Muore a Nuoro Remo Berardi, figlia fu sequestrata nel 1987

(ANSA) – NUORO, 15 MAR – E’ morto a Nuoro, a 90 anni, Remo Berardi, padre di Cristina, l’insegnante allora 25enne, rapita dall’anonima sarda il 20 giugno 1987, nei pressi di Villagrande Strisaili, e liberata dalla Polizia il 19 ottobre successivo nelle campagne fra Arzana e Seui in Ogliastra. Berardi, nato a Roma nel 1926, era arrivato a Nuoro 20 anni dopo, città che non ha mai più lasciato diventando imprenditore di successo nell’edilizia. Berardi è stato presidente degli industriali barbaricini, consigliere di amministrazione della Banca Popolare di Sassari ed uno degli ideatori della Libera università nuorese. “Cristina Berardi è vicina a Maria Grazia e Tina per la tragica scomparsa del fratello Gianfranco Ara, con rispetto e affetto”, sembrerebbe un normale necrologio quello pubblicato l’11 settembre 2011 su un quotidiano se non per un piccolo ma grande particolare: Ara, deceduto per cause naturali, è stato l’unico condannato a 28 anni per il sequestro della donna. Cristina aveva così esternato pubblicamente la sua carità.

Condividi: