Europa League: sorride la Lazio, a Praga un pareggio d’oro

Pubblicato il 10 marzo 2016 da redazione

Players of SS Lazio celebrates after scoring during the UEFA Europa League round of 16 match AC Sparta Prague vs SS Lazio in Prague, Czech Republic, 10 March 2016.  EPA/FILIP SINGER

Players of SS Lazio celebrates after scoring during the UEFA Europa League round of 16 match AC Sparta Prague vs SS Lazio in Prague, Czech Republic, 10 March 2016. EPA/FILIP SINGER

ROMA. – Decisamente in Europa la Lazio ha una marcia in più rispetto a quella che balbetta in campionato. E’ successo anche a Praga, dove gli uomini di Pioli si sono dimostrati superiori ai rivali dello Sparta, e hanno portato via un pareggio con reti, per 1-1, che lascia ben sperare in vista della partita di ritorno di questo ottavi che l’Olimpico ospiterà fra sette giorni.

Unica nota negativa della serata, gli infortuni occorsi a Konko e poi al suo sostituto Basta, costretto a uscire dopo che, appena venti minuti prima, aveva preso il posto del francese. In vista del match di domenica sera contro l’Atalanta, considerato che anche Bisevac e Radu sono usciti malconci dalla sfida del Letnà Stadion, Pioli dovrà fare i salti mortali per far quadrare i conti della difesa.

Va purtroppo sottolineato che qualcuno dei 1.500 tifosi biancocelesti accorsi a Praga ha trovato il modo di farsi notare in senso negativo anche questa volta. Gli ululati razzisti nei confronti di Costa, giocatore di colore dello Sparta originario dello Zimbabwe, hanno indotto l’arbitro Undiano Mallenco a interrompere il match per un minuto e chiedere allo speaker di fare un annuncio. Anche la Lazio si è lamentata per alcuni buuu a Keita, peraltro non rilevati dal direttore di gara e dai suoi collaboratori, va detto che ora molto dipenderà dal rapporto dello stesso arbitro e del commissario di campo. Ma il rischio di severe sanzioni da parte dell’Uefa non è da escludere (la società capitolina è in diffida).

Di sicuro c’è che sul campo di uno Sparta duro e ben organizzato la Lazio ha brillato, giocando a viso aperto e non facendosi abbattere dalla prodezza di Fryudek, figlio d’arte (suo padre è stato anche nazionale) che al 13′ ha fulminato Marchetti con un bellissimo tiro di destro.

Incassato l’ennesimo gol nel primo quarto d’ora, la truppa di Pioli si è lanciata alla ricerca del pareggio trascinata dalle giocate di Keita e Candreva. Bicik ha fatto una bella parata su tiro proprio di Candreva, poi al 38′, su azione da corner (situazione che lo Sparta ha mostrato di patire), Hoedt ha colpito di testa a botta sicura. Il portiere dei cechi è riuscito a respingere, ma nulla ha potuto fare sulla replica di Parolo.

Nella ripresa le cose migliori le ha fatte vedere ancora la Lazio, che in Europa League continua ad essere imbattuta: al 18′ Candreva, con una splendida conclusione, ha centrato la traversa, poi al 27′ Bicik si è messo ancora in evidenza parando un tiro di Keita. La replica dello Sparta è stata con Marecek, però Marchetti si è ben disimpegnato.

Poi la Lazio ha controllato la situazione, resistendo nonostante il pressing degli avversari e i crampi che tormentavano alcuni giocatori biancocelesti. Adesso non rimane che attendere il ritorno, ma questa Lazio versione europea può andare avanti.

Ultima ora

13:01Migranti: “dateci cibo migliore”,200 protestano nel padovano

(ANSA) - PADOVA, 25 MAG - Nuova protesta, che è durata poco più di un'ora, dei profughi ospiti al centro di accoglienza di Bagnoli di Sopra (Padova). Intorno alle 8 di oggi circa 200 migranti di origine africana ospitati nel centro di accoglienza allestito nell'ex caserma di San Siro sono scesi nella piazza principale del paese, davanti al Municipio per chiedere una qualità maggiore del cibo e un incremento delle attività del centro di accoglienza. La protesta si è conclusa intorno alle 9,30. L'ultima manifestazione a Bagnoli risale alla fine dello scorso gennaio quanto un cinquantina di richiedenti asilo bengalesi aveva manifestato stamane, davanti al centro di accoglienza bloccando l'ingresso e l'uscita dal campo per una trentina di minuti.

13:00Manchester: May, livello allerta resta critico

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - Il livello dell'allerta anti-terrorismo resta "critico". Lo ha detto la premier britannica Theresa May parlando a Downing Street. Il primo ministro ha invitato i britannici a rimanere "vigili" contro la minaccia di nuovi attacchi.

12:56Nave Usa in mar Cinese meridionale, Pechino protesta

(ANSA) - PECHINO, 25 MAG - Il cacciatorpediniere Uss Dewey ha navigato entro le 12 miglia di una delle isole artificiali realizzate dalla Cina nelle Spratly, nelle acque contese del mar Cinese meridionale, nella prima operazione sulla "libertà di navigazione" della presidenza Trump. La Cina ha inviato due fregate che hanno "messo in guardia e allontanato" la Dewey dopo l'ingresso nelle acque territoriali "senza permesso", ha affermato il portavoce del ministero della Difesa. "Abbiamo presentato un grave reclamo alla parte americana", ha aggiunto.

12:55Renzi, noi fatto bene su musei, sbagliato non cambiare i Tar

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - "Il fatto che il Tar del Lazio annulli la nostra decisione merita il rispetto istituzionale che si deve alla giustizia amministrativa ma conferma - una volta di più - che non possiamo più essere una repubblica fondata sul cavillo e sul ricorso". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Matteo Renzi. "Non abbiamo sbagliato perché abbiamo provato a cambiare i musei: abbiamo sbagliato perché non abbiamo provato a cambiare i TAR". Lo dice Matteo Renzi su facebook.

12:54Manchester: minuto silenzio in Gb

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - Un minuto di silenzio per le vittime della strage di Manchester è stato rispettato in tutto il Regno Unito alle 11 locali (le 12 in Italia). Nel centro della città inglese colpita dall'attacco terroristico centinaia di persone si sono riunite ad Albert Square, diventato uno dei luoghi simbolo della risposta della comunità alla tragedia.

12:52Calcio: al via assemblea Lega Serie A su diritti tv

(ANSA) - MILANO, 25 MAG - E' cominciata l'assemblea della Lega Serie A, che affronterà fra l'altro il bando di vendita dei diritti tv del campionato per il triennio 2018-2021. Sono presenti tutti i venti club, oltre alla Spal, invitata come uditrice assieme all'altra società neopromossa dalla Serie B, il Verona. All'ordine del giorno ci sono anche le 'attività promozionali della Lega Serie A in Italia e all'estero', fra cui c'è la proposta al regista premio Oscar Paolo Sorrentino di realizzare delle produzioni video che esaltino la bellezza del nostro calcio, da utilizzare per commercializzare i diritti tv internazionali. Alle 13, sempre nel palazzo milanese di via Rosellini, è in programma l'assemblea della Lega B, chiamata a eleggere il nuovo presidente, con il dubbio che per la terza volta di fila manchi il numero legale, in questa occasione per una mossa del fronte legato a Claudio Lotito.

12:49Calcio: Zeman, pulizia fatta con Calciopoli non basta

(ANSA) - CHIETI, 25 MAG - "Con Calciopoli si è fatta della pulizia, ma non basta. Il sistema lo fanno quelli che stanno dentro, e sarebbe importante per questo cambiare chi rovina il sistema. Diversi anni fa feci delle denunce e non mi fu vicino nessuno". Così Zdenek Zeman al seminario "I giovani per la legalità nello sport", organizzato presso l'Università 'D'Annunzio' di Chieti. Il tecnico del Pescara ha spiegato agli studenti il motivo per cui decise di denunciare le cose che secondo lui nel mondo del calcio non andavano: "Mi fu chiesto in una conferenza stampa cosa non andasse e dissi che se comandavano le farmacie non andava bene. Dissi, e ripeto oggi, che bisogna difendere i valori sani del calcio. Siamo noi però che dobbiamo dare l'esempio per primi in campo".

Archivio Ultima ora