Dybala, una magia per superare il Sassuolo

Pubblicato il 11 marzo 2016 da redazione

Juventus' Paulo Dybala jubilates after scoring the goal during the Italian Serie A soccer match Juventus FC vs US Sassuolo at the Juventus Stadium in Turin, Italy, 11 March 2016. ANSA/ANDREA DI MARCO

Juventus’ Paulo Dybala jubilates after scoring the goal during the Italian Serie A soccer match Juventus FC vs US Sassuolo at the Juventus Stadium in Turin, Italy, 11 March 2016.
ANSA/ANDREA DI MARCO

TORINO. – La Juventus ha battuto il Sassuolo 1-0 nell’anticipo della ventinovesima giornata della serie A. Decide la rete di Dybala al 36′ del primo tempo. Sorride Allegri che vede così la sua squadra allungare in vetta alla classifica, momentaneamente a +6 dal Napoli che domenica giocherà il posticipo in casa del Palermo.

Ma non ci sono solo i tre punti contro l’insidioso Sassuolo a rendere felice la Juve: Gigi Buffon ha infatti superato il record di imbattibilità (in campionato) di un portiere bianconero, arrivando a 904′ minuti con la porta inviolata. Zoff si era fermato a 903′ nel campionato ’72/’73. Il record assoluto in serie A restano i 929′ di Sebastiano Rossi (Milan, ’93/’94).

Una magia di Dybala nel primo tempo e una prova attenta, contro un ottimo Sassuolo, regalano alla Juve un successo di misura, due nuovi record di cui diremo più avanti, tre punti pesantissimi e la fondamentale serenità di poter preparare la sfida di Champions contro il Bayern con il primo posto in campionato saldamente in mano.

Che vincere fosse importantissimo lo dimostra l’approccio con cui i bianconeri iniziano la partita e l’azione, da spellarsi le mani, confezionata dopo neanche 30 secondi: Cuadrado parte in velocità sulla destra e tocca centralmente per Mandzukic, che appoggia a Dybala. Il pallone si impenna e l’argentino batte al volo, sparando una sventola di sinistro che Consigli riesce a deviare in angolo, evitando un eurogol.

La gara è vivace e il Sassuolo, anche senza l’influenzato Berardi, si conferma squadra di qualità e si affaccia dalle parti di Buffon con la combinazione tra Sansone e Politano, la cui girata è fuori misura. È invece perfettamente indirizzato il colpo di testa di Alex Sandro, che devia in porta la punizione di Dybala e trova l’opposizione di Consigli che riesce a deviare in angolo.

Il botta e risposta continua e Duncan a prova il rasoterra dal limite, mettendo a lato.

Al 26′ arriva l’occasione più ghiotta: Mandzukic pesca in area Dybala che dalla linea di fondo serve Khedira davanti alla porta. Consigli è preso in contro tempo, ma il tocco ravvicinato del tedesco, disturbato da Antei, finisce alto. La Joya è in gran vena e i suoi scambi in velocità sulla destra con Cuadrado fanno ammattire Duncan e Peluso. Quello che i due confezionano poco dopo la mezz’ora poi è letale: il colombiano, dopo aver ricevuto proprio da Dybala, arriva quasi sul fondo e restituisce palla all’argentino. Il controllo forse non è perfetto come al solito, ma il sinistro a giro che accarezza il palo e si infila alle spalle di Consigli è un capolavoro.

La convinzione con cui la Juve aggredisce il secondo tempo è pari a quella messa in campo a inizio gara. Cuadrado continua a seminare il panico sulla destra e anche Alex Sandro, più accentrato rispetto al colombiano, entra spesso e volentieri nelle trame offensive. Dalla parte opposta l’uomo da tenere d’occhio è Sansone che all’11’ crea un po’ di scompiglio nella difesa bianconera con una serpentina apprezzabile, conclusa dal tiro di Politano, respinto da Bonucci.

L’azione dà fiducia al Sassuolo, che pur non costruendo occasioni, riesce a tenere la Juve lontana dalla propria area. Quando i bianconeri ci arrivano però, sono sempre pericolosi e dopo l’inserimento di Asamoah e il tentativo ribattuto a Khedira, serve un provvidenziale intervento di Peluso per respingere a pochi metri dalla linea di porta il destro di Cuadrado.

Allegri opera il primo cambio al 27′, facendo rifiatare Khedira e sostituendolo con Pogba. Poco dopo Buffon, che al 23′ aveva stabilito un nuovo record di imbattibilità per i portieri bianconeri, superando i 903′ minuti di Zoff, mantiene la propria rete immacolata respingendo una sventola dal limite del solito Sansone. Dalla parte opposta, Consigli emula l’illustre collega, ribattendo il tentativo di Pogba, servito in area da Cuadrado.

Al 35′ tocca a Morata, in campo al posto di Dybala, e lo spagnolo cinque minuti dopo si esibisce in uno slalom in area e in un destro da posizione troppo angolata perché Consigli non riesca a chiudere lo specchio. Sansone intanto continua a stuzzicare Buffon dalla distanza e il capitano bianconero deve bloccare in due tempi il suo destro.

Per evitare patemi, Allegri toglie Mandzukic e inserisce Lichtsteiner, lasciando Morata unica punta. La mossa dà più compattezza ai bianconeri, che controllano in risultato fino al fischio finale. Ora il vantaggio in classifica, in attesa della gara del Napoli a Palermo, sale a sei punti. Ora la Juve è la prima squadra ad aver mantenuto la propria porta inviolata per 10 partite consecutive. Ora Buffon è a quattro minuti dal record di imbattibilità di tutti i tempi. Ora, soprattutto, si può pensare alla Champions. Ora c’è davvero solo il Bayern.

(www.juventus.it)

Ultima ora

14:03Tennis:ßAustralia, Nadal e Dimitrov agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Prosegue spedito il cammino di Rafael Nadal agli Australian Open: lo spagnolo numero uno del mondo si è qualificato per gli ottavi di finale battendo per 6-1 6-3 6-1 il bosniaco Damir Dzumhur, che al primo turno aveva eliminato Paolo Lorenzi. Prossimo avversario del mancino di Manacor l'argentino Diego Schwartzman, che ha avuto la meglio sull'ucraino Alexandr Dolgopolov, imponendosi per 6-7(1-7) 6-2 6-3 6-3. Supera il turno anche Grigor Dimitrov: il bulgaro, numero 3 del ranking mondiale e del tabellone, ha prevalso in quattro set sul 20enne russo Andrey Rublev per 6-3 4-6 6-4 6-4. Ha impiegato quattro set per staccare il pass per gli ottavi anche lo spagnolo Pablo Carreno Busta che ha sconfitto per 7-6(7-4) 4-6 7-5 7-5 il lussemburghese Gilles Muller.

14:01Sci: Goggia, risultato eccezionale

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO, 19 GEN - "Sono stati una gara ed un risultato eccezionali. Ma non è stata davvero una discesa facile, qualche errore l'ho commesso anche io e la visibilità non era sempre perfetta. Ma avevo ben in testa la mia linea e l'ho seguita attaccando sempre, senza guardare quello che avevano fatto le altre, ma affidandomi solo alle indicazioni dei mie allenatori". Sofia Goggia - seconda vittoria in serie in discesa - è felicissima e super festeggiata nel parterre della Olympia delle Tofane. La sua è stata una cavalcata pazzesca, sempre al limite senza paura nella quale ha battuto la favorita Lindsey Vonn che ha commesso un errore dopo il terzo intermedio mettendo uno sci di traverso su un dossetto. "Se Lindsey non avesse fatto quell'errore avrebbe forse vinto lei ma sul gradino più alto del podio ci sono io" ha riconosciuto Goggia ben consapevole della sua impresa.

13:57Mo: Ue, Palestina al centro riunione ministri esteri lunedì

(ANSA) - BRUXELLES, 19 GEN - La discussione sul processo di pace in Medio oriente e il pranzo col presidente dell'autorità palestinese Abu Mazen saranno il momento principale della riunione dei ministri degli Esteri dell'Ue di lunedì, a Bruxelles. Secondo quanto spiegato da fonti europee, i ministri analizzeranno "diverse opzioni per rafforzare lo Stato palestinese, nell'ottica di un processo di pace che abbia una soluzione a due Stati". Tra i vari strumenti al vaglio, anche l'eventuale futuro lancio di un "accordo di associazione", che comunque - viene sottolineato - potrebbe entrare in vigore "solo nel momento in cui lo Stato palestinese venga riconosciuto". Nessuno nasconde però che la situazione sia "molto complicata" e in attesa di vedere quale sia il piano Usa, l'Ue "ritiene di avere un ruolo nel fare pressing per un impegno a creare un nuovo slancio".

13:54Baby gang: altri due minori denunciati a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - Altri due minori sono stati denunciati dalla polizia per l'aggressione a Ciro, il ragazzo brutalmente colpito domenica sera nei pressi della stazione Policlinico della metropolitana, a Napoli. Ieri mattina gli agenti della questura di Napoli avevano individuato i primi due presunti responsabili. Le indagini continuano.

13:53Alluvione Sardegna: pm chiede quattro rinvii a giudizio

(ANSA) - OLBIA, 19 GEN - Quattro rinvii a giudizio per i tre morti di Monte Pino, nell'ambito dell'inchiesta bis sull'alluvione nel 2013 che provocò 19 vittime (compreso un disperso mai ritrovato a Bitti, nel Nuorese), di cui 13 in Gallura. La Procura di Tempio Pausania chiede che i dirigenti della Provincia di Sassari e della ex Provincia di Olbia Tempio, Giuseppe Mela e Pasquale Russo e i funzionari delle due amministrazioni provinciali, Francesco Prunas e Graziano Sini siano processati per omicidio colposo plurimo. La richiesta è stata formulata dal pm Laura Bassani e arriva a distanza di quattro anni dai tragici fatti del 18 novembre 2013 quando Bruno Fiore, Sebastiano Brundu e Maria Loriga che transitavano, a bordo di un fuoristrada, sulla provinciale 38 che collega Olbia a Tempio,furono inghiottiti dalla voragine provocata dall'alluvione."Finalmente siamo arrivati al passaggio decisivo che ci consentirà di conoscere il pronunciamento del Gup su questa tragedia", spiega all'ANSA l'avvocato di parte civile Maurizio Mani. Una storia giudiziaria rimasta drammaticamente intrappolata fra i rinvii causati da mancate notifiche, faldoni smarriti e giudIci finiti sotto inchiesta per altre vicende. Secondo i legali che assistono i parenti delle vittime (Maurizio Mani, Nicoletta Mani, Massimo Delogu) gli imputati sarebbero responsabili della mancata manutenzione del ponte crollato sotto la furia dell'acqua. Una struttura, fra l'altro, che non era mai stata collaudata. Spetterà ora al gup Giuseppe Grotteria stabilire se il processo per le morti di Monte Pinu si dovrà aprire oppure no. La lettura del dispositivo è prevista fra una settimana, venerdì 26 gennaio.

13:52Tennis: Australia, Svitolina agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Per la prima volta in carriera l'ucraina Elina Svitolina è arrivata negli ottavi agli Australian Open e lo ha fatto disputando un match impeccabile. "Lei non ha nulla da perdere e quindi giocherà senza pressione", aveva detto Elina alla vigilia parlando della giovanissima connazionale Marta Kostyuk, che dodici mesi fa conquistava il titolo junior. Invece la 15enne di Kiev l'emozione l'ha sentita. Svitolina, n.4 Wta e quarta testa di serie, si è aggiudicata per 6-2 6-2 il derby ucraino, interrompendo ad 11 la striscia di match vinti consecutivi a Melbourne dalla ragazzina di Kiev, appena n. 521 alla vigilia del torneo e che ora si consolerà avvicinandosi alle prime 250 del ranking. Gli altri risultati del terzo turno: Martic-Kumkhum 6-3 3-6 7-5; Mertens-Cornet 7-5 6-4; Allertova-Linette 6-1 6-4; Suarez Navarro-Kanepi 3-6 6-1 6-3; Rybarikova-K.Bondarenko 7-5 3-6 6-1.

13:43M5s: Di Maio, con noi “pensione di cittadinanza”

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Nel nostro programma di governo noi proponiamo la pensione di cittadinanza: sono 780 euro di minima a tutti i pensionati e 1.170 euro al mese per una coppia". Lo ha detto il candidato premier del M5s Luigi Di Maio a L'Aria che Tira.

Archivio Ultima ora