Anche a Caracas la Festa in onore di San Gabriele dell’Addolorata

Pubblicato il 11 marzo 2016 da redazione

Fdeli in chiesa con la replica dell'urna del Santo.

Fdeli in chiesa con la replica dell’urna del Santo.

Preghiera a San Gabriele dell’Addolorata: O Dio, che con mirabile disegno di amore hai chiamato San Gabriele dell’Addolorata a vivere il mistero della Croce insieme con Maria, la madre di Gesù, guida il nostro spirito verso il tuo Figlio crocifisso perché partecipando alla sua passione e morte conseguiamo la gloria della risurrezione. Per Cristo nostro Signore. Amen.

CARACAS. Presso il Club campestre dell’Associazione Abruzzesi in Venezuela, a pochi chilometri da Caracas lungo l’autostrada che congiunge la capitale a Maracay, è stata celebrata una giornata particolare dedicata a San Gabriele dell’Addolorata, patrono della regione Abruzzo e della Gioventù cattolica italiana.

Ad organizzare la cerimonia hanno pensato le signore Faiazza Verina, Ilda Di Crescenzo, Lena Navarrili, Giovanna Forgione, tutte facenti parte della Fondazione San Gabriele in Venezuela. L’occasione è stata propizia per riunire un folto gruppo di abruzzesi ed amici sotto il patrocinio dell’Associazione degli Abruzzesi in Venezuela presieduta da Sandro Di Scipio, presente alla cerimonia con tutto lo staff dirigente composto da: Vittorio Di Stefano, vicepresidente; Elsa Di Nino, tesoriere; Mauro Rosa, vicetesoriere; Cileno Mascioli, segretario; Giovanna Spadorcia, vicesegretario.

La santa messa è stata celebrata nella chiesa del Club, in piccolo una replica del Santuario nella provincia di Teramo, costruito anche grazie al contributo degli abruzzesi del Venezuela.

Da risaltare anche la presenza del Professore Nicola Di Mattia del Collegio Juan XXII il quale insieme a un ex alunno ha interpretato l’inno di sua creazione a San Gabriele dell’Addolorata.

Il presidente Sandro Di Scipio ha approfittato dell’occasione per invitare tutti gli abruzzesi a conoscere le installazioni e partecipare più intensamente alle attività che vi si svolgono, segnalando in particolare il barbecue per cucinare la carne all’aperto, il parco infantile, il campetto sportivo; ed i progetti per una futura biblioteca, un salone per esposizioni ed una piscina.

Dopo la Messa nessuno ha mancato di assaggiare le delizie preparate dalle signore della Fondazione, tra cui la porchetta, le pizzette e una gran varietà di dolci.

San Gabriele nasce da famiglia aristocratica ad Assisi (Perugia) il 1° marzo 1838. E’ l’undicesimo di tredici figli di Sante Possenti, sindaco della città, e Agnese Frisciotti. Lo battezzano lo stesso giorno con il nome di Francesco. Nel 1841 Sante è nominato assessore al tribunale di Spoleto (Perugia), dove si trasferisce con tutta la famiglia. Qui, a meno di 42 anni, muore mamma Agnese. Durante la processione dell’icona del duomo di Spoleto, il 22 agosto 1856, Francesco sentì una voce interiore che lo invitava a lasciare la vita borghese per farsi religioso passionista. Nonostante le forti difficoltà presentategli dal padre, Francesco fu in grado di vincere tutti i suoi argomenti e di persuaderlo della natura genuina della sua vocazione religiosa.

Le signore della Fondazione San Gabriele dell'Addolorata

Le signore della Fondazione San Gabriele dell’Addolorata

Francesco prese i voti nella comunità passionista, assumendo il nome di ‘Gabriele dell’Addolorata’, che rifletteva la sua devozione – radicata in lui fin dall’infanzia, tra l’altro, da una statuetta della Pietà che la madre conservava in casa – per la Madonna Addolorata. Al termine del noviziato pronunciò il voto tipico dei passionisti: quello di diffondere la devozione al Cristo Crocifisso, in seguito emise anche quello di diffondere la devozione alla Vergine Addolorata.
Trascorse sei anni nella congregazione passionista (1856-1862). Verso gli ultimi due anni, quando era già in comunità a Isola del Gran Sasso d’Italia presso il ritiro della Concezione (1859-1862), venne colpito dalla tubercolosi ossea, ma si sforzò sempre di seguire in tutto la vita regolare conventuale compatibilmente con la sua situazione di malattia. Fino a due mesi precedenti la morte poté seguire le celebrazioni liturgiche.

Mantenne fino alla fine la sua abituale serenità di animo, al punto che gli altri confratelli erano desiderosi di passare del tempo al suo capezzale, oltre ai normali doveri di assistenza. Gabriele si rassegnò totalmente alla sua morte imminente. Prima che potesse venire ordinato sacerdote, per motivi di salute e per i torbidi politici (l’Abruzzo era da poco passato dal regno delle Due Sicilie al regno d’Italia), Gabriele morì, all’età di soli 24 anni, nel suo monastero passionista, stringendo al petto un’immagine della Madonna Addolorata.

Benedetto XV ha canonizzato Gabriele nel 1920 e Pio XI lo ha dichiarato patrono della gioventù cattolica. Nel 1959, Giovanni XXIII lo ha dichiarato patrono dell’Abruzzo, dove passò gli ultimi tre anni della sua vita.

Il santuario di San Gabriele dell’Addolorata è una meta di pellegrinaggio molto cara ai giovani. Due gli appuntamenti principali: uno nel mese di marzo, a cento giorni dall’esame di stato, per prendere il diploma di scuola media superiore, in cui migliaia di studenti provenienti dall’Abruzzo e dalle Marche, arrivano al santuario, per pregare per un buon esito dell’esame, e nel quale vengono benedette le penne; ed un altro nell’ultima settimana di agosto, in cui viene celebrata la tendopoli durante la quale centinaia di giovani (ma anche meno giovani) si accampano per cinque giorni, dando vita ad un meeting religioso.

Giuseppina Liberatore

(Fonte: Wikipedia)

Ultima ora

04:29Samsung ammette: batterie causa incendi Galaxy Note 7

(ANSA) - PECHINO, 23 GEN - Samsung Electronics ha individuato nel design e nelle manifattura delle batterie il problema dell' incendio che nei mesi scorsi ha colpito i suoi Galaxy Note 7, costringendo il gruppo a ritirarli dai mercati e a sospenderne a ottobre la produzione per i timori sulla sicurezza. "La nostra indagine, così come le altre completate da tre organizzazioni industriali indipendenti, ha concluso che le batterie sono state all'origine degli incidenti del Note 7", ha rilevato Samsung in una nota, a chiusura dell'istruttoria.

02:16Football Americano: Atlanta Falcons qualificati a Super Bowl

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Sono gli Atlanta Falcons la prima squadra qualificata al Super Bowl, la finalissima del campionato Nfl del football americano, che si giocherà domenica 5 febbraio (in Italia sarà l'alba di lunedì 6) a Houston. I Falcons hanno conquistato l'accesso alla sfida per il titolo battendo i Green Bay Packers per 44-21 nel match giocato al Georgia Dome. A Houston affronteranno la vincente dell'altra semifinale dei playoff, New England Patriots-Pittsburgh Steelers, che si giocherà in nottata. Atlanta torna a giocare un Super Bowl a 18 anni dall'ultima apparizione.

01:05Calcio: tutto facile per il Barcellona, poker gol ad Eibar

(ANSA) - BARCELLONA, 22 GEN - Tutto facile per il Barcellona, che vince 4-0 sul campo dell'Eibar nel posticipo della 19/a giornata della Liga. I campioni di Spagna al 10' pt perdono Busquets per infortunio: il bollettino medico diffuso dal club catalano riporta "una distorsione al legamento collaterale laterale della caviglia destra", ma per la prognosi bisognerà attendere domani con gli accertamenti del caso. A sbloccare il risultato è proprio il sostituto di Busquets, Denis Suarez, al 31'. Nella ripresa, al 5', raddoppio di Lionel Messi, mentre lo 0-3 lo firma Luis Suarez al 23'. Quarta rete di Neymar al 91', ed è poker. Così in classifica il Barcellona si porta a quota 41, a -1 dal Siviglia secondo e a due lunghezze dal Real Madrid capolista (che però deve ancora recuperare una partita). L'Eibar rimane decimo con 26 punti.

00:57Calcio: Spalletti,Juve fortissima, conti si fanno alla fine

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Non abbiamo fatto un partita brillantissima, anche perché loro hanno fatto molto intensità in mezzo. Non siamo stati gli stessi delle scorse gare ma non ci siamo fatti prendere dal panico e non abbiamo fatto confusione. Abbiamo attaccato e creato ma non siamo stati cattivi negli ultimi metri, anche un po' per scelta, per evitare contropiedi. La partita comunque l'abbiamo fatta e la vittoria è meritata". Luciano Spalletti commenta così il successo della Roma sul Cagliari. "Nella ripresa abbiamo fatto bene, la difesa non ha concesso niente e siamo stati equilibrati - aggiunge Spalletti -. Abbiamo portato a casa una vittoria importante contro un Cagliari che sta bene. Lo scudetto è una corsa a tre? Il cammino è ancora lungo e bisogna essere bravi a rimanere sul pezzo. La Juve è fortissima ma noi dobbiamo far vedere che siamo attrezzati: i conti si fanno alla fine. La crescita di Fazio?Se ne parla poco ma gioca sempre lui, e qualcosa vorrà dire. In questo momento non possiamo fare a meno di Fazio".

00:55Trump a Netanyahu, ‘pace solo con negoziati diretti’

(ANSA) - NEW YORK, 22 GEN - "La pace fra Israele e i palestinesi può essere solo negoziata direttamente fra le due parti, e gli Stati Uniti lavoreranno con Israele per compiere progressi verso questo obiettivo". Lo ha detto il presidente Donald Trump al premier israeliano Benyamin Netanyahu, secondo quanto riferisce la Casa Bianca in un colloquio telefonico, nel quale Trump ha anche invitato Netanyahu alla Casa Bianca in febbraio. I due si sono detti d'accordo sul continuare a "consultarsi su vari temi, incluse le minacce poste dall'Iran". Trump ha ribadito "l'impegno senza precedenti alla sicurezza di Israele e messo in evidenza come la lotta all'Isis e agli altri gruppi terroristici del radicalismo islamico saranno una priorità della sua amministrazione".

00:43Hockey ghiaccio: 3-2 ad Asiago, Rittner è campione d’Italia

(ANSA) - ASIAGO, 22 GEN - Il Rittner Buam si conferma club campione d'Italia di hockey ghiaccio dopo aver battuto in rimonta la Migross Asiago per 3-2 nella finalissima per il titolo tricolore. Dopo una partenza molto buona dei padroni di casa, c'è stata la rimonta degli ospiti che hanno recuperato un doppio svantaggio tra primo e secondo tempo. Nel terzo periodo il Rittner ha conservato la rete di vantaggio di Alex Frei e così ha vinto il secondo scudetto consecutivo, il terzo in quattro anni. Il Rittner Sport, club che ha sede a Renon, comune di quasi 8.000 abitanti della provincia di Bolzano, e l'Asiago erano arrivate alla sfida per l'83/o scudetto della storia dell'hockey ghiaccio italiano battendo nelle semifinali scudetto rispettivamente il Cortina Hafro (5-2) e il Val Pusteria (3-1).

00:38Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Risultati della prima giornata di ritorno del campionato di serie A di basket: Dolomiti Energia Trentino - Enel Brindisi 84-48 The Flexx Pistoia - Vanoli Cremona 64-59 Openjobmetis Varese - Banco di Sardegna Sassari 76-83 Umana Reyer Venezia - Red October Cantù 93-72 Germani Brescia - Consultinvest Pesaro 99-68 EA7 Armani Milano - Betaland Capo d'Orlando 90-74 Grissin Bon Reggio E. - Pasta Reggia Caserta 85-86 Fiat Torino - Sidigas Avellino 84-79 - Classifica: Milano 28; Venezia 24; Avellino 22; Reggio Emilia e Sassari 18; Caserta, Capo d'Orlando, Brescia, Torino e Pistoia 16; Trentino e Brindisi 14; Cantù 12; Pesaro 10; Cremona e Varese 8.

Archivio Ultima ora