Sci: se la gara di discesa salta, beffa per gli azzurri

(ANSA) – ROMA, 15 MAR – Le previsioni per l’ultima discesa di Coppa del mondo, domani a St. Moritz (Svizzera), annunciano neve e vento in quota; dopo che già la prova odierna è iniziata in ritardo e con molti salti di porta per la visibilità precaria. L’eventuale cancellazione della gara sarebbe una beffa per gli azzurri Peter Fill e Dominik Paris: il primo comanda la classifica di disciplina con 436 punti, l’altro lo insegue a -4. Ma in vetta c’è anche il norvegese Aksel Svindal, assente da metà gennaio per l’incidente a Kitzbuehel, dopo aver dominato la stagione con 4 vittorie. In caso di parità di punti, il maggior numero di successi consegnerebbe la Coppa al norvegese. Domani, intanto, ci sarà anche la discesa femminile, con Coppa già vinta dalla statunitense Lindsey Vonn, anche lei fuori per infortunio da una ventina di giorni. La svizzera Lara Gut in 1’40″50 è stata la più veloce nella seconda prova. Ma, come le altre due che la seguono, ha saltato una porta e la prova ha avuto solo un valore indicativo anche se validato.

Condividi: