato i suoi sostenitori che lasciare l'eurozona, come da lei proposto, "non trascinerebbe il Paese nel caos". "E' arrivato il tempo di sconfiggere i 'globalisti'. Il mio è un messaggio di libertà, emancipazione e liberazione", ha aggiunto Le Pen invitando "tutti i patrioti a riunirsi sotto la nostra bandiera".

Archivio Ultima ora